Matrix film – Piu’ analisi completa della Trilogia alla portata di tutti.

Matrix film – Piu’ analisi completa della Trilogia alla portata di tutti.

matrix-1

Matrix (The Matrix) è un film di fantascienza del 1999 scritto e diretto da Larry e Andy Wachowski. Ha vinto numerosi premi, tra cui 4 Oscar.

Il titolo deriva dal termine latino matrix (generatrice/matrice), che a sua volta ha dato origine al vocabolo inglese matrix, ovvero “matrice di numeri”, un elemento di tipo tabellare derivante da strutture matematiche, molto utilizzato in informatica per associare dati, o sistemi di dati, tra loro. In questo caso, la matrice rappresenta una sorta di cyberspazio o realtà simulata creata dalle macchine.

Il film è uscito nelle sale negli Stati Uniti il 31 marzo 1999 e il 7 maggio successivo nelle sale italiane. Ha avuto due sequel, Matrix Reloaded e Matrix Revolutions, formando così una trilogia. I seguiti però, sebbene campioni d’incassi, hanno ricevuto parecchie critiche negative da parte della cinematografia e del pubblico[1] a causa delle loro trame questa volta davvero troppo visionarie e irreali.

Il film ha avuto un forte impatto culturale e vi sono state numerose opere che vi fanno riferimento.

Nel 2012 è stato scelto per la conservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.

TRAMA

« Matrix è ovunque. È intorno a noi. Anche adesso, nella stanza in cui siamo. È quello che vedi quando ti affacci alla finestra, o quando accendi il televisore. L’avverti quando vai a lavoro, quando vai in chiesa, quando paghi le tasse. È il mondo che ti è stato messo davanti agli occhi per nasconderti la verità. »  (Morpheus a Neo)

Thomas A. Anderson lavora presso la Metacortex come programmatore di software. Di giorno è noto per il suo altruismo e per il suo essere un cittadino modello, mentre di notte vive una seconda vita, come un attivo hacker, sotto lo pseudonimo di “Neo”, e in questa veste ha commesso praticamente tutti gli illeciti informatici possibili. Sorvegliato dagli Agenti, a un certo punto viene arrestato, e gli viene inserita una cimice nel corpo per seguirlo. Una notte, ad Anderson compaiono sul monitor una serie di frasi criptiche riguardo a qualcosa chiamato “Matrix”: desideroso di sapere cosa sia, Anderson viene contattato da Trinity, hacker braccio destro del misterioso Morpheus, che lo conduce da lui dopo avergli estirpato la cimice. Neo ingerisce la pillola rossa e si sveglia bruscamente nudo nel liquido viscoso di un’incubatrice, con il corpo collegato a cavi di alimentazione e cavi elettrici. Si rende conto di essere parte di una tra tante enormi torri circolari che contengono incubatrici

I cavi sono scollegati, Neo viene espulso e recuperato da Morpheus, che lo porta a bordo del suo hovercraft, il “Nabucodonosor”, con il suo equipaggio di 7 elementi (più loro 2). Neo viene sottoposto a terapia riabilitativa, in cui gli vengono ricostruiti i muscoli, e successivamente Morpheus gli spiega la situazione. Per lui l’anno potrebbe essere il 2199 e l’umanità sta combattendo contro le macchine ad Intelligenza Artificiale che ha costruito all’inizio del ventunesimo secolo. La Terra è ridotta a un deserto di città fatiscenti, la civiltà è scomparsa e il cielo è costellato di nubi nere, generate dagli umani nel tentativo di togliere l’energia solare alle macchine. Le macchine hanno risposto usando gli stessi umani come fonte di energia, “coltivandoli” in campi infiniti di torri-incubatrici per sfruttare il calore e la bioelettricità prodotti.

Il mondo nel quale Neo è vissuto fin dalla nascita è Matrix, una neuro-simulazione interattiva, costruita sul modello del mondo del 1999 per tenere sedati gli umani coltivati. Morpheus e la sua squadra sono ribelli che liberano i prigionieri di Matrix e li reclutano nella loro resistenza. Morpheus crede che Neo sia “l’Eletto”, ossia colui che sarà in grado di decodificare Matrix e di concludere la guerra contro le macchine, risvegliando l’intera umanità dalla “simulazione onirica” di Matrix stessa.

Neo viene quindi addestrato. Un collegamento nella nuca, precedentemente utilizzato per connettere il suo cervello con Matrix, permette di “caricare” nozioni direttamente nella sua mente. Imparerà via “upload” le arti marziali e dimostrerà le sue abilità acquisite in un combattimento simulato contro Morpheus. Un ulteriore addestramento introduce Neo ai pericoli di Matrix. Le lesioni subite all’interno della realtà virtuale sono riflesse nel mondo reale: se si è uccisi “mentalmente” in Matrix, il corpo fisico muore. Neo viene inoltre messo in guardia dagli Agenti, “programmi-sentinella” potenti e veloci, con capacità di ubiquità, prendendo possesso del corpo di altre persone il cui scopo è eliminare le minacce al software virtuale della dimensione onirica di Matrix. Per entrare ed uscire da Matrix, la squadra utilizza le linee telefoniche.

