Crea sito

Produci Consuma Crepa Il Diktat È Servito

Produci Consuma Crepa Il Diktat È Servito – “Produci, consuma, crepa” era una frase detta dai “CCCP Fedeli alla linea”, un gruppo rock/punk degli anni ottanta, che con i loro testi e le loro musiche hanno influenzato parecchie band italiane nei decenni successivi.

Che cosa significa questa frase?

Significa che siamo all’interno di un Sistema dove, in effetti, tu puoi produrre, consumare, crepare; e non è che puoi, ma lo devi fare. E quì che nasce il problema, l’inganno: perchè si è costretti e si diventa degli “schiavi salariati”, per dirla con Nietzsche.

Badiamo bene che in realtà non c’è nulla di male a produrre, consumare, e poi morire com’è giusto che sia. La differenza sta tutta nel ‘come’ si affrontano queste prerogative nel corso della propria vita.

È nella meccanicità di tutto questo che esiste l’errore, cioè nel fatto che noi lo facciamo perché ci viene imposto dalla società, lo facciamo con la coscienza di schiavi; e non lo facciamo con la coscienza di individui che hanno in mano la loro vita.

produci-consuma-crepa

La differenza sta proprio in quella sottigliezza che l’uomo addormentato non riesce a percepire, tra l’azione consapevole e l’azione meccanica. Per questo Goethe scriveva: “Nessuno è più schiavo di colui che si ritiene libero senza esserlo”. Noi siamo specialisti nel attribuirci sia l’autocoscienza che il libero arbitrio, ma il fenomeno “produci-consuma-crepa” dimostra quanto tutto ciò non corrisponda a verità.

Noi non facciamo una cosa perché vogliamo/desideriamo farla, ma perché ci è imposta dalla società. Questo è principalmente anche il motivo per cui la maggior parte delle istituzioni non funziona come dovrebbe. La gente non svolge il proprio lavoro con amore, ma perché obbligata a farlo. Questa società ti costringe ad avere un posto di lavoro, qualsiasi esso sia, a costo di dover rivolgersi a ‘terze persone’ per ottenere quella che tutti ormai chiamiamo: raccomandazione!

La raccomandazione è la figlia maggiore del produci-consuma-crepa, e chi non riesce a capirlo è perché vive dentro ad un’allucinazione (Matrix)

Nella meccanicità della nostra vita quotidiana non si agisce, ma si re-agisce. Su questo punto lavorano giorno e notte i pubblicitari, i quali conoscono bene le nostre re-azioni meccaniche a determinate manifestazioni, quindi riescono ad indurci a comportarci come loro vogliono. Lo stesso fanno anche gli esponenti politici con le masse, in Italia questo fenomeno dovremmo conoscerlo molto bene!! Tutti questi individui votati alla passività, sono comunque esseri umani, anche se dalla loro meccanicità non sembra.

Questi esseri umani-robot vengono ‘costruiti’ dalla genetica, dalla famiglia, dalle scuole e dalla televisione. La mente collettiva è un sistema che si auto-alimenta e si auto-controlla da solo, quindi questi robot non hanno nemmeno bisogno di ‘guardiani’ per vivere all’interno del sistema ‘produci-consuma-crepa’; per loro è la normalità, nessuno tenta di fuggire Ri-svegliandosi.

Se capite questo, capite anche che non si possiede un pensiero autonomo, ma si vive la propria vita in maniera passiva, sono i fatti ad attraversarci, non noi a crearli. In parole povere: noi NON creiamo la nostra realtà!

Per uscire da questo sistema, o perlomeno per viverlo in maniera consapevole, c’è bisogno di un Ri-sveglio su larga scala, mondiale! Per questo tutti gli Esseri di Luce sono ‘chiamati’ a scendere in campo, la battaglia è iniziata. Solo attraverso il risveglio potrete realizzare un giorno chi siete veramente e cosa volete veramente fare nella vostra vita, al di là dei programmi mentali che la società ha preparato per voi!

Da Tragicomico – Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Da: Tragicomico

Libro correlato… Schiavi del Tempo: La folle corsa del mondo postmoderno. Riflessioni per una vita più umana, lenta e consapevole.

PS. Può anche interessarti approfondire leggendo questi articoli…

Lascia il tuo commento:
CHIUDI
CHIUDI
shares
Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On PinterestVisit Us On InstagramVisit Us On Youtube