Vorrei Averlo Fatto

Vorrei Averlo Fatto – I cinque rimpianti più grandi di chi è alla fine della vita.

La coraggiosa storia di Bronnie ti ispirerà a vivere con maggiore compassione e a realizzare pienamente la persona che sei destinato a essere. 

Dopo tanti anni di lavoro frustrante, Bronnie Ware iniziò a cercare un impiego che desse un senso alla sua vita. Sebbene non avesse alcuna formazione specifica né esperienza nel campo, si ritrovò a lavorare nell’ambito delle cure palliative e ad assistere i malati terminali. I pazienti le raccontavano la storia della loro vita e quasi sempre finivano col dire “Vorrei averlo fatto…”.

Fu così che Bronnie ebbe l’illuminazione di scrivere questo libro dove raccoglie le lezioni attinte da chi si avvicinava alla morte, per vivere la propria esistenza in modo consapevole e non avere rimpianti. Nel suo toccante libro, Bronnie spiega il significato dei rimpianti più comuni e come possiamo affrontare le problematiche che nascondono mentre siamo in vita e abbiamo ancora il tempo e le forze per farlo.

Nel periodo che trascorse occupandosi dei bisogni dei malati terminali, la vita di Bronnie subì una sensibile trasformazione. Un giorno le capitò di raccontare in un blog quali fossero i rimpianti più comuni che le avevano confidato le persone che si avvicinavano alla morte. Il post, intitolato “I cinque rimpianti più grandi di chi sta per morire” ottenne subito un grande successo e il primo anno fu visto da più di tre milioni di lettori in tutto il mondo.

Da allora, in molti hanno chiesto a Bronnie di raccontare la sua esperienza, così in questo libro ha deciso di condividere la sua storia di trasformazione personale.


“Sorridi e stai sicura”

Se guardo la mia vita, ci sono momenti che mi lasciano esterrefatta. La vita che speravo è sempre più reale. La persona che avevo immaginato, adesso sono io. È nata dal coraggio, dalla flessibilità, dalla disciplina e si è affermata dopo che ho imparato ad amare il mio stesso cuore. La vita può veramente essere facile e felice. Infatti può scorrere liscia come l’olio. La cosa bella è che quanto più continuavo a sistemarmi e a crescere, ad accettare di meritare tutto quello che arrivava sul mio cammino, più facilmente le situazioni continuavano a manifestarsi.

Un breve mantra mi aiutò a mantenere la fiducia lungo il periodo oscuro finale: sorridi e stai sicura. In una giornata particolarmente difficile, il mio vecchio modo di pensare si aggrappava disperatamente alla vita e mi diceva che non meritavo tutto quello che avevo sognato. La mia nuova forma mentis stava cercando di subentrare in maniera permanente, rassicurandomi che invece ne ero degna. Così pregai per avere una indicazione chiara e semplice, qualcosa che non fosse difficile da ricordare nel mio triste stato, per riuscire a superare i giorni duri. Avevo bisogno di qualcosa che mi desse la forza e la speranza. Fu allora che si affacciarono alla mente le parole sorridi e stai sicura.

Le scrissi su dei foglietti di carta e li disseminai per la casa dove potessi vederli facilmente. Tutte le volte che ci passavo davanti, veniva rispettato l’impegno con me stessa e sorridevo, sicura che questo periodo sarebbe passato, seguito da un altro più positivo. Così il mio umore si risollevava automaticamente e mi sentivo rincuorata dal fatto che avrei trovato nuove ragioni per sorridere ancora. Ma non c’era ragione di leggere quelle parole senza sorridere, perché il sorriso stesso facilitava la comprensione. Quindi lo facevo.

In seguito, aggiunsi sotto ringrazia e stai sicura, in modo da esprimere in anticipo preghiere di gratitudine, con la sicurezza e la fiducia che avrei ricevuto quanto desideravo. Sorridi e stai sicura, ringrazia e stai sicura, divenne il mio mantra mentre andavo avanti giorno dopo giorno sorridendo sicura quando potevo. Nel farlo, camminavo fiduciosa, cosa che mi spingeva spontaneamente a essere grata. Le mie preghiere, speranza e intenzioni erano già state ascoltate. Il mio unico compito era sorridere e stare sicura e ringraziare e stare sicura. Ciò mi permetteva di sorridere ancor più di quanto avrei fatto altrimenti.

Ovviamente c’erano periodi in cui non ero forte abbastanza da ricorrere a queste parole, compreso quell’ultimo giorno di totale tristezza e rassegnazione. Ma quel momento di resa fu il punto di svolta definitivo. Era vero che non potevo più convivere con il dolore del passato e in un certo senso avevo ragione. Ero giunta alla fine della mia vita, almeno per come la conoscevo. Ma non dovetti morire fisicamente. Solo quella vecchia parte di me se ne andò, spiritualmente. Quelle vecchie idee su di me non potevano sopravvivere alla luce splendente del mio amore. La nuova vita che si stava manifestando silenziosamente da anni, alla fine fu in grado di sorgere.

Mentre sorridevo sicura, i miei sogni sembravano reali e divennero sempre più una parte di me. Ecco perché le porte delle opportunità si spalancarono quando finalmente riuscii a riconoscere il mio valore. I sogni erano già arrivati e stavano aspettando che io li lasciassi avverare. Così fu con il cuore colmo di gioia che mi aprii, permettendo agli eventi di accadere. Lo fecero in molti modi diversi, sia a livello personale che professionale. Tratto dal libro Vorrei Averlo Fatto .

Scopri come non avere rimpianti nella tua vita.

Con questo libro imparerai:

  • attraverso le esperienze raccolte nel libro, i principali rimpianti;
  • come cambiare la tua vita per non avere rimpianti;
  • a vivere una felicità autentica.

Vorrei averlo fatto è un inno alla vita, alla felicità e alla piena consapevolezza di noi stessi. Ti consiglio di leggerlo o di regalarlo a qualcuno a cui tieni…

I cinque rimpianti più grandi di chi è alla fine della vita

Per saperne di più leggi l’articolo…. I 5 rimpianti più grandi di chi è alla fine della vita. – Cerchiamo di non fare gli stessi errori, leggiamoli e riflettiamo: Tutto ciò che si può sperare è arrivare alla fine in pace con sé stessi e soddisfatti della vita che si è vissuta… Continua »

Una lezione di vita: Le 3 richieste prima di morire di Alessandro Magno. Una lezione di vita al momento della morte. Quando si avvicinava la sua morte, Alessandro il Grande fece tre richieste ai suoi ministri… Continua »


Di seguito suggerimenti di lettura di testi di argomenti simili…

Nulla Succede per Caso – Le coincidenze che cambiano la nostra vita. Le Coincidenze sono fenomeni spesso inspiegabili, che costellano la nostra vita quotidiana e che spesso accantoniamo senza accorgercene

Lascia il tuo commento:
Precedente Guariti dal Cancro senza Chemio Successivo World Vegan Day