Vivere Amare Capirsi

Vivere, amare, capirsi è un libro scritto da Leo Buscaglia, docente presso la Southern California di Los Angeles, pubblicato nella sua prima edizione in lingua inglese durante l’anno 1982.

L’autore, diversamente dai soliti trattati psicologici sull’arte dell’amore infarciti di concetti, teorie e modelli, preferisce descrivere l’amore attraverso modi di vivere, spesso tratti da aneddoti personali o da spunti letterari di altri scrittori. Il linguaggio è semplice e chiaro, la stile è divulgativo anche se il piglio è pur sempre accademico, visto che i vari capitoli sono tratti da una serie di corsi universitari svolti dallo stesso Buscaglia.

Nel primo capitolo, il professore spiega come sia riuscito ad ottenere l’incarico di docente per un corso sull’amore e chiarisce quali debbano essere le caratteristiche ideali per un insegnante, tra le quali ricorda la capacità di uscire fuori dal ruolo e di assumere una dimensione umana. L’autore affrontando l’argomento del vivere insieme, narra la sua esperienza biennale in Asia, presso monasteri buddisti, zen, ashram e varie località del continente, dove ha potuto sperimentare altre dimensioni del vivere insieme.

Nelle pagine seguenti, Buscaglia descrive da un lato la capacità di imparare ad amare e dall’altro il concetto di noi stessi rapportato all’ambiente circostante. Buscaglia consiglia al lettore di rintracciare la propria strada in modo autonomo, senza farsela imporre dagli altri e soprattutto indica nella autenticità e nella spontaneità le armi migliori per vivere bene con noi stessi.

Il terzo capitolo esplora il tema dei valori essenziali per l’essere umano, consiglia di vivere oggi e non domani, di perseguire la retta conoscenza, la saggezza, la compassione, l’armonia, la creatività, la forza, la pace, la gioia, l’amore, l’unità.

Di una notevole emblematicità sono gli aneddoti raccontati dall’autore, soprattutto quelli che rievocano le sue origini italiane e i suoi momenti familiari difficili e precari dal punto di vista finanziario dai quali emerge la figura materna, saggia e luminosa pur nella sua evidente semplicità.

Concludendo, Buscaglia indica nella via dell’affetto, della speranza, della fede, della fiducia, del bene e dell’amore la via della vita e del vivere amando nella comprensione reciproca.

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

Vivere Amare Capirsi. L’amore si impara, come qualunque altra cosa nella vita. Non è definibile a parole, è piuttosto un modo di vivere, di essere e di sentirsi vivi. Se si assimila questo concetto nella forma più piena, spiega Leo Buscaglia in vivere, amare, capirsi, si può alla fine ottenere dalla vita il premio più ambito: quello di essere completamente se stessi.

Leo Buscaglia

Felice Leonardo Buscaglia detto Leo (31 marzo 1924 – Glenbrook, Nevada, 11 giugno 1998) è stato un docente al Department of Special Education presso la University of Southern California e scrittore statunitense.

Leo Buscaglia, nato negli Stati Uniti da genitori italiani (della Valle d’Aosta) fu il primo ad istituire un corso universitario sull’amore negli Stati Uniti, e divenne per questo noto come “Il professore dell’Amore”. È stato autore di numerosi bestseller sull’educazione e sull’amore.

Vivere, Amare, Capirsi

Voto medio su 1 recensioni: Buono

Ordina su Il Giardino dei Libri

Ti potrebbe interessare… Meditazione dell’Amore  Inspirate profondamente e rilassatevi. Rilassatevi, semplicemente. Mentre vi rilassate percepite l’amore che vi circonda.

Precedente La via del guerriero Successivo Tulsi Japa Mala 108 Grani