Tomary

Tomary

“…Immagina due persone in una stanza, lontane l’uno dall’altra. Le chiameremo Tom e Mary.

L’energia personale trasmette a 360 gradi nell’Universo, e una parte di questa raggiunge Mary, la quale a sua volta emette la propria energia, che arriva anche a Tom. Ma le loro energie si incontrano a meta strada (ricorda che si tratta di energie fisiche, che possono essere misurate e sentite) e formano una nuova unità energetica che chiameremo ‘Tomary’.

Tom e Mery potrebbero definire tale energia ‘il Corpo Tra Noi’, perché effettivamente si tratta di un corpo di energia cui entrambi sono collegati, con cui instaurano uno scambio attraverso i ‘cavi’ che esistono nella Matrice.

Questa esperienza di Tomary, e li attrae verso una Santa Comunione, perché entrambi provano la gioia sublime del Corpo Tra Loro, dell’Unito, dell’Unione Benedetta.

Pur restando distanti, entrambi sentono fisicamente ciò che sta accadendo nella loro Matrice e di colpo vogliono avvicinarsi l’uno all’altra.

A questo punto entra in gioco il loro ‘addestramento’ . il mondo li ha abituati ad essere cauti, a diffidare dei sentimenti, a difendersi dalla possibilità di soffrire, a trattenersi.

Ma l’anima vuol conoscere Tomary, e subito!

I due sono irrevocabilmente attratti dal Corpo Tra Loro. A un osservatore casuale sembrerà che Tom e Mary vogliano avvicinarsi l’uno all’altra, ma in realtà desiderano raggiungere Tomary, quel luogo di Unione Divina che esiste già tra loro, il punto in cui sanno di essere Uno.

Si muovono dunque verso questa ‘sensazione’ e, a mano a mano che si avvicinano, l’energia che entrambi inviano deve coprire una distanza minore, facendosi più intensa. A un tratto si trovano abbastanza vicini. Il Corpo Tra Loro è incandescente e vibra a una velocità impressionante. Il ‘cavo’ è più grosso e splendente, e trasferisce un’incredibile quantità d’energia. Possiamo dire che i due ‘bruciano di desiderio.

Si avvicinano ancora di più, e infine si toccano.

La sensazione è così intensa da risultare quasi insopportabile. I due percepiscono tutta l’energia di Tomary, la sostanza compatta e intensamente unita del loro Essere Combinato.

Se vi aprite alla sensibilità più elevata, quando vi toccate potete esperire questa energia sublime sotto forma di ‘formicolio’ (che a volte vi attraverserà tutto il corpo), oppure come una sensazione di calore nel punto di contatto (anche questa percepibile in tutto il corpo, ma soprattutto nel chacra inferiore).

Ora che i due si abbracciano, annullando la distanza, e Tom, Mary e tomary si trovano quasi nello stesso spazio. I due sentono Tomary fra loro, e vogliono avvicinarsi ancora di più, fondersi con Tomary.

IO ho creato i corpi dell’uomo e della donna in modo che questo sia possibile: il corpo di Tom è pronto ad entrare in quello di Mary e quello di Mary è pronto a ricevere quello di Tom. Ora il formicolio e il calore sono di un’intensità intollerabile. Tom, Mary e Tomary diventano Uno nella carne.

L’energia fluisce fra loro, urgente e appassionata. Si muovono e sembra che lottino per avvicinarsi ancora di più, sempre di più!

Poi deflagrano, e i loro corpi entrano in convulsioni. Le vibrazioni li pervadono dalla punta dei piedi alla cima dei capelli. Nell’esplosione della loro unicità hanno conosciuto il Deo e la Dea, l’Alfa e l’Omega, il Tutto e il Nulla, l’Essenza della vita, l’Esperienza di Ciò Che È.

I due sono diventati Uno, e spesso da questa unione nasce una terza entità fisica.

È una manifestazione concreta di Tomary, sangue del loro sangue.

Tom e Mary hanno creato la vita!

Non ti ho già detto che siete tutti Dei?

da “Conversazione con Dio parte 2° ”  di Neale Donald Walsch – Articolo pubblicato  sotto Creative Commons License. Fonte  stazioneceleste

Conversazione con Dio parte 2

Un dialogo fuori dal comune Neale Donald Walsch

Lascia il tuo commento:
Precedente La Legge del Perdono Successivo Noi non Siamo Soli