L’Età dei Miracoli – Accogli la tua Nuova Vita

L’Età dei Miracoli – Accogli la tua Nuova Vita

Gli “anta” per molte donne sono un nemico, la svolta verso il declino; per molte altre come Marianne Williamson sono l’ingresso nell’età della consapevolezza.

Può essere una svolta verso la vita così come non l’abbiamo mai conosciuta.

Milioni di persone stanno varcando la soglia di una stanza che avrebbero preferito evitare, ma non la possono ignorare… Rughe, vuoti di memoria, la pelle che non è più come anni prima, l’invidia verso chi è più giovane…

Tuttavia, se osserviamo più attentamente, ci rendiamo conto che questa stanza non è poi così male: forse deve essere solo un po’ sistemata, riorganizzata, per renderla nuova e ugualmente bella.

Crescere infatti risveglia la consapevolezza di quanto la vita sia fragile e preziosa e ci spinge a rispondere alla chiamata di Dio per salvare il futuro dell’umanità e del Pianeta.

Molti dei nostri pensieri sulla mezza età sono sorpassati. Sono nozioni di seconda mano attinte dalle generazioni precedenti  e che non vanno più bene per chi siamo o per quello che facciamo. Marianne Williamson


Estratto dal Libro L’Età dei Miracoli di Marianne Williamson

Magari non riesci più a lanciare in aria le gambe come una volta durante la lezione di aerobica, ma sei in grado di inarcare saggiamente un sopracciglio in un modo che viene solo con anni di esperienza. In un certo senso, quel sopracciglio è più incisivo di una gamba alzata.

È questo che offre la maturità: nuova ricchezza alla tua personalità.

Una comprensione che, come diceva mio padre, può giungere solo dopo aver dovuto accettare “Il bello e il brutto delle cose”.

La nuova maturità è ottimista: non è l’ottimismo inconsapevole della nostra gioventù, quando ogni cosa sembrava possibile, bensì un ottimismo dolceamaro e tuttavia consapevole, mantenuto nonostante il fatto che ora sappiamo che certe scelte non sono più possibili.

Abbiamo perso cose che avremmo preferito non perdere, ma abbiamo guadagnato qualcosa di cui non conoscevamo nemmeno l’esistenza. Ci siamo trovati in certe situazioni e abbiamo fatto cose in un numero sufficiente di aree per sentire di aver raggiunto una certa padronanza, non tanto in questo o quello, ma nel vivere una vita più responsabile.

Osservando i miei coetanei, mi viene da dire che molti di loro pensano segretamente la stessa cosa.
Una volta accettato che la vita non è così favolosa come pensavamo, ci rendiamo conto che lo è ancora di più in modi che non avremmo mai potuto conoscere.

Non si tratta di illudersi rifiutandosi di accettare con eleganza che la giovinezza sia passata. Accetti i limiti dell’età, ma accetti anche l’illimitatezza di Dio.

Qualcosa si è concluso, è vero, ma è anche cominciato qualcosa di nuovo.

Non significa tanto che è stata messa la parola fine alla tua giovinezza, quanto che è stata interrotta la tua prolungata giovinezza: non è come una pessima occasione che ti capita alla fine della festa, ma come la salvezza dalla mancanza definitiva di significato, come la tua ultima vera possibilità di aggiustare le cose.

La generazione che oggi si ritrova a vivere la mezza età non riesce a sopportare il pensiero che sia stato tutto inutile.

Gli schemi di pensiero vecchi e disfunzionali che bloccavano il cammino verso il tuo destino superiore, alla fine, sono stati interrotti.

E sebbene ti possa sentire un tantino depresso perché non sei più giovane, sei in estasi perché non hai più quella sensazione di non sapere da che parte cominciare. Estratto dal Libro

L'Età dei Miracoli - Libro
Accogli la tua Nuova Vita
Ordina su Il Giardino dei Libri

Scarica Estratto del libro L’Età dei Miracoli

Articolo correlato.. Ritorno all’Amore – Come creare Miracoli vivendo con Amore la vita di tutti i giorni

Lascia il tuo commento:
Precedente Le Vesti di Luce - Leggere l'aura e curare per mezzo dell'amore. Successivo La Conquista della Felicità