Storiella zen

Storiella zen – La parola Zen deriva dal termine cinese Ch’an che a sua volta proviene dal sanscrito Dhyana termine che è comunemente tradotto con meditazione.

zen-storiella-zen

La pratica zen si manifesta nel tempo come l’espressione essenziale dell’esperienza della “realizzazione” o “illuminazione” che il “risvegliato” il Buddha storico, visse un giorno a Bodgaia in India nella pienezza del suo essere, e che ogni essere umano può sperimentare nel luogo in cui si trova a vivere.

Lo zen, che si concretizzata in ambiti culturali ed epoche diverse, ha assunto in ogni area geografica nel quale si è sviluppato delle connotazioni particolari e caratteristiche pur rimandendo libero da ogni schema e quindi perfettamente adattabile ad ogni circostanza e sempre perfettamente attuale.

Priva da ogni forma e proprio per questa sua natura, adattabile ad ogni forma, la pratica zen si rivela capace di totale attenzione nel vivere quotidiano e fiorisce nelle più diverse arti come ad esempio la scrittura e la pittura, la cucina, la fotografia, i giardini, ecc.

Il maestro Dogen diceva: “Imparare lo Zen, e’ trovarci, trovarci, e’ dimenticarci, dimenticarci, e’ trovare la natura di Buddha, La nostra natura originale”. La pratica dello za-zen e’ di grande efficacia per la salute del corpo e della mente, che essa conduce verso la loro condizione normale. Lo zen non puo’ essere racchiuso in un concetto, ne’ reso attraverso il pensiero, chiede di essere praticato; e’ essenzialmente, un’esperienza.

PER SAPERNE ANCORA DI PIU’

ARTICOLI CORRELATI

Crediti immagine Fresh Paint

Lascia il tuo commento:
Ogni donazione ci sostiene nel nostro impegno di condivisione della conoscenza! Grazie per il tuo gesto d'amore.

Precedente Amori Senza Tempo Successivo Revolution Days