La Scienza dell’Amore – Ascetica

La Scienza dell’Amore – Un libro visionario, che approfondisce il tema amoroso partendo da diversi punti di vista, filosofico, occulto, scientifico, storico.

Annunziato nel 1898 come VII trattato dell’Anfiteatro delle Scienze Morte, “La Scienza dell’Amore” non è apparso che nel 1911.

Per trattar l’individualismo, il sentiero fatato, l’aristia, la politica, l’esoterismo religioso e la logica, si possono trovar diverse guide e modelli. Non ve ne sono, invece, per rapportar questi due termini: “Scienza” e “Amore”.

La scienza studia il fenomeno e coordina le proprie osservazioni per giungere ad una legge seriale. Il fenomeno amoroso, malgrado la prodigiosa quantità di constatazioni, non ha dato luogo che a determinismi alquanto incerti.

Prima d’esporre la condotta di questo discorso, diventa fondamentale spiegare il sottotitolo della serie. L’appellativo di “Scienze Morte” conviene a quelle che furono privilegiate e fiorenti avanti l’èra nostra e in Oriente.

L’uomo possiede una forza di dedizione assai limitata. Egli la impiega a suo piacimento nella realizzazione pratica o nella pura concezione.

Attribuendo ai sacerdoti di un tempo una profonda e sottile conoscenza dell’anima e dei fenomeni interiori, si può trarre una rigorosa conclusione dai libri sacri o iniziatici: una scienza non muore mai, e l’umanità non dimentica nulla di quanto le è essenziale. Tuttavia si producono delle trasformazioni radicali, e i nomi consacrati più non si pronunziano.

La Salpètrière non restaura il tempio d’Asclepio, e il medium dei fenomeni spiritici non saprebbe passar per un avatar della Pizia. La psichiatria non rinnova la medicina del doppio dei venerabili egizi, non più di quanto il fachiro succeda al taumaturgo Apollonio di Tiana.

Alcune scienze si son metamorfosate, ma potrebbero essere rinvenute anche nel passato liberandole dalle moderne terminologie, così come si potrebbero percepir dei riflessi del Vangelo fra le nubi del socialismo.

Una vera scienza non può andar perduta, in quanto constata un fenomeno permanente, che ne costituisce l’oggetto: essa cangia soltanto di nome, conservando il suo oggetto di studio. Mentre le epoche spiritualiste estendono a dismisura il determinismo trascendente, i tempi materialisti cangiano le denominazioni e chiamano “fisiologia” l’antico patrimonio della Psiche.

La Scienza dell'Amore
Ascetica

Il Segreto dell’Amore Felice Questo libro ci accompagna, con la sua scrittura provocatoria, in un viaggio nell’amore, scardinandone i luoghi comuni. Non è vero che per amare gli altri devi prima amare te stesso. Che un rapporto “serio” dura per sempre. Che c’è un’età per amare (e che per te ormai è tardi). Non è vero che le occasioni perdute non ritornano più. Che in amore vince chi fugge. Che bisogna dimenticare il passato e ritornare insieme.

Ma soprattutto non è vero che devi migliorare il tuo rapporto di coppia. Che devi cercare l’amore con la A maiuscola, aspettare il principe azzurro. Che devi capire che cosa ti ha fatto innamorare. Che, in generale, devi capire. Raffaele Morelli ci regala un libro illuminante, capace di donare, a chi saprà seguire i suoi consigli, il prezioso segreto dell’amore felice.

Il Segreto dell'Amore Felice
Hai già sofferto abbastanza

Articoli correlati…

Il Codice dell’Amore – The Love Code – Come superare la paura e riprogrammare le false credenze – Con eserciziario pratico per ottenere successo, amore e felicità.

La Presenza dell’Amore Il gioioso viaggio verso l’evoluzione.

Lascia il tuo commento:
Precedente Resisto Dunque Sono Successivo Cos’è la Mindfulness?