Crea sito

La magia della musica a 432 Hz

La magia della musica a 432 Hz

La musica

Dopo la Campana tibetana, il brano di apertura della meditazione è “Prelude” di Vangelis.

Il viaggio prosegue con “Il bacio” di Giovanni Allevi, attraversa “le Onde” di Ludovico Einaudi che ci collegano con la pratica dell’Ho’oponopono e si inoltra nel viaggio attraverso la riconnessione con le meravigliose qualità degli elementi con Premiere Arabesque di Claude Debussy per l’Aria, e ancora di Einaudi “Due alberi” per la Terra, “Due fiumi” per l’Acqua, “Due tramonti” per il Fuoco.

La magia della musica a 432 Hz

La Musica accordata con l’intonazione naturale di 432 Hz agevola l’equilibrio tra i nostri due emisferi cerebrali, quello maschile e quello femminile, ed è in tale equilibrio che il nostro sistema è in Armonia e riesce a focalizzare l’Energia sulle cose che desideriamo creare nella nostra Vita.

Ascoltare e suonare Musica a 432 Hz favorisce il rilassamento e la nostra ricettività all’Amore e all’apertura del Cuore, che contiene tutto ciò che ci serve per vivere con COR-aggio! L’equilibrio degli emisferi cerebrali agevola il nostro sentirci in armonia, centrati, collegati alla terra e all’universo, per poter evitare le manipolazioni e poter sviluppare la nostra creatività ed una sana attenzione cosciente.

Nell’Universo tutto è energia in vibrazione. Ogni cellula e ogni organo del corpo vibrano ad una determinata frequenza. Molti medici e studiosi affermano che, se una parte del corpo si ammala, la causa è da ricercare nella frequenza che si è alterata e nel fatto che il corpo vibra in modo disarmonico.

Essere sani significa vibrare armonicamente. La musica a 432 Hz riequilibra il corpo e tutto il nostro sistema e, per effetto vibrazionale, anche la natura circostante, ristabilendo l’equilibrio originario di pace e benessere.

Fai il meglio che puoi con ciò che hai

Ho inciso questo nuovo CD utilizzando solo sette dita perché le ultime tre dita della mia mano destra allo stato attuale mi provocano molto disagio e non posso utilizzarle.

Tutto deriva da un incidente in auto accaduto molti anni fa, quando sono volata fuori dall’abitacolo in seguito alla perdita del controllo della vettura che viaggiava a 140 Km all’ora. In quel momento la Vita mi ha dato l’occasione di rimanere su questa terra, quasi illesa, con l’unico grave danno di una frattura multipla del braccio destro che ha provocato la paralisi della mano.

Per anni ho smesso completamente di suonare in pubblico, perché non ho mai ripreso le abilità precedenti a tale evento, ma da quel fatidico momento ho dedicato tutta la mia Vita alla ricerca spirituale e all’espansione della consapevolezza. E’ stata un’occasione di Risveglio a tutti gli effetti.

La Vita mi ha insegnato che c’è sempre una possibilità di esprimersi, anche se accadono cose che ci sembrano solo un ostacolo. Ed ecco che ultimamente ho scoperto che mi è possibile suonare anche con sole sette dita…! E non vi nascondo che mi sono anche molto divertita, ho dovuto trovare diteggiature molto particolari che mi consentissero di suonare malgrado la limitazione ed è stata una Meraviglia continua…! E così la Musica che mi attraversa continua ad avvolgere il Cuore di chi ascolta.

Sto continuando a cercare e a prendermi cura di questa “Ferita” che in ogni momento mi ricorda che se non vivo la massima Presenza di cui sono capace, non riesco a fluire nella Musica, così come nella Vita.

Se riusciamo a fare il meglio che possiamo con ciò che abbiamo, anziché lamentarci di ciò che ci manca, la vita risponde con meraviglia, gioia e amore! Un abbraccio dal Cuore Amra Maria Grazia

La meditazione nelle sue fasi

1) Rilassamento

Con l’aiuto della voce di Giancarlo che parte dal cuore e ci avvolge, ci predisponiamo a connetterci con la nostra parte profonda…

2) Campana tibetana

Il suono della campana tibetana “apre” i nostri spazi interiori. E’ il momento in cui possiamo centrarci sull’ascolto di ciò che accade dentro di noi, di ciò che la nostra verità profonda ci sta rivelando.

