Spezzare la ruota del Karma

Spezzare la ruota del Karma . «Se uno ti dà uno schiaffo, tu porgigli anche l’altra guancia». Quanto poco valore si dà nella nostra cultura a questo meraviglioso insegnamento del Cristo.

Da bambini si pensa, in mancanza di spiegazioni più accurate, che nel cristianesimo bisogni essere un po’ dei babbei masochisti, destinati a farsi picchiare dai bulli e a non avere mai una guancia sana.

Invece il Cristo — che aveva studiato in India — ha riassunto in questo slogan il segreto per spezzare il ciclo delle nascite e delle morti (samsara) attraverso la distruzione del meccanismo di azione-reazione.

Noi veniamo sulla terra perché quella parte di Assoluto che è la nostra anima, attraverso un’esperienza terrena, riacquisisca parte o tutta la consapevolezza della propria autentica natura.

Come in una grande scuola, in cui ci sono tutte le classi, dall’asilo all’università, ciascuno è nel suo percorso e vive al livello della propria coscienza, accumulando delle conoscenze e vivendo un’esistenza regolata dalle azioni-reazioni che sono sancite dal suo karma.

Diversamente da quanto si crede comunemente, sovrapponendo la mentalità giudaico-cristiana a una semplice legge newtoniana (“a ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria”), il karma non è una riserva di sfiga che è nascosta alle nostre spalle e ci attira solo incidenti, carnefici, esattori delle tasse e cartelle di Equitalia.

Quante volte lo sentiamo dire? “Ha avuto un incidente… è colpa del suo karma”. Raramente si sente dire “ha avuto una promozione inaspettata e ha vinto anche dei soldi al Totocalcio: dev’essere il suo buon karma!”.

Infatti, il karma non è buono né cattivo. Bene e male sono categorie umane, morali. A livello fisico, esiste solo un’energia, unica, che tende verso una superiore armonia, in un ciclo ampio e complesso, che riguarda le vite di tutti noi, nel passato, nel presente, nel futuro, i nostri antenati, i discendenti, i nostri progetti, i nostri maestri, persino gli animali domestici, tutto è parte del karma. Il ceto sociale, la durata della vita, l’intensità di essa, il bene e il male di vivere, i genitori che si scelgono, la professione che si esercita. Il tipo di morte che si attraversa.

Dunque il karma non è solo nelle azioni malvagie, compiute per disidentificazione con Dio e nella negazione che anche gli altri siano divini, ma anche e soprattutto nelle azioni buone. E qui si capisce come, nell’economia di una vita, disseminare buone azioni aspettandosi l’amore degli altri o le ricompense non produca meno reazioni che spargere odio e sofferenza.

Il fine ultimo dovrebbe essere vivere nell’armonia, accogliere ogni evento con il consenso del proprio cuore, vedere Dio in sé e negli altri ed evitare di pagare un debito contraendone un altro.

Come molti che nascono e muoiono da centinaia di vite per ridarsi, a turno, lo stesso schiaffo, o dichiararsi la stessa guerra. Vivere nel rispetto della vita in ogni sua forma, non chiedere il sacrificio di alcuno, tantomeno il proprio.

Porgere l’altra guancia vuol dire sapere che, per qualche motivo, ci è arrivato uno schiaffo, che può essere un’azione o una reazione a una nostra azione precedente. E comprendere che sta a noi spezzare questo ciclo facendo morire in questo istante quell’azione nel lago profondo della nostra più ampia consapevolezza.  Gabriele Policardo

Gabriele Policardo è autore, ricercatore e facilitatore in Costellazioni familiari, sistemiche, mediali e spirituali. Diplomato con Bert Hellinger, conduce in tutta Italia e all’estero seminari di Costellazioni Familiari e Sistemiche e seminari di nuove Costellazioni Spirituali.

Ha studiato e praticato varie discipline, tra le quali Radioestesia e pulizia dell’aura, i corsi di Cesare Boni sulla morte, la mente e i sette stati di coscienza, le Cinque Leggi Biologiche. Questi percorsi, che culminano nello yoga, integrano e arricchiscono il servizio agli altri e il lavoro di aiuto, alla luce di una sensibilità più spirituale. Ha fondato le Biocostellazioni, una nuova dimensione dell’aiuto e della consapevolezza, nella quale le Cinque Leggi Biologiche si fondono alle Costellazioni mediali e spirituali, in un nuovo approccio al sintomo, al corpo e all’Anima.

Libri da leggere di Gabriele Policardo, a ciascuno il suo.

( Gabriele Policardo Amazon )

( Gabriele Policardo Macrolibrarsi )

( Gabriele Policardo Giardino dei Libri )


Articolo correlato….

Rompere le Catene col Karma – Comprendere l’abito a toppe delle vostre vite passate – Non è mai troppo tardi per rompere le catene che ci legano al passato! Vi sentite bloccati nelle vostre scelte? Se ve ne fosse data la possibilità cambiereste il vostro schema di vita? Il Karma ci dice che noi siamo legati all’esperienza che emotivamente abbiamo costruito nel passato. L’autrice, famosa psicoterapeuta, descrive validi esercizi che rendono possibile, attraverso il nostro Sé, uscire dal vecchio Karma per entrare in una vita purificata spiritualmente.

Rompere le Catene col Karma
Comprendere l’abito a toppe delle vostre vite passate

Voto medio su 1 recensioni: Sufficiente

Leggi anche….

Archivio articoli: Gabriele Policardo

Lascia il tuo commento:
Precedente Il Pinguino che Imparò a Volare Successivo Il passo più difficile : dalla paura all’amore