Quaderno dei Desideri Igor Sibaldi

Quaderno dei Desideri Igor Sibaldi – Questo esclusivo quaderno ti permetterà di annotare tutti i tuoi desideri.

Contiene 11 Regole di Igor Sibaldi per la corretta compilazione.

“Desiderare”, in italiano, è un atto bellissimo, viene dalla parola sidera, “stelle”, e significa letteralmente: accorgersi che nel tuo cuore c’è qualcosa di più di quel che, per ora, le stelle stanno concedendo all’umanità.

Ogni desiderio che noi riusciamo ad esprimere è una sorta di premonizione: non si tratta cioè del frutto della nostra fantasia, ma di un improvviso estendersi della nostra percezione, fino a cogliere nel futuro una qualche occasione che sta venendo proprio verso di noi e che può servire al proprio sviluppo interiore.

Ciò che chiamiamo “desiderare” in realtà è il modo in cui questa nostra percezione più estesa cerca di annunciare alla nostra razionalità quelle occasioni che ha intravisto nell’avvenire, e di convincerla a non opporre resistenza e a non distrarsi, quando quelle occasioni arriveranno bensì a farsi avanti e ad afferrarle. – IGOR SIBALDI

Si suggeriscono le seguenti undici regole per la compilazione dei desideri (da Il frutto proibito della conoscenza, ed. Oscar Mondadori):

  1. Buona formula per iniziare ciascun desiderio è IO VOGLIO (non «io vorrei», che esprime esitazione; non «io desidero» che esprime solo una mancanza e non una volontà).
  2. Non va usata la parola «NON», né vanno usati termini negativi (come «incolume»): in generale, nei desideri non va nominato in alcun modo qualcosa che si vuole evitare.
  3. Evitare paragoni (per es; «io voglio essere atletico come il tale»): ciascun desiderio deve essere il più possibile tuo.
  4. Essere precisi: descrivere concretamente la situazione che si desidera (non «io voglio essere molto felice»: molto quanto? felice in che modo?).
  5. Evitare desideri seriali (per es: «Io voglio una casa a Berlino» e «Io voglio una casa a New York»): ciascun desiderio deve suonare originale, a suo modo unico.
  6. Non chiedere denaro: è troppo astratto, e sarebbe soltanto un rimandare la precisazione di quel che concretamente si desidera.
  7. Non chiedere che altri facciano qualcosa: sarebbe un insulto alla libertà altrui. Si eviti perciò di chiedere: «Io voglio che la tal persona abbia successo»; se proprio si desidera il successo di qualcuno, si chieda: «Io voglio fare in modo che quel tale abbia successo nel suo campo».
  8. Ciascun desiderio non superi le quattordici parole, così da potersi pronunciare comodamente in una sola emissione di fiato: se è troppo prolisso, significa che non se ne è ancora convinti.
  9. Evitare diminutivi (come per es. «io voglio una casettina»: se questo desiderio si avverasse, si avrebbe una casettina per il presepe).
  10. E meglio non chiedere storie d’amore con persone precise: molto più saggio è precisare il tipo di amore che si desidera.
  11. E utile riflettere, ogni tanto, sulle precedenti dieci regole.

Quaderno dei Desideri

Voto medio su 17 recensioni: Da non perdere

L’amore non ha altro desiderio che quello di realizzarsi, ma se amate ed è inevitabile che abbiate dei desideri, fate in modo che essi siano questi: svegliarsi all’alba con le ali al cuore e ringraziare per un altro giorno d’amore”. Kahlil Gibran

L’albero dei desideri – Avvicinati a un albero e mettiti in ascolto. Forse ciò che sentirai non sarà solo il mormorio delle foglie. Se sei fortunato, potresti incontrare un albero come Rubra, pronto a raccontarti una storia. Rubra è la grande quercia rossa che cresce nel mezzo di un prato, fra due case. Tra i suoi rami e nelle sue cavità vivono gli animali del quartiere. Tutti la chiamano “l’albero dei desideri” e ogni anno, a maggio, affidano ai suoi rami biglietti carichi di sogni e speranze. Nella sua lunga vita Rubra ha osservato ciò che si svolgeva attorno a lei silenziosamente, senza mai interferire. Ma l’arrivo di Samar, la giovane ospite della casa azzurra, costretta alla solitudine dai pregiudizi della gente, e un terribile episodio che minaccia la sua stessa vita, la convincono a rompere il silenzio. Il tempo a disposizione poco, ma forse basterà per compiere un’ultima significativa azione: esaudire il desiderio d’amore di una bambina. Età di lettura: da 9 anni.

Katherine Applegate


Per approfondire leggi …


Articoli correlati

Il Mondo dei Desideri – 101 progetti di libertà. Ti parlerò dei desideri, ma tu, per favore, dammi torto. Ti dimostrerò che senza desiderio non si vive, si finge soltanto di vivere, e che la maggior parte delle persone non lo sa, o l’ha dimenticato. Ma tu convincimi che non è vero.

Il Libro dei Desideri – 7 regole d’oro per trasformare i sogni in realtà. Ciò che desideriamo lo abbiamo già: Non entrare nello stato d’animo di volere qualcosa, ma in quello di”essere” o possedere già quella cosa…

Quaderni D’Esercizi per migliorare la qualità della propria vita e raggiungere il benessere personale. » Scopri e leggi le informazioni sugli autori e molto altro.

Tag: Quaderno d’Esercizi

Precedente 101 desideri Successivo Cannabis e Spiritualità