Tu non sei un pesce

Tu non sei un pesce.

Il nostro universo è regolato da due leggi che non troverai nei libri di fisica, ma se le conosci e ne terrai conto la tua vita migliorerà istantaneamente.

La prima legge è che l’universo ha una natura dualistica.

Questa legge dice che niente esisterebbe per te se non esistesse il suo opposto. Chiedi a un pesce cos’è l’acqua. Anche se potesse parlare non saprebbe risponderti. Il pesce non sa di essere bagnato perché non ha la più pallida idea di cosa voglia dire essere asciutto. Invece tu, che non sei un pesce, tutto ciò che conosci lo devi al fatto che conosci il suo opposto.

Sai cos’è la luce, perché conosci il buio.

Sai cosè il caldo, perché conosci il freddo.

Sai cos’è l’odio, perché conosci l’amore.

Sai cos’è la guerra perché conosci la pace.

Sai cos’è la malattia perché conosci la salute.

Dunque non c’è niente che possa esistere per te se non esistesse il suo contrario. Ma queste separazioni sono solo un artificio. Sono solo il modo con cui la tua mente fa esperienza del mondo.

La luce e il buio, per esempio, sono inseparabili. Quando tu sei immerso nella luce del giorno, il buio non cessa di esistere. Avvolge la parte opposta del pianeta. E da qualche parte, queste due realtà sono attaccate tra loro, digradano l’una nell’altra, senza soluzione di continuità.

Quindi, nonostante la nostra mente percepisca solo una cosa per volta, c’è un’unica realtà, che si manifesta attraverso due aspetti complementari e inseparabili.

La seconda legge è quella dell’impermanenza. Questa legge è più facile da capire. Dice semplicemente che nella vita tutto cambia costantemente e niente dura per sempre.

Anche ora nel tuo corpo tutto cambia. Le cellule che lo compongono muoiono costantemente e vengono sostituite da nuove cellule a ogni istante. Nel giro di pochi giorni tutte le cellule del tuo corpo moriranno e saranno sostituite da nuove cellule. Dunque per certi versi, almeno dal punto di vista fisico, nemmeno tu sei più la stessa persona del giorno prima.

A che ti serve sapere tutto questo? Semplice! Queste due leggi sono direttamente connesse con la tua felicità.

La prima, quella del dualismo, ti dice che se tu eliminassi dalla tua vita le cose negative, dolorose, tristi, non proveresti più niente di positivo, piacevole e non potresti mai più essere felice.

La seconda, quella dell’impermanenza, ti dice che quando stai male, anche molto male, non sarà per sempre. Ti dice che quel male da qualche parte è attaccato al bene. Per la legge dell’impermanenza è destinato a passare. Per quella del dualismo è destinato a lasciare il posto al suo contrario.

Questa è la vera natura dell’universo.

Impara presto le regole del gioco così potrai partecipare attivamente e non solo subirle. Più grande sarà la tua conoscenza, maggiore sarà la tua consapevolezza. E la capacità di fare il surf sulle onde della vita.

Da “La Felicità sul Comodino” di Alberto Simone

Articolo consigliato….

La Felicità sul Comodino – Piccoli segreti per vivere meglio ogni giorno «Chi non desidera essere felice? Chi non vuole che le persone che ama lo siano altrettanto? Chi non ha conosciuto almeno una volta nella vita anche un solo istante di felicità, magari, poi, passando gli anni coltivandone il ricordo e la nostalgia? «Perché la felicità appare, ci seduce, ci stordisce e poi se ne va.» Per questo cerchiamo di afferrarla… » leggi di più


Articolo correlato…

Il Piccolo Manuale della Felicità – Le istruzioni di un maestro per vivere felici. Per essere veramente liberi, bisogna conoscere la nostra reale essenza. Le leggi che agiscono sull’uomo sono le stesse che permeano l’universo, esse sono immutabili e attive, seppur su scala diversa, egualmente dappertutto.

Lascia il tuo commento:

Copyright Immagini - Dove non specificato le immagini sono rilasciate sotto Creative Commons CC0 da Pixabay » Più Info


Amazon Prime Spedizioni in 1 Giorno senza costi aggiuntivi » Iscriviti e usalo Gratis per 30 giorni


Ogni donazione ci sostiene nel nostro impegno di condivisione della conoscenza! Grazie per il tuo gesto d'amore.

Precedente La Felicità sul Comodino Successivo Immaginazione