Mondi interiori Mondi Esteriori

Mondi interiori Mondi Esteriori è un film documentario realizzato dal canadese regista e insegnante di meditazione Daniel Schmidt. Il film è uscito nel 2012.

Il film è uscito gratuitamente on-line. È stato trasmesso in inglese, francese, spagnolo, tedesco e Hindi e ci sono i sottotitoli per 17 lingue. Il film ha vinto numerosi premi in festival cinematografici, tra cui il Premio di eccellenza al Festival Internazionale del Cinema di Canada.

Creatore del film Daniel Schmidt è un regista canadese ed è anche un musicista e di meditazione insegnante. 

Schmidt e la moglie Eva Dametto gestiscono il Centro Yoga Vero Respirare Ontario, Canada. Schmidt ha studiato varie forme di meditazione prima di fare il film tra cui, le tradizioni del Buddismo, Taoismo e le tradizioni dello Yoga di India. Ha inoltre studiato varie tradizioni mistiche da diverse culture. 

Il film è stato creato da Schmidt con il sostegno di sua moglie Dametto. Schmidt ha scritto la sceneggiatura, composta un’originale colonna sonora, ha creato la fiamma frattale immaginario, diretto, montato, prodotto e finanziato il film. Il film ha il suo background in filosofia, la sua esperienza in televisione, musica e animazione industrie, e il suo entusiasmo personale per la meditazione.

Eva Dametto è un performante e artista visivo, un insegnante di chakra e hatha yoga, e un praticante di arti espressive. Lei è stato coinvolto nel processo di definizione e di editing e anche creato ed eseguito alcuni dei mantra nel film.

Il film riprende filmati di vibrazioni acqua da cimatica tedesco ricercatore Alexander Lauterwasser. La conferma 2012 dell’esistenza delBosone di Higgs o “particella di Dio” è stata costituita nel film. Il film include anche frattale animazione riprese da artista Jock Cooper così come la musica dal musicista Indiajiva australiano.

Durante la produzione del film, Daniel e Eva decisero che sarebbe stata rilasciata gratuitamente. 

Il testo è disponibile sotto la licenza Creative Commons – Da Wikipedia, l’enciclopedia libera


Mondi Interiori, Mondi Esteriori – Parte 1 – Akasha

Akasha è il non-manifesto, il “nulla” o il vuoto che riempie il vuoto dello spazio. Come Einstein si rese conto, lo spazio vuoto non è veramente vuoto. Santi, saggi e yogi che hanno esaminato se stessi, hanno anche capito che nel vuoto c’è un potere infinito, una rete di informazione o di energia che collega tutte le cose.

Questa matrice o rete è stata chiamata Logos, il campo di Higgs, l’Om primordiale e mille altri modi nel corso della storia. Nella prima parte di Mondi Interiori, esploriamo quella sorgente vibratoria che si estende attraverso tutte le cose, attraverso la scienza della Cimatica, il concetto di Logos, e il concetto vedico di Nada Brahma (l’universo è suono o vibrazione).

Una volta che ci rendiamo conto che c’è una sorgente vibratoria che è la radice di ogni indagine scientifica e spirituale, come possiamo dire “la mia religione”, il “mio dio” o la “mia scoperta”?


Mondi Interiori, Mondi Esteriori – Parte 2 – La Spirale

Il filosofo Pitagorico Platone ha fatto capire enigmaticamente che c’era una chiave d’oro che unifica tutti i misteri dell’universo. La chiave d’oro è l’intelligenza del logos, la fonte del primordiale om. Si potrebbe dire che è la mente di Dio. La fonte di questa simmetria divina è il più grande mistero della nostra esistenza. Molti dei pensatori monumentali della storia, come Pitagora, Keppler, Leonardo Da Vinci, Tesla e Einstein sono giunti alla soglia del mistero. Ogni scienziato che guarda in profondità l’universo e ogni mistico che guarda profondamente dentro di se, finalmente si trova faccia a faccia con la stessa cosa: la Spirale Primordiale.


Mondi Interiori, Mondi Esteriori – Parte 3 – Il Serpente e il Loto

La spirale primordiale è il mondo “manifesto”, mentre l’akasha è il “non manifesto”, o vacuità stessa. Tutta la realtà è un’interazione tra queste due cose, Yin e Yang, o coscienza e materia. La spirale è stata spesso rappresentata dal serpente, la corrente verso il basso, mentre l’uccello o fiore di loto ha rappresentato la corrente ascensionale o trascendentale. Le antiche tradizioni hanno insegnato che un essere umano può diventare un ponte che si estende dall’esterno all’interno, da grossolano a sottile, dai chakra inferiori a quelli superiori. Per bilanciare l’interno e l’esterno, vi è ciò che il Buddha chiamò la via di mezzo, o ciò che Aristotele chiamava Sezione Aurea. Si può essere quel ponte. Il risveglio pieno di energia e di coscienza umana è il diritto di nascita di ogni individuo sul pianeta. Nella società di oggi abbiamo perduto l’equilibrio tra interno ed esterno. Siamo così distratti dal mondo esterno della forma, pensieri e idee, che necessitiamo di più tempo per connetterci al mondo interiore, il regno dei cieli che è dentro.


