Le persone che ci vogliono male

Le persone che ci vogliono male. Molto spesso tutto comincia con delle parole!

Ho scelto di riportare questo capitolo per primo perché parecchie delle influenze dell’invisibile che riceviamo hanno inizio o con una dichiarazione d’amore, di cui ho parlato nel mio libro Gli amici invisibili, o con una dichiarazione di guerra, cioè con parole aggressive.

Al di là delle parole e del loro significato, infatti, c’è la vibrazione negativa che racchiudono. Proprio da questa vibrazione invisibile ma attiva occorre stare in guardia, giacché condanna, contamina, distrugge e avvelena. Giorno dopo giorno, corrode in silenzio.

L’energia negativa agisce a livello invisibile e quando lavoriamo o viviamo in un ambiente nel quale tra le persone regna un’atmosfera inquinata, finiamo con l’avvertirla sotto forma di un malessere fisico e psicologico, senza comprenderne la ragione precisa.

È attraverso i sentimenti e le emozioni non dichiarati degli altri che riceviamo più aggressività. Similmente, attraverso i nostri proiettiamo più energia negativa. Questi sentimenti sono l’odio, la paura, la gelosia, la disperazione, la vendetta, il senso d’inferiorità, l’invidia ecc.

Ne parleremo adesso.

La potenza della parola ostile

Le parole sono come frecce. Se pensate intensamente, visualizzate con chiarezza e pronunciate con forza, penetrano in noi e fanno danni a non finire. Si installano dentro per diventare una forza negativa attiva e distruttiva, il tutto in maniera invisibile.

Perché ciò che diciamo ha tanta intensità? In primo luogo, perché è impregnato della vibrazione delle parole, attivata dalla nostra intenzione. In secondo, perché è animato dalla forza della nostra volontà di veder realizzato quello che abbiamo detto. Infine, perché è dinamizzato dalla nostra visualizzazione.

In tutti i programmi e le teorie di PNL e di pensiero positivo si insegna ai partecipanti a visualizzare l’oggetto della loro richiesta e l’esito felice, perché la visualizzazione chiarisce e dà vita all’obiettivo da raggiungere.

Onestamente, cosa pensate succeda quando l’oggetto delle parole che pronunciate, quando la vostra volontà e la vostra visualizzazione sono negativi? Oppure, cosa ritenete vi capiterà se qualcuno vi rivolge parole negative, animate da una volontà di distruggervi e dalla visualizzazione di un vostro fallimento?

È assai più facile immaginare il lato positivo di questo genere di situazioni, anziché il negativo.

Eppure, dobbiamo essere consapevoli che molti sono gelosi, criticano, detestano e si spingono oltre, organizzando e visualizzando nella loro testa il contrario di ciò che mostrano. E quando l’immaginazione, il pensiero e la parola si sintonizzano, collegandosi a una volontà malevola, i loro effetti possono essere di una potenza incredibile.

Pertanto chi rimugina sul proprio risentimento, legittimo o meno, finisce con l’inviare verso la persona che considera nemica pensieri di odio e di violenza. La sua immaginazione, che svolge un ruolo importantissimo nella concretizzazione del pensiero e della volontà di nuocere, visualizzerà il quadro del male che ricerca e l’effetto atteso.

L’attacco verrà costruito in questo modo: la persona penserà negativamente al nemico. Lo immaginerà crollare, soffrire ecc. Attiverà la sua volontà per trasmettere energia alla richiesta. Descriverà a parole ciò che desidera veder succedere. La volontà le permetterà quindi di richiamare la cattiva sorte e far subire così al bersaglio la sua intenzione di nuocere e di vendicarsi.

Tale meccanismo inconscio (ma anche perfettamente conscio) è all’origine di numerose situazioni dolorose o gravi delle quali le vittime spesso ignorano l’origine. Parleremo quindi di queste situazioni e della loro soluzione magica.

Contro le parole crudeli

Ciascuna parola che pronunciate è carica di una vibrazione che si diffonde tutt’attorno a voi e anche più lontano, nell’infinito mondo delle energie invisibili.

