La Madre Sri Aurobindo

La Madre – Questo libretto è uno tra i più diffusi e tradotti tra le opere di Sri Aurobindo.

Scritto nel 1927 sotto forma di lettere (tranne la prima parte), fu pubblicato per la prima volta nel 1928.

Il manoscritto originale, riprodotto a fianco della traduzione italiana, differisce in pochissimi punti dal testo finale come ci è pervenuto dopo alcune revisioni marginali di Sri Aurobindo.


Cercate di realizzare la forza che è in voi, cercate di farla uscire; in tal modo vedrete che tutto ciò che fate non viene da voi ma da quella verità che sta dentro voi perchè non siete voi, ma qualcosa all’interno di voi. Sri Aurobindo

La malattia tornerà nel corpo se l’anima è malata; poiché i peccati della mente sono la causa segreta dei peccati del corpo. Allo stesso modo la povertà e le preoccupazioni torneranno sempre nell’uomo, finché la specie umana resterà sottomessa all’egoismo. Sri Aurobindo

Sono veri quei pensieri il cui contrario è anche vero, a suo tempo e luogo; i dogmi indiscutibili sono il più pericoloso genere di menzogna. Sri Aurobindo

Il mondo intero aspira alla libertà, eppure ogni creatura è innamorata delle proprie catene.Questo è il primo paradosso e l’inestricabile nodo della nostra natura. Sri Aurobindo

Se il tuo scopo é grande e i tuoi mezzi piccoli, agisci comunque; perchè solo con l’azione essi possono crescere in te. Sri Aurobindo

È difficile essere nel mondo un uomo libero, pur vivendo la vita ordinaria degli uomini; ma appunto perchè difficile, bisogna tentare di riuscirvi. Sri Aurobindo

Il progresso spirituale interiore non dipende dalle condizioni esterne; quanto dal modo in cui reagiamo ad esse: è sempre stato questo il verdetto definitivo dell’esperienza spirituale. Sri Aurobindo

La Madre


Conversazioni 1929 – Risposte fondamentali agli interrogativi non solo di chi si avvicina per la prima volta allo yoga, ma anche di chi aspira sinceramente a uscire dai solchi abituali della vita per giungere ad una coscienza più elevata, per liberarsi da tutto ciò che lo incatena ad un’umanità inferiore, impulsi, desideri, dubbi, malattie, e che vuole collaborare all’avvento di un’umanità migliore, se non addirittura di una nuova umanità.

Scrive la Madre: “Perché desiderate fare lo yoga? Per acquisire dei poteri? Per raggiungere la pace e la calma? Per servire l’umanità? Nessuno di questi motivi è sufficiente a provare che siete pronti per il sentiero.

La domanda alla quale dovete rispondere è questa: Desiderate faro lo yoga per amore del Divino?

Il Divino è lo scopo supremo della vostra vita, tanto che non potreste assolutamente farne a meno?

Credete che la vostra vera ragione d’essere sia il Divino e che senza di Lui la vostra esistenza sarebbe scialba e senza senso? In questo caso, e solo in questo caso, si può dire che siete pronti per il sentiero.”

Conversazioni 1929

Lo Yoga della Bhagavad Gita Questo libro è forse il più bello che sia mai stato scritto da mano umana. Mai era stato enunciato con più forza il principio di Unità degli esseri e delle cose, essenza e punto culminante della filosofia indiana.

Negli «Essays on the Gita» Sri Aurobindo compie uno degli studi più profondi e completi su questa importante Scrittura, illuminandoci sulla complessità del pensiero filosofico-religioso indù.

Il nostro testo consiste nella traduzione dei versetti originali della Gita, seguiti dal commento, costituito dai passaggi relativi tolti dai Saggi sulla Gita. Ne risulta un’opera conseguente e profonda, che tocca i più svariati aspetti dell’esistenza, mantenendo sempre vivo l’interesse del lettore.

In tal modo una delle maggiori opere della spiritualità indiana viene riproposta a un pubblico moderno, con un nuovo impulso innovatore e dinamico.

«Dall’epoca della sua apparizione, la Bhagavad Gita ha avuto un’immensa azione spirituale; con la nuova interpretazione data da Sri Aurobindo, il suo influsso è notevolmente aumentato ed è divenuto decisivo». (Mère).

Lo Yoga della Bhagavad Gita

Buono

Guida allo Yoga Gli insegnamenti del grande maestro Sri Aurobindo è uno dei più grandi maestri spirituali della nostra epoca.

Il suo scopo, infatti, è stato quello di indicare a tutti la via della liberazione. Acquistando la coscienza di sé, l’individuo compie il primo passo della propria evoluzione. Il segreto dello yoga di Aurobindo sta proprio in questa trasformazione, che non è un abbandono o un annullamento della natura ordinaria, ma un cambiamentc di coscienza, e quindi di stato.

La coscienza di sé comporta un più rapido procedimento di evoluzione, che si attua, appunto, per mezzo dello yoga. Il fine superiore che ispira questa concezione è quello di portare l’umanità ad una più alta e diversa coscienza di sé, poiché il tempo per questa maturazione è finalmente giunto.

Quest’opera, pertanto, ha un carattere illuminante circa la missione di Aurobindo, che è quella di trovare ed esprimere il divino nell’uomo. Non si tratta di un miglioramento, ma di una radicale e completa trasformazione.

Il presente volume è composto di quattro parti, che si integrano e si completano vicendevolmente, offrendo un quadro esatto dello yoga di Aurobindo, e rappresentano nel contempo una valida e preziosa guida per la pratica dello yoga.

Il fatto che una gran parte del testo si basi su risposte del Maestro alle domande dei suoi discepoli, coordinate in modo organico e logico, accresce ulteriormente il valore e l’utilità dell’opera, dando modo di comprendere a fondo e con chiarezza gli enunciati relativi allo yoga di Aurobindo.

Guida allo Yoga
Gli insegnamenti del grande maestro

Ti potrebbe anche interessare… Il Karma e il Significato della Rinascita – Il karma non è altro che la volontà dello spirito  che si incarna nel mondo e si evolve fino a una totale autocoscienza.  Il destino dell’uomo è ottenere la piena libertà, riconoscersi nel Sè, andare al di là della mente. Sri Aurobindo

Lascia il tuo commento:

Lascia un commento