Pietra di luna e oli essenziali per le donne alla scoperta del proprio mondo interiore

Pietra di luna e oli essenziali per le donne alla scoperta del proprio mondo interiore.

Le proprietà, i benefici e come utilizzare la pietra adularia

La pietra di luna o adularia si chiama così perché ha riflessi color madreperla che ricordano il nostro satellite notturno. Gli antichi credevano che l’interno contenesse addirittura frammenti del nostro satellite.

Scopri quali sono le sue proprietà, come purificarla e a quali oli essenziali abbinarla per un effetto ancora maggiore.

Pietra di luna: come riconoscerla

Nell’Est Europa questa pietra misteriosa viene usata come amuleto portafortuna, da regalare alle donne. Essendo una pietra collegata alla luna, è particolarmente indicata per le donne, in special modo a coloro che vogliono intraprendere un viaggio interiore che le porti alla scoperta del proprio mondo interiore, ancora da esplorare.

Per molti popoli è una pietra sacra, date le sue caratteristiche: per i Sioux è in grado di proteggere chi la indossa dagli spiriti maligni; in India si crede che sia in grado di riaccendere la passione nelle coppie.

Pietra di origine lavica, l’adularia fa parte della stessa famiglia delle ossidiane. Il colore varia dal bianco latte fino al blu, ma si possono trovare cristalli anche con sfumature sul verde, sul rosa e sulle varie tonalità del marrone.

Pietra di luna: i benefici secondo la cristalloterapia

Questa pietra è profondamente legata alla sfera femminile e all’elemento acqua. Non a caso in passato era regalata ai viaggiatori, affinché li proteggesse durante il tragitto.

La pietra di luna è particolarmente indicata per le donne che stanno intraprendendo un viaggio introspettivo, volto alla conoscenza di se stesse e del proprio mondo interiore. Aiuta, in special modo, a ritrovare la parte più vera, quella che spesso viene nascosta agli altri. Permette di lavorare su se stessi senza tralasciare alcun ambito, ma armonizzando le varie dimensioni.

Essendo una pietra legata alla luna, è legata anche ai cicli naturali, motivo per cui è indicata per riportare l’equilibrio in tutti coloro che hanno sbalzi di umore o non riescono a vivere il momento presente con serenità. Allo stesso tempo aiuta ad adattarsi meglio ai ritmi della vita.

Utile anche per gli artisti, poiché aumenta e favorisce la creatività.

A livello fisico, secondo la cristalloterapia, è particolarmente benefica per il sistema riproduttivo femminile: oltre ad alleviare i dolori mestruali, aumenta la fertilità e permette di vivere al meglio il parto. Può essere indicata anche per vivere la menopausa senza troppi disagi.

Se tenuta vicino al letto, concilia il sonno e permette di fare sogni positivi.

Anche sulla mente ha proprietà positive: la pietra di luna adularia ha potere calmante e riequilibrante. Se la si porta per un lungo periodo e con costanza, aiuta a rinforzare la personalità, permettendo di mettere chiarezza fra i pensieri e di esprimersi in modo chiaro e deciso, senza reprimere i propri sentimenti. Aiuta a entrare nel flusso e a lasciar andare, accettando che le cose accadano naturalmente.

D’altro canto, stimola il lato intuitivo della persona, permettendo di entrare in contatto con la propria parte più femminile.

Aiutando a entrare in contatto con le proprie emozioni, può essere indicata per quanti soffrono di fame nervosa. La pietra può aiutare a prendere consapevolezza che la propria fame di cibo è in realtà fame di affetti, permettendo un maggior controllo e consapevolezza riguardo il cibo.

Pietra di luna: come usarla

La pietra di luna si può indossare in forma di bracciale, orecchini o ciondolo. Si può tenere in casa, ad esempio sulla scrivania dove si lavora o si studia, così da favorire la concentrazione.

Utile è anche durante la meditazione: aiuta a sbloccare il settimo chakra, funge da ponte con le energie superiori e aiuta a ritrovare l’equilibrio.

Secondo il Feng shui, inoltre, una pietra di luna posizionata a sud ovest aiuta a riequilibrare le energie degli ambienti in cui si vive.

Prima di utilizzarla, la pietra di luna si purifica lasciandola immersa in acqua corrente per qualche minuto, oppure anche vicino a una drusa di ametista.

Per caricarla, invece, si può lasciare il cristallo alla luce della luna per qualche notte.

La pietra di luna preferita dai nostri clienti

Ciondolo Pietra di Luna

Voto medio su 5 recensioni: Buono

Articolo correlato… Pietra da coccolare – La pietra da coccolare  è una pietra da portare con sè per attraversare tutti i guai e tutte le gioie della giornata.

Pietra di luna e oli essenziali: gli abbinamenti più efficaci – Poiché la pietra di luna aiuta a fare chiarezza, ad adattarsi ai vari cicli della vita e a trovare il proprio percorso interiore, gli oli essenziali che possono potenziare questi effetti sono:

  • la rosa: aiuta, in particolar modo, ad armonizzare la propria sessualità, sciogliendo i blocchi emotivi e aiutando ad alleviare eventuali disturbi legati agli organi genitali femminili;
  • la lavanda: è una pianta lunare che permette di calmare gli eccessi emotivi e di creare un’atmosfera armoniosa. Ottima anche per conciliare il sonno;
  • il bergamotto: il suo dolce profumo rasserena l’animo e permette di ritrovare la calma interiore;
  • il vetiver: aiuta nella realizzazione dei propri obiettivi, rafforzando la fiducia e la sicurezza nelle proprie capacità;
  • il cipresso: aiuta a proseguire il cammino intrapreso senza tentennamenti o cambi di opinione.

Oli essenziali:  


La naturopata consiglia: i rimedi floreali da abbinare alla pietra di luna – L’effetto dei cristalli può essere amplificato se al contempo si assumono fiori di Bach o rimedi di altri sistemi floreali.

Uno dei fiori indicati se si sta intraprendendo un percorso personale è Walnut, indispensabile per comprendere, accettare e trasformare le insicurezze e le indecisioni che accompagnano i nuovi inizi o i nuovi percorsi. Walnut aiuta ad accettare i cambiamenti e a vederli in maniera positiva.

Fra i fiori australiani, Green Spider Orchid è indicato per quanti vogliono raggiungere nuovi livelli di consapevolezza.

Monga Waratah aiuta quando c’è un rapporto di ossessione nei confronti del cibo: aiuta a spezzare le catene della dipendenza.

Rimedi floreali: 

I Rimedi Floreali Italiani
33 nuove essenze terapeutiche da preparare in casa

Pietra di luna e oli essenziali per le donne alla scoperta del proprio mondo interiore di Romina Rossi  Macrolibrarsi

Lascia il tuo commento:
Precedente Carte della Luna Successivo Come Divertirsi