Psicogenealogia

La psicogenealogia é una tecnica, sistemica, familiare e transgenerazionale con delle forti connotazioni psicanalitiche, che si é sviluppata negli anni ’80 grazie alle ricerche di Anne Ancelin Schützenberger.

Anna Ancelin  chiama psicogenealogia il lavoro con il genosociogramma ; secondo questo approccio, i traumi, i segreti, i conflitti vissuti in modo drammatico, possono condizionare, per trasmissione transgenerazionale inconscia, i discendenti che possono diventare portatori di disturbi e malattie come di comportamenti bizzarri e inesplicabili.

Riappropriarsi della propria storia personale e familiare, inserirsi meglio in una discendenza e in una leggenda e mettere ordine nel “cantiere” lasciato dai nostri avi: questo è l’obiettivo della psicogenealogia clinica.

Il termine, creato da Anne Ancelin Schutzenberger, che ha concepito questo libro come il seguito ideale del best seller La sindrome degli antenati, si riferisce a quanto ci apre verso il possibile: far emergere ciò che è stato gioioso e piacevole; deporre il fardello degli errori, delle sofferenze, delle ferite e delle “colpe” del passato; accettare il male, la vergogna e il non detto della nostra famiglia, i drammi non risolti e le perdite difficili da sopportare.

Insomma, prendere tutto con distacco e vivere finalmente la propria vita. Il libro ci aiuta a porci le domande giuste per vivere, e non più sopravvivere; ci indica le trappole da evitare e ci apre il cammino che permette di “raccogliere” nel giardino di famiglia.

Psicogenealogia
Guarire le ferite familiari e ritrovare se stessi

Voto medio su 2 recensioni: Buono

Forse ti potrebbe anche interessare:

Lascia il tuo commento:
Precedente Il crudo e' servito Successivo Quantum