Un buon libro è un buon amico: la biblioterapia o booktherapy

Regalare un libro è sempre un’ottima idea! A differenza di quanto si pensi non è un regalo banale, anzi è sempre molto consigliato: i libri influenzano la psicologia e lo stato d’animo dei loro lettori, tanto che oggi si parla di libroterapia!

un-buon-libro-e-un-buon-amico

I libri ci danno un diletto che va in profondità, discorrono con noi, ci consigliano e si legano a noi con una sorta di familiarità attiva e penetrante. Fernando Pessoa

Molti leggono per passare il tempo, per staccare dalla vita quotidiana, perchè “mi piace” o per informarsi.

Ma i libri sono in grado di fare molto di più, influenzando i loro lettori, tanto che oggi si parla di booktherapy.

Leggere è un antidepressivo: permettendo di evadere dalle preoccupazioni di tutti i giorni, aiuta a dissipare la malinconia e il malessere che si impadroniscono di noi, soprattutto nei mesi invernali.

La lettura è sollievo dei mali, e consolazione nelle sventure
Proverbio italiano

Non solo, è stato anche dimostrato che i libri riescono a influenzare attivamente i loro lettori, aiutando la loro crescita personale e spirituale.

Ciò è ben espresso da Hernán Huarache Mamani:

Quando scrivo sono cosciente che un libro ha il potere di cambiare la vita a una persona o influenzare le sue azioni; la parola ha la capacità di imprimersi in una persona, fissare pensieri, idee, trasformarsi in sentimento fino a divenire esperienza di vita. Hernán Huarache Mamani

A chi non è mai capitato di leggere un romanzo particolarmente bello, e di immedesimarvi nel protagonista a tal punto da assumere per breve tempo i suoi atteggiamenti, e modi di esprimere?

Oggi i libri entrano anche all’interno della psicoterapia: infatti sono in grado di rispondere a una necessità di approfondimento personale, suscitano riflessioni e portano a individuare e sciogliere nodi problematici.

Per questo motivo spesso i terapeuti inseriscono la lettura di un testo all’interno della terapia psicologica: in questo modo possono lavorare sia sul vissuto, sulle esperienze personali del singolo, sia sulle differenti sfere che un libro può attivare (cognitiva, emotiva, sociale)

Cosa possiamo leggere?

  • per viaggiare con la fantasia sono indicati romanzi rosa, e di avventura
  • per scavare dentro di sé e ritrovare l’equilibrio interiore sono consigliati testi sul benessere e di filosofia
  • le guide per viaggiare e i libri fotografici possono riportare alla nostra mente i bei ricordi delle vacanze appena trascorse, o proiettarci verso le ferie future.
    In entrambi i casi penseremo a momenti di felicità e relax

Se non hai letto da tre giorni un libro le tue parole diventano scialbe
Proverbio Cinese

Articoli correlati…

Iniziazione alla Libroterapia – La libroterapia non cura i disturbi psichiatrici, anche minori, ma costituisce un prezioso strumento d’intervento per tutta quella “zona grigia” che va dalla crisi esistenziale o familiare alla normale tristezza o alle crisi delle “età di passaggio”, dallo smarrimento d’identità alla caduta di ruolo, situazioni che quasi mai richiedono di essere “medicalizzate”. In un mondo che corre vertiginosamente e che ha fatto dello “scaricare da internet” una sorta di nuovo comandamento, la lettura, attraverso il contatto fisico con la pagina scritta, rappresenta un’ancora di salvezza, un momento di pausa e di riflessione, irrinunciabile per ascoltarsi, scoprire se stessi e prendersi cura del proprio sé.

I libri, quindi, regalano benessere, sono una “farmacia dell’anima”, perché possono curare e confortare solo come sanno fare gli amici fedeli e inseparabili, soprattutto in momenti di sconforto e di solitudine.

Il testo di Emanuela Racci, ha le caratteristiche di un piccolo trattato i cui capitoli, densi ed esaustivi, toccano tutti gli aspetti della lettura, da quello storico a quello filosofico a quello letterario, e trasmettono la cifra della passione, non solo intellettuale, dell’Autrice.

In un paese di non-lettori, qual è purtroppo l’Italia, un libro del genere è doppiamente meritorio perché ha il coraggio di andare contro-corrente e di porre l’attenzione su quei testi, bagaglio della nostra cultura, che sono e sempre saranno gli antidoti più efficaci contro il dilagare del gossip e dello strapotere del “nulla” televisivo.

Iniziazione alla Libroterapia
Ordina su Il Giardino dei Libri

Libroterapia DueUn nuovo viaggio nell’universo dei libri, perché leggere salverà il mondo. Gli psicologi la utilizzano nelle loro sedute, molti ne fanno uso da anni contro l’insonnia, senza saperlo…

La Libroterapia funziona davvero, e per diventare ‘libroterapisti’ provetti è indispensabile fare proprio il motto ‘leggi che ti passa’, un mantra per chi vuole utilizzare questa cura alternativa. Dispensatori di pillole di saggezza, i libri non hanno controindicazioni, si possono usare a stomaco pieno o anche vuoto e non danno assuefazione.

Oppure sì?

Dopo il primo volume di Libroterapia, ecco il secondo imprescindibile manuale per curarsi con la lettura, ricco di riflessioni, esercizi e consigli pratici per combattere ogni tipo di disturbo.

Miro Silvera, scrittore colto e raffinato, guida il lettore e lo conduce in una nuova avventura tra gli scaffali, tra aneddoti, memorie e pensieri, indicando il libro giusto per ogni male.

Libroterapia Due - Libro
Un nuovo viaggio nell’universo dei libri, perché leggere salverà il mondo
Ordina su Il Giardino dei Libri

PER SAPERNE ANCORA DI PIU’

  • 10 Libri per cambiare la tua vita –  Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L’opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che è offerto al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (Marcel Proust)
Precedente Gregg Braden e la preghiera Successivo Effetto Osservatore - Il mistero quantistico demistificato...