Mondi Interiori, Mondi Esteriori – Parte 4 – Oltre il Pensiero

La vita, la libertà o la ricerca della felicità. Viviamo le nostre vite, perseguendo la felicità “al di fuori”, come se fosse una merce. Siamo diventati schiavi dei nostri desideri. La felicità non è qualcosa che può essere perseguito o acquistato come un vestito a buon mercato. Questa è Maya, illusione, il gioco infinito della forma. Nella tradizione buddista, Samsara, o ciclo infinito di sofferenza, si perpetua dal desiderio di piacere e di avversione al dolore. Freud si riferiva a questo come il “principio del piacere”. Tutto quello che facciamo è un tentativo di creare piacere, per ottenere qualcosa che vogliamo, o di spingere via qualcosa che auspicabilmente non vogliamo. Anche un organismo semplice come il paramecio fa questo. Si chiama risposta ad uno stimolo. A differenza del paramecio, gli esseri umani hanno più scelta. Siamo liberi di pensare, e questo è il cuore del problema.

E’ il pensiero su ciò che vogliamo che è andato fuori controllo. Il dilemma della società moderna è che cerchiamo di capire il mondo, non in termini di coscienza interiore arcaica, ma quantificare e qualificare ciò che noi percepiamo come il mondo esterno, utilizzando mezzi scientifici e di pensiero. Il pensiero ha portato solo a pensare di più ed a farsi più domande. Cerchiamo di conoscere le forze interne che creano il mondo e guidano il suo corso. Ma non concepiamo questa essenza, com al di fuori di noi stessi, non come una cosa viva, intrinseca alla nostra natura. E’ stato il famoso psichiatra Carl Jung che ha detto “colui che guarda fuori sogna, chi guarda dentro si sveglia”. Non è sbagliato desiderare di essere sveglio, di essere felice. Ciò che è sbagliato è quello di cercare la felicità fuori quando la si può trovare solo all’interno.

Mondi interiori Mondi Esteriori doppiato in italiano.

Correlato: Verso un nuovo Mondo – Diciotto autori. Diciotto racconti. Diciotto viaggi tra speranza, amore, follia e disperazione. Tra queste pagine troverete cantori digitali, misantropi sociofobici, artisti visionari, divinità meccaniche, futuristi e acrobati. Storie di viaggi, ma non solo.


Gli Annali dell’Akasha – Accedere alla memoria del pianeta. Viaggiare nel tempo è indubbiamente uno dei sogni più antichi dell’umanità. Si tratta forse di un delirio, di una folle ricerca scientifica? Certo che no: da millenni i mistici e gli esploratori dell’invisibile affermano di saper navigare con la propria coscienza nei meandri del Tempo.

Oggi alla loro testimonianza si aggiunge quella di Daniel Meurois, che con la chiarezza tipica del suo stile ci racconta del proprio vissuto e del metodo d’indagine che ha dato vita a bestseller straordinari come L’altro volto di Gesù: un metodo che da più di venticinque anni gli consente l’accesso, da uno stato di coscienza non ordinario, agli annali dell’Akasha, la “memoria” del pianeta.

Pian piano ci conduce più vicini al nostro “atomo primo”, ai confini dell’universo spirituale, ove il Divino si unisce alla Materia: là dove ogni cosa è concepita, e poi memorizzata.

Gli Annali dell'Akasha
Accedere alla memoria del pianeta

Voto medio su 4 recensioni: Da non perdere

Ordina su Il Giardino dei Libri

Nel Principio era il Logos – Vangelo di Giovanni. La luce del pensare che spiega il creato …

“…A questo seminario è benvenuto chiunque sia interessato al testo evangelico che per duemila anni ha profondamente segnato l’umanità occidentale. La spiegazione che io cerco di dare frase per frase, parola per parola, non presuppone una conoscenza o una preparazione particolare. Importante però è l’atteggiamento di apertura interiore, perché le mie riflessioni attingono non solo alla teologia e all’esegesi tradizionali – che studiai a suo tempo – ma più ancora dalla moderna scienza dello spinto che Rudoìf Steiner ha inaugurato e che vede nei Vangeli dei tesori spirituali che sono ancora tutti da scoprire. Intendo commentare il testo parola per parola…