Quando dalla vostra bocca esce una parola, è accompagnata da pensieri e immagini chiare che non potete riprendere. Il dado è tratto.

Uno dei comandamenti della religione dichiara: “Non pronunciare falsa testimonianza contro il tuo prossimo”. Questo perché, di fatto, una volta che le malelingue si sono messe in moto è impossibile fermarle o conoscerne gli effetti.

Se la vibrazione delle parole che avete pronunciato entra in risonanza con le energie di una persona forte, l’effetto sarà minore. Se invece raggiunge una persona debole o già indebolita, l’effetto può essere catastrofico.

Insomma, la parola è colma di una forza incalcolabile, sostenuta dalla nostra volontà, dai nostri sentimenti e dalla nostra immaginazione.

Quando la pronunciate, essa racchiude tutto ciò che provate nel profondo dell’essere. Non è più una semplice parola. È un’energia carica di tutta la massa emotiva che avete dentro di voi, positiva o negativa. Pertanto, l’unione di parola, volontà e immaginazione diviene un’arma potentissima.

Una delle più belle frasi che potete pronunciare è: “Ti amo”.

Faccio questo esempio perché è stata o sarà pronunciata da tutti noi. Nel momento preciso in cui avete detto queste parole, l’intero corpo si è riempito di un senso di felicità. Forse avete avuto un fremito di eccitazione e i vostri occhi si sono messi a brillare.

Di questo sentimento si dice che faccia vibrare! Ma se la vibrazione è reale per le parole d’amore, lo è anche per quelle più dure, più assassine, più distruttive.

La protezione dei cento nomi di Dio

Per proteggervi dall’effetto di simili parole crudeli potete utilizzare quest’antica preghiera chiamata “la protezione dei cento nomi di Dio”, ricopiandola e tenendola con voi, in tasca, nel portafogli o in borsa. Leggetela regolarmente.

Aglai. Monhon. Tetragrammaton. Olydeus. Ocleiste. Aniphinethon. Lamiara. Ianemyer. Saday. Hely. Horlon. Portenthymon. Ihelur. Gof Gamep. Emanvel. On. Admyhel. Honzmorp. Loht. Hofob. Rasamarathon. Anethi. Erihona. Iuestre. Saday. Maloht. Sethee. Elscha. Abbadia. Alpha et Omega. Ieiste. Oristyon. Ieremon. Hosb. Merkerpon. Elzephares. Egyryon. Betha. Ombonar. Stymulamathon. Orion. Eryon. Noymos. Peb. Nathanothay. Theon. Ysyston. Porho. Rothon. Iethelleste. Ysmas. Adonay. Athionadabir. Onoytheon. Hosga. Ieyndra. Nosulaceps. Tutheon. Gelemoht. Paraclitus. Occymomyon. Ecchothas. Abracio. Anepheneton. Abdon. Melche. Sother. Vsiryon. Baruch. Sporgongo. Genonem. Messyas. Pantheon. Zabuather. Rabarmas. Yskyros. Kyryos. Gelon. Hel. Rethel. Nathi. Yymeynlethon. Karer. Sabaoth. Sellaht. Cirhos. Opyron. Nomygon. Oryhel. Theos. Ya. Horha. Christus. Hosbeke. Tosgar. Occymomos. Elyorem. Heloy. Archyna. Rabur. Dio.

Estratto dal libro “I Nemici Invisibili” di Patrick Guérin

Respingere l’influenza degli esseri naturali e sovrannaturali negativi

Ti riconosci sempre nei tuoi atteggiamenti, nei tuoi comportamenti, nelle tue scelte? Sei davvero sicuro di non essere vittima, in questo preciso istante, di influenze negative? Sei certo che l’intervento di un’entità esterna non ti abbia fatto deviare dalla strada che percorrevi? più informazioni »

Lascia il tuo commento:
Precedente Lavora con la magia - Un grande aiuto per voi, i vostri cari e il pianeta. Successivo Ricollegarsi all'Energia dell'Amore