Riconoscersi al di là della maschera

Riconoscersi al di là della maschera

Voi vi nascondete dietro a voi stessi, o meglio alla maschera che ognuno ha creato per se stesso… ma a cosa vale questo se non a dimostrare a voi stessi e agli altri che vi vergognate di mostrare la vostra vera natura?

È importante descrivere ciò che sentite nel profondo di voi stessi. È importante che riflettiate su questo quasi come se descriveste a voi stessi le emozioni che nascono in voi con sincerità e senza condizionamenti. È importante questo parlare a voi stessi, questo stare dentro di voi senza essere sempre proiettati verso l’esterno, verso il giudizio che altri danno di voi. Siate voi giudici di voi stessi.

Imparate a interpretare il linguaggio del vostro corpo, se ascoltato correttamente può sicuramente esservi di aiuto nella comprensione di voi stessi. Il linguaggio del corpo è immediato, naturale, spontaneo, non condizionato dalla vostra stessa mente, e proprio per questo motivo vi riflette.

Analizzate quindi le sensazioni che il vostro corpo induce in voi nelle diverse occasioni, siano esse di accettazione o di rifiuto rispetto a quanto accade intorno a voi.

Concentratevi sulla vostra pancia, perché lì risiedono le emozioni, e agite in sintonia con quanto provate. Se riuscirete in questo il vostro comportamento sarà più naturale e spontaneo, più consono al vostro spirito, al vostro percorso di crescita.

Questo però implica andare oltre ai condizionamenti e ai giudizi degli altri, trovate quindi dentro di voi il coraggio per agire in questo senso. Se faceste tutti così, le relazioni fra voi sarebbero molto più semplici, spontanee e dirette.

Voi vi nascondete dietro a voi stessi, o meglio alla maschera che ognuno ha creato per se stesso.

Questo comportamento è diventato di uso comune fra voi, a volte persino studiato, ma a cosa vale questo se non a dimostrare a voi stessi e agli altri che vi vergognate di mostrare la vostra vera natura?

È una grave perdita di coraggio il vostro atteggiamento, in alcuni casi è anche meschino quando
la maschera non ha il solo scopo di nascondere voi stessi ma anche quello di confondere e ingannare chi è intorno a voi.

È opportuno che vi adoperiate per cambiare, per tornare all’immediatezza dei rapporti che in origine era vostra.

Per nascondere voi stessi, per creare maschere sempre più complesse, avete rinnegato doni che erano tipici della natura umana e che ora non siete più in grado di riconoscere e di utilizzare.

Perché limitare le potenzialità del vostro essere, nell’esperienza terrena? Perché limitare le esperienze che sono comunque tipiche della natura umana, anche se dimenticate?

È necessario un risveglio, è necessario che voi prima di tutto impariate a guardare voi stessi e ad accettare quanto vedete.

Siete stati così bravi a creare la vostra maschera che riuscite a ingannare anche voi stessi. Ma questo inganno non vi rende liberi, al contrario vi costringe sempre più a non andare fuori dagli schemi, crea una gabbia di paura che neppure riconoscete o, meglio, che neppure volete riconoscere.

Perché tutto questo? Perché vivere l’esperienza terrena con limitatezza di risorse rispetto a quelle realmente a vostra disposizione?

A volte nasce dentro di voi il desidero di cambiamento, di interrompere questi schemi che non portano a nulla se non a restringere ancora di più la vostra gabbia. Allora quando sentite questa pulsione provate ad assecondarla, trovate dentro di voi il coraggio per uscire dagli schemi.

Può essere un processo graduale, partendo dalle piccole cose, così come molto immediato, non è rilevante il come, l’importante è il principiare.

Allora percepirete la differenza, sentirete nascere in voi un senso di libertà, inizierete a capire quanto diversi siete realmente. Comincerete a guardare attraverso la vostra stessa maschera e a ritrovarvi. Reggete quello sguardo, accettate quanto vedete per quanto ciò possa essere doloroso o imperfetto. Non giudicatevi ma adoperatevi per cambiare.

È difficile sostenere lo sguardo di voi stessi, ci vuole una forza e un coraggio che avete perso, ma se riuscirete a sostenere quello sguardo significa che state ritrovando la forza e il coraggio che sono sempre stati dentro di voi.

Avete attivato il processo di cambiamento e quando avrete imparato a riconoscervi al di là della vostra stessa maschera, quando avrete imparato a riconoscere voi stessi, allora avrete anche il coraggio di mostrarvi agli altri, di abbassare la maschera anche davanti a loro senza più temerne il giudizio perché sarete un tutt’uno con voi stessi, con la parte di voi che è più antica e che trascende le esperienze, incluse quelle terrene.

Sarete una cosa sola con il vostro essere e nulla avrete da temere nel rapporto con gli altri.

Allora vedrete cambiare anche l’atteggiamento degli altri nei vostri confronti: dapprima potrebbe essere di non comprensione perché vi mostrate in modo differente da come avete sempre fatto, ma poi nascerà anche in loro questo desiderio di cambiamento e di libertà dalla gabbia che avete creato. Allora tutto sarà più semplice e più diretto nelle relazioni e nei rapporti, altre doti ora in voi sopite potranno essere utilizzate per il bene e la crescita dell’umanità.

Altre strade, altri percorsi che ora non intravedete si apriranno davanti a voi e vostra sarà la libertà di poterli scegliere. Il precluderli a voi stessi non è libertà, ricordatelo, state negandovi la libertà di scegliere. di Emanuela Casadei Giunchi. Da: nonsoloanima.tv/

Brano estratto dal libro

Tutto è Perfetto di Emanuela Casadei Giunchi

Il libro delle risposte ai nostri dubbi e alle nostre paure. Come trovare l’armonia nella vita, nell’amore, nelle relazioni e nel distacco. Il libro è un prezioso aiuto per comprendere, accettare e superare le circostanze della vita con fiducia e speranza, forti di una nuova certezza:tutto è perfetto, e non siamo mai lasciati soli. Un libro di risposte, che si potrebbe aprire a caso certi di trovare le parole che risolvono i quesiti di ognuno di noi. più informazioni »


Leggi anche… Il Coraggio Di Dire Quello Che Si Pensa In Un Mondo Di Maschere – Viviamo in un mondo di maschere nel quale è difficile dire quello che si pensa, c’è bisogno di tanto coraggio e spesso si viene etichettati come persone non-comuni, non conformi, fuori dalle regole….

Un libro per saperne di più ….Le 5 Ferite e Come Guarirle – Rifiuto, abbandono, ingiustizia, umiliazione e tradimento: le Cinque Ferite. Ad ogni ferita emozionale corrisponde una specifica maschera visibile soprattutto a livello fisico, nei tratti somatici del viso e nella  conformazione fisica.

Crediti immagine Fresh Paint

Lascia il tuo commento:
Precedente Effetto placebo o nocebo Successivo Om The Sound Of Mala