La Gratitudine Ispira gli Altri

La Gratitudine Ispira gli Altri.

Ogni giorno della mia vita, senza alcuna eccezione, inizio la giornata con un’espressione di gratitudine. Quando mi guardo allo specchio per iniziare il rito giornaliero della rasatura, dico: “Ti ringrazio, Dio, per la mia vita, per il mio corpo, per la mia famiglia e per tutti i miei cari, per questa giornata, e per darmi la possibilità di rendermi utile. Grazie, grazie, grazie!”.

Se pratichiamo la gratitudine invece di restare su una posizione di pretesa, emaneremo automaticamente ispirazione ovunque andiamo. L’essere grati ci aiuta a rimuovere l’influenza del nostro ego, che è certo che siamo migliori di tutti. Un atteggiamento di gratitudine ci permette di fare nostra la cosiddetta “umiltà radicale”, uno stato d’animo che stimola molto gli altri a sentirsi ispirati.

La maggior parte delle persone, tra quelle che ho conosciuto o semplicemente osservato, che hanno raggiunto il livello più alto nel loro campo, hanno fatto propri gli atteggiamenti di gratitudine e di umiltà radicale. Dopotutto, cosi tante persone di successo, quando ottengono un premio o un trofeo, dicono: “Prima di tutto vorrei ringraziare Dio”; è quasi come se non potessero farne a meno. Sono immensamente grate per le loro onorificenze, ma non solo: sanno che esiste una Forza nell’universo di gran lunga più grande di loro che le fa recitare, cantare, scrivere, gareggiare o creare. E se anche noi assumiamo lo stesso atteggiamento, saremo fonte di ispirazione per gli altri. Tutto qui.

Al contrario, la pomposità non ispirerà mai nessuno. Quando conosciamo qualcuno che si vanta parlando continuamente alla prima persona singolare, ci accorgiamo di voler fuggire il prima possibile. La vanità, la presunzione e la superbia sono tutti segnali che ci indicano che una persona ha escluso Dio dalla propria vita per opera dell’ego. Al contrario, la gratitudine e l’umiltà indicano a tutti coloro che ci incontrano e ci salutano che siamo congiunti a qualcosa di più grande della vita stessa. Tratto dal libro “La Voce dell’Ispirazione” di Wayne Dyer da  Risvegliati

La Voce dell’Ispirazione – Come connettersi con lo spirito per scoprire la propria missione nella vita.

C’è una voce nell’Universo che ci