Crea sito

L’Anima Gemella esiste davvero? E possiamo raggiungerla?

L’Anima Gemella esiste davvero? E possiamo raggiungerla?

«Perché mai Dio avrebbe instillato in noi un desiderio così profondo di essere amati – e non solo in maniera impersonale da Lui, ma anche in maniera personale da un altro essere umano – se non avesse intenzione di esaudire un tale desiderio?».

Qualche tempo fa, Swami Kriyananda, durante una tranquilla conversazione nel soggiorno dell’appartamento in cui era ospitato a Los Angeles, in California, aveva sollevato questo interrogativo.

«Prima che si possa raggiungere la realizzazione in Dio» aveva aggiunto «ogni desiderio deve essere soddisfatto. Persino un desiderio banale come quello di un cono di gelato. È quanto diceva il mio Guru, Paramhansa Yogananda. Certamente, la realizzazione di un desiderio così irresistibile come l’anelito all’amore perfetto deve far parte del piano di Dio per noi».

La dualità che vediamo nell’intera creazione di Dio si estende anche al livello dell’anima? Ciascun individuo è soltanto la metà di una coppia creata dal Divino? È questa l’origine del nostro anelito a un amore unico e perfetto?

Yogananda – diceva Swamiji – aveva parlato di “anime gemelle” in una sola occasione, commentando il passo della Bibbia: «Quello dunque che Dio ha unito, l’uomo non lo separi».

Questa unione, secondo la spiegazione di Yogananda, non è la forma convenzionale di matrimonio creata dagli uomini, bensì una realtà eterna creata da Dio. L’unione con l’anima gemella, diceva Yogananda, deve avvenire prima che possa essere raggiunta la realizzazione in Dio.

Una tale unione, tuttavia, non ha nulla a che vedere con l’amore romantico, così com’è concepito dalla mente umana. La passione stessa, così come i desideri egoistici di qualsiasi tipo, sono i principali ostacoli a tale unione. La nostra anima gemella potrebbe persino vivere su un altro pianeta e l’unione potrebbe realizzarsi attraverso la visione divina.

Yogananda non si era soffermato a lungo sull’argomento, nel timore che i suoi discepoli potessero abbandonare la ricerca di Dio per mettersi in cerca dell’anima gemella! Anche Swamiji, pur essendo stato autore prolifico di molti scritti e discorsi, raramente ha toccato questo tema e mai per esteso… fino a questo momento.

Il metodo scelto da Swamiji – sorprendente persino per lui! – è la completa riscrittura di un romanzo pubblicato oltre cento anni fa: The Life Everlasting di Marie Corelli.

La Corelli si era sforzata di fornire una spiegazione dell’idea di anima gemella, ma l’impresa si era rivelata superiore alle sue capacità. Tuttavia, il suo è stato il primo tentativo noto di affrontare l’argomento e non è privo di merito. Si dice che questo sia l’unico romanzo che Yogananda abbia mai letto fino alla fine.

Alla trama ispirata, ai seducenti personaggi e alla squisita prosa descrittiva della Corelli, Swami Kriyananda ha aggiunto la chiarezza spirituale che lo ha reso noto nel mondo.

La storia qui narrata è quella della ricerca da parte dell’anima del suo compagno eterno: Dio. Ed è anche la storia di due innamorati – due anime gemelle – predestinati dal Divino, che si incontrano, si separano, per poi incontrarsi e separarsi di nuovo in infinite, tumultuose e drammatiche esistenze. I due si ritroveranno, infine, su un misterioso yacht in una remota zona al largo delle coste scozzesi e comprenderanno di poter trovare la loro reciproca realizzazione in Dio: il loro compimento umano l’uno nell’altra e il loro compimento divino in Dio.

Dovranno affrontare e superare molte ardue prove. Coraggiosamente persevereranno, decisi a impedire, questa volta, che qualsiasi forma di paura o di egoistico fraintendimento possa distoglierli dalla loro duplice meta.

«Il vostro legame ha quale unico fine la vostra completa unione in Dio…» viene detto loro. «Dio, non l’amore umano, è la meta. Per questo il legame che vi unisce non è soltanto una benedizione, ma anche una prova: una prova della vostra fedeltà all’ideale supremo… Non devono esserci desideri, attaccamenti, pensieri autolimitanti di nessun tipo».

Innumerevoli uomini e donne, in tutte le epoche, spesso affranti nel vedere frustrato il loro ardente desiderio, hanno domandato: «Esiste un altro essere a me destinato – visto che io ho un ego separato – un’anima gemella per tutta l’Eternità?». Mai, prima di questo libro, era stata data una risposta soddisfacente.

Mai, prima d’ora, la questione dell’“anima gemella” era stata posta e affrontata tanto sapientemente, coniugando, con perfetto equilibrio, poesia, idillio amoroso e saggezza. Persino l’austero rinunciante troverà in queste pagine preziosi insegnamenti e una fonte d’ispirazione per realizzare in sé l’amore perfetto di Dio.

«L’amore altruistico non è un’Emozione, bensì un Principio. Essendo ciò che genera la Vita, l’amore pervade ogni cosa ed è in ogni cosa … L’Amore è una Divinità dal potere illimitato, la cui benedizione concede alla vita tutta la sua bellezza, la sua dolcezza, la sua gioia!». Di Swami Kriyananda /  Marie Corelli

Ti consigliamo “Sarò Per Sempre Tuo

Qualcuno mi prese fra le braccia. Qualcuno mi strinse al petto, tenendomi come se fossi il bene più caro al mondo. «Non La fine, mia amata, ma l’Infinito! Uno, finalmente! Uno per sempre, nel trionfo, nella vittoria, e nella gioia perfetta!». E…Più informazioni su Sarò Per Sempre Tuo

Foto di Jhonatan_Perez da Pixabay

Lascia il tuo commento:
CHIUDI
CHIUDI
shares
Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On PinterestVisit Us On InstagramVisit Us On Youtube