Il gruppo successivamente rientra in Matrix e porta Neo dall’Oracolo, la donna che aveva predetto l’arrivo di un Eletto. Neo non ottiene risposte chiare, e l’Oracolo aggiunge che Morpheus crede in lui ciecamente, tanto che giungerà a sacrificare la propria vita per salvarlo e che ci sarà un momento in cui uno tra loro due dovrà morire, e dipenderà da Neo scegliere chi. Terminato l’incontro con l’Oracolo, il gruppo ritorna alla linea telefonica che serve a loro come uscita da Matrix, ma viene braccato da Agenti e ufficiali di polizia, che avevano intercettato le loro comunicazioni: Morpheus decide di farsi catturare per far portare in salvo Neo. Il gruppo è stato tradito da un suo membro, Cypher, che consegna Morpheus agli Agenti in cambio di un ritorno permanente in Matrix, con garanzia di adeguata posizione sociale, ricchezza, notorietà e perdita della memoria della vita precedente.

Il traditore, uscito da Matrix e ritornato alla Nabucodonosor, uccide tutti i membri dell’equipaggio tranne Tank, il quale, gravemente ferito, lo uccide, salvando Neo e Trinity. Morpheus è ancora prigioniero degli Agenti, che vogliono da lui i codici di accesso al mainframe di Zion, la città superstite degli umani liberi costruita vicino al centro della terra, così da neutralizzarla. Neo e Trinity ritornano in Matrix e, dopo numerosi scontri a fuoco, riescono a salvare il loro leader. Morpheus e Trinity evadono da Matrix usando il telefono della metropolitana, ma Neo viene bloccato dall’Agente Smith, che si era materializzato nel corpo di un mendicante obbligandolo a combattere. I due si fronteggiano in uno scontro di arti marziali e, quando Neo sembra essere riuscito a sconfiggerlo, l’agente torna a combattere. Neo fugge.

Mentre Neo attraversa la città braccato dagli Agenti, in cerca di un altro telefono per uscire da Matrix, nel mondo reale alcune “seppie”, macchine assassine che perlustrano i cunicoli del sottosuolo terrestre alla ricerca di umani ribelli, convergono sul Nabucodonosor. Neo finalmente raggiunge il telefono ma in quel momento viene raggiunto dall’Agente Smith, che lo colpisce con una raffica di pallottole, uccidendolo. A bordo del Nabucodonosor, Trinity bisbiglia all’orecchio del corpo inanimato di Neo che l’Oracolo le aveva confidato che lei si sarebbe innamorata dell’Eletto e ora lei era innamorata di lui. Trinity rifiuta di credere alla sua morte e lo bacia; Neo si risveglia. Gli Agenti lo attaccano nuovamente, ma lui riesce a bloccare le pallottole a mezz’aria con un semplice gesto della mano: è la conferma definitiva che è l’Eletto.

Alla fine Neo vede Matrix come realmente è: nient’altro che righe verdi di codice di programmazione. L’Agente Smith fa un ultimo tentativo di attaccarlo e finalmente Neo riesce a distruggerlo, entrando dentro di lui e facendolo esplodere. Proprio in quell’istante le “seppie” vengono distrutte dall’arma ad impulsi elettromagnetici del Nabucodonosor. Nella scena conclusiva Neo, introdottosi nuovamente in Matrix, da un telefono pubblico promette alla gente che “tutto è possibile” e vola via sopra la città.

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons – Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

Che cos’è Matrix? Analisi completa della Trilogia alla portata di tutti.

Scena Pillola Rossa O Blu – Scena Pillola Rossa O Blu (Verità O Illusione) Questa non è una semplice scena di un film, e nemmeno un banale dialogo tra due attori. Questa è Arte, l’arte di trasmettere consapevolezza e di risvegliare le coscienze…. leggi anche questo articolo »

Articoli correlati…

The matrix una parabola moderna – Matrix e’ il titolo di un libro, un libro che parla della trilogia di “the Matrix” dei fratelli Wachowsky. Una ri-lettura della pellicola attraverso le chiavi di tutti i tempi della conoscenza dell’uomo.

Filmatrix – Cambia la tua vita grazie al potere nascosto nei film. La maggior parte delle nostre sofferenze emerge dalla falsa consapevolezza di sentirci “separati”. Lo facciamo anche quando lavoriamo ai nostri obiettivi separando la salute, dal lavoro e la vita familiare da quella professionale.

Crediti immagine Fresh Paint

Lascia il tuo commento:
Precedente La numerologia del numero di telefono Successivo Terremoti maremoti e... secondo la scienza dello spirito