3) Pace con il passato: non esistono errori, solo esperienze

Se ti porti dietro il peso del passato con le sue difficoltà non c’è spazio per il nuovo. Tutto ciò che hai vissuto è servito ad insegnarti delle cose e solo facendo pace con il passato puoi aprirti con Amore e Fiducia ad una relazione sana.

4) Il Fuoco che divampa

Innamorarsi è sicuramente appagante e meraviglioso ma non siamo consapevoli di essere in “stato di ebbrezza” e quindi di essere accecati da tanta energia in movimento…se lo teniamo presente possiamo goderci questa ebbrezza, con la consapevolezza che quando si è accecati occorre molta più prudenza nel “guidare” la nostra Vita…

5) Ho’oponopono: Mi Dispiace, Ti Prego Perdonami, Grazie, Ti Amo

Durante il brano continua a ripetere questo Mantra, muovendo le labbra e pronunciandole, o, se preferisci, sussurrandole. Evoca dentro di te l’Energia di Responsabilità e Pulizia interiore, in particolare su tutto ciò che hai da ripulire del tuo vissuto di relazione.

6) L’Aria, profumo di Libertà

L’amore è libertà. Spesso ci approcciamo all’incontro con l’altro con un atteggiamento infantile, nella ricerca di colmare i vuoti che sentiamo così dolorosi dentro di noi. Quando appare nella nostra vita la persona che corrisponde alle nostre esigenze crediamo di aver trovato la salvezza. Questo fa scattare un meccanismo di possesso perché senza l’altro credo di perdere la stessa sopravvivenza e non mi accorgo che l’amore soffoca in questa morsa. Il bene più grande di un essere umano è la libertà.

7) La Terra che nutre l’Amore

Ciascun essere umano, come un albero, può essere ben radicato nella terra, che tutto sostiene, e allora può aprirsi alla connessione con un altro essere umano, che ha le sue proprie radici. Solo così si crea un’interdipendenza, il magico equilibrio che si trova nel mezzo tra le comuni dipendenze dello stare in coppia e la solitudine dell’evitare le relazioni.

8) L’acqua purifica lo stare insieme

Ognuno ha la sua sorgente e un suo flusso. Quando i due flussi si incontrano è un momento delicato, di grande Energia. Se sappiamo cogliere la qualità purificatrice dell’Acqua e sappiamo metterci in discussione, lasciando andare torti e ragioni, liberandoci da ciò che non funziona più, possiamo usufruire di una grande Energia a favore della nostra relazione.

9) Il Fuoco che scalda il Cuore

Stare insieme utilizzando la saggezza che scaturisce dall’esperienza, tenendosi per mano, ognuno con la propria storia con cui confrontarsi quando la Vita ci propone delle provocazioni, cogliendo la meravigliosa energia che scaturisce dal tramonto, quando il caos si ferma e possiamo ascoltare il nostro Cuore che batte in armonia con un altro Cuore.

10) Silenzio e Cimbali

E’ il momento del Silenzio per l’ascolto profondo di te e di tutto ciò che accade nel tuo spazio interiore. Alcuni minuti da dedicare a te e a chi sei veramente. Un suono di cimbali, ripetuto tre volte, indicherà la fine della meditazione.

ARTICOLO CONSIGLIATO

Quante volte ci troviamo in difficoltà nelle nostre relazioni più importanti? Le Relazioni ci portano in intimità con un altro Essere umano ed è la provocazione più grande. Alcune modalità ci allontanano dall’altro e altre invece ci aiutano ad incontrarci e prenderci per mano. Ognuno porta con sé un… >> continua a leggere

Lascia il tuo commento:
CHIUDI
CHIUDI
shares
Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On PinterestVisit Us On InstagramVisit Us On Youtube