Crea sito

La Scoperta del Giardino della Mente

La Scoperta del Giardino della Mente.  Cosa ho imparato dal mio ictus cerebrale

mente-la-scoperta-del-giardino-della-mente

Jill Bolte Taylor ha trentasette anni, una laurea ad Harvard e un lavoro come neuroscienziata e ricercatrice universitaria quando, una mattina, un capillare esplode improvvisamente nell’emisfero sinistro del suo cervello provocandole un danno cerebrale esteso e devastante.

Il suo percorso verso la completa guarigione è durato otto lunghissimi anni, nel corso dei quali ha potuto sperimentare la duplice veste di medico e paziente.

E da questo insolito doppio ruolo ha ricavato spunti, consigli e suggerimenti terapeutici utili a chiunque sia rimasto vittima di un ictus o di un trauma cerebrale e a coloro che li curano e li circondano. Ma “La scoperta del giardino della mente” non è soltanto la cronaca dettagliata e diretta di una straordinaria ripresa fisica, è soprattutto la testimonianza di un’esperienza umana unica.

Jill, infatti, non è più stata la stessa di prima: l’ictus, mettendo temporaneamente fuori gioco il preponderante e razionale emisfero sinistro, ha dato spazio alla creatività e alle sensazioni, emozioni e intuizioni proprie dell’emisfero destro; e oggi, pur continuando a occuparsi di ricerca, la neuroscienziata scrive, canta e realizza sculture in vetro colorato, felice di vivere e forte di una nuova pace inferiore

La Scoperta del Giardino della Mente
Cosa ho imparato dal mio ictus cerebrale

Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere

Ordina su Il Giardino dei Libri

La Scoperta del Giardino della Mente . Cosa ho imparato dal mio ictus cerebrale

 

PRODOTTI CORRELATI

  • Il cammino di Lisa … Lisa ( Trevisan) Festa è stata colpita da un ictus quando aveva poco più di 20 anni. Ma dopo la riabilitazione è riuscita a correre la maratona di New York e a fare molto altro….
  • Something Unknown – Nel mondo dei fenomeni psichici – Pensi a una persona e lei improvvisamente ti chiama. Una mattina ti svegli con le immagini di un sogno che dopo qualche giorno ti ritrovi a vivere. Semplice coincidenza? Almeno una volta nella vita capita qualcosa che stuzzica la nostra curiosità verso quel confine tra visibile e invisibile…

Crediti immagine Fresh Paint

Lascia il tuo commento:
CHIUDI
CHIUDI
shares
Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On PinterestVisit Us On InstagramVisit Us On Youtube