La natura del Vangelo di Giovanni richiede una lettura che sia pienamente esoterica ed essoterica ad un tempo… Questo testo è forse il più bello e profondo che sia mai stato affidato all’umanità: è inesauribile nei suoi contenuti e sorprende per la sua attualità. E’ in grado di farci guarire dai tanti mali del nostro tempo, offrendoci gli strumenti più efficaci per una rigenerazione vera del singolo e del sociale.” Pietro Archiati

Nel Principio era il Logos - Vangelo di Giovanni Vol. 1
La luce del pensare che spiega il creato. Atti del seminario di San Galgano dal 25 agosto al 1 settembre 2001

Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere

Ordina su Il Giardino dei Libri

Il Bosone di Higgs – L’invenzione e la scoperta della «particella di Dio» Tra i tanti oggetti pervasivi ed elusivi che affollano la dimensione invisibile del mondo subatomico, il “bosone di Higgs” è stato il più pervasivo ed elusivo: quella particella era l’elemento cruciale che mancava a completare il puzzle del Modello Standard, perché conferiva massa a tutte le altre particelle elementari, un enigma rimasto altrimenti insoluto.

Quando finalmente il 4 luglio 2012 il CERN ne ha annunciato la verifica sperimentale, la “particella di Dio” (come un fisico l’ha temerariamente denominata) ha attirato su di sé i riflettori dell’attenzione mediatica mondiale.

Affrontando l’intera questione con un rigore che ne acuisce la densità intellettuale e la vertigine tecnologica, Jim Baggott segue due percorsi paralleli. Non solo, infatti, ne ricostruisce la genesi teorica, ma ripercorre tutte le stazioni di avvicinamento all’eclatante risultato di Ginevra:

  • il legame tra i primi acceleratori degli anni Venti e le collisioni di particelle nei raggi cosmici
  • la messa a punto del ciclotrone da parte di Lawrence
  • il contributo di Van der Meer, il cui metodo di “raffreddamento stocastico” ha permesso al gruppo di Rubbia l’individuazione dei bosoni W e Z, decisivi per arrivare alla scoperta del bosone di Higgs
  • le svolte del LEP (Large Electron-Positron Collider) e dell’ormai leggendario LHC (Large Hadron Collider), che con i suoi 1600 magneti superconduttori ha permesso di sviluppare energie senza precedenti

Prefazione di Steven Weinberg.

Il Bosone di Higgs
L’invenzione e la scoperta della «particella di Dio»
Ordina su Il Giardino dei Libri

Profezia Divina e Scienza – Tutto è Spirito? – La scienza moderna, in particolare la fisica quantistica, ha scoperto che la dimensione materiale non è la realtà, ma soltanto l’apparenza esteriore, dietro la quale agiscono strutture spirituali.

Profezia Divina e Scienza - Tutto è Spirito? - Libro
Ordina su Il Giardino dei Libri

I Segreti della Mente Calma – L’arte della meditazione per Apprendere, Pensare, Risolvere

“Dedichiamo enormi sforzi a migliorare le condizio­ni esteriori della nostra esistenza, ma alla fin fine è sempre la nostra mente a sperimentare il mondo e a tradurlo in benessere o in sofferenza. Se riuscissimo a percepire le cose in modo differente, anche la qualità della nostra esistenza cambierebbe. Ebbene, tale cambiamento è il risultato di un adde­stramento mentale che chiamiamo ‘meditazione’.”

I Segreti della Mente Calma - Libro
L’arte della meditazione per Apprendere, Pensare, Risolvere
Ordina su Il Giardino dei Libri

Post correlati…

La Pausa passaggio da mondo esterno al mondo interno – La pausa, quando viene eseguita con coscienza, diventa una piccola porta aperta che ci immette in un grande mondo. Essa è necessaria nella vita dell’essere umano e, comunemente, è la vita stessa che ci impone una sosta, una pausa appunto in determinati momenti.

Morgan Freeman Science Show – Alla scoperta delle meraviglie dell’universo.  Il premio Oscar Morgan Freeman, grande appassionato di astronomia, ci accompagna in un viaggio straordinario alla scoperta dei segreti dell’universo.

Dialogo con la Guida Interiore – Scopri chi sei davvero guardando con occhi di verità.

I Registri Akashici – Accedere alle memorie universali per scoprire la storia della propria anima. La Chiave Suprema

The Master Key System … è il mondo interiore che genera quello esteriore … è la Mente Creatrice che può permetterci di cambiare il nostro ambiente. Charles Haanel

Lascia il tuo commento:
Precedente Giovane per Sempre Successivo La Magia di Crederci - Utilizza la forza della tua mente ...