Lo Sciamano ci Parla

Lo Sciamano ci Parla – Un viaggio nella dimensione spirituale dove tutto è nulla

Lo sciamanesimo è la forma di spiritualità più antica che sia mai stata scoperta. I metodi sciamanici sono così primordiali e assoluti da essere del tutto simili in ogni parte del mondo, anche in popolazioni mai venute in contatto tra loro, come gli indios del rio delle Amazzoni e gli aborigeni australiani.

Il termine sciamano significa “stregone” o “viaggiatore”. Nella lingua Pali viene indicato con questo termine colui che è in grado di guarire il corpo e lo spirito per mezzo dei suoi poteri di comunicazione con le forze della Natura e dei disincarnati.

Dallo sciamanesimo prendono spunto quasi tutte le religioni e gli antichi riti presenti su tutto il globo. La pratica sciamanica non ha né leggi né templi: poggia le sue fondamenta solo sull’incontro diretto con gli Spiriti, magia e mistica sono inestricabilmente intrecciate.

Per gli sciamani, malattia e sofferenza sono solo sentieri nella foresta, dove ci accade di smarrirci ma da cui è anche possibile tornare indietro e il compito degli sciamani è quello dei cercatori di anime smarrite.

Lo Sciamano ci Parla. Un viaggio nella dimensione spirituale dove tutto è nulla.

Lo Sciamanesimo è un linguaggio spirituale antico e attualissimo che ci invita ad ascoltare, a proteggere e ad amare Madre Terra.

Il libro si basa sui versi del Madaay-Kara, un poema epico siberiano rimasto intatto nei secoli. Un’opera di straordinaria e vibrante poesia, pubblicata, fino a oggi, solo in russo e altajco e tradotta per noi da un uomo straordinario: Riccardo Bertani, un contadino ottantenne delle campagne di Reggio Emilia che conosce più di cento lingue!

Come i cantastorie siberiani, Riccardo Bertani, in collaborazione con Stefano Dallari, un medico esperto in filosofe orientali, racconta al mondo d’oggi le imprese di un alyp: un condottiero sciamanico che lotta contro l’ingiustizia e la distruzione di Madre Terra.

Una lettura coinvolgente che ci riempie di magia, di forza e ci prepara a costruire un mondo nuovo e felice, in armonia con la natura.

DAL TESTO – “Lo Sciamanesimo, conosciuto anche come Animismo, è il perno affascinante del Maaday-Kara, tanto da creare un racconto sempre in bilico fra il poema epico e il viaggio estatico, ma la parola “sciamano” nasconde anche insidie che l’opera narra con molta forza.

“Come esistono infatti khan usurpatori e ingiusti, così ci sono gli sciamani “neri”, sempre in agguato, armati di grandi poteri, ma subdoli e violenti, ispirati dal buio dell’esistenza.

Si tratta di falsi maestri che conoscono il futuro, come nel caso della perfida Kara-Taadi, la sciamana nera […].

Una figura potente, aggrovigliata nel male, incatenata al peso malefico delle sue azioni, ma anch’essa spinta a desiderare la luce. Un lucifero alla rovescia, che vorrebbe essere arcangelo e che ci insegna che l’anelito alla luce è insopprimibile dentro l’animo umano.

“L’uomo, nonostante il suo dualismo, la sua sete inesauribile, la sua capacità atavica di colpire e di depredare, è da considerare, di base, un essere positivo, la cui aspirazione naturale è verso l’alto, per essere felice e condividere la raggiunta armonia.

“Per questo l’alyp scende sulla Terra, ci racconta il Maaday-Kara, con la certezza che, per ognuno di noi, c’è speranza di redenzione dal male commesso.”

Lo Sciamano ci Parla
Un viaggio nella dimensione spirituale dove tutto è nulla

Da non perdere

Ordina su Il Giardino dei Libri

ARTICOLI CORRELATI:

Lo Sciamanesimo Hawaiano – Nel corso di queste lezioni illustrerò ampiamente ogni tecnica, proponendo anche delle esercitazioni da eseguire per proprio conto, per passare agevolmente dalla teoria alla pratica.

Precedente Costellazioni Multidimensionali Successivo Per Sempre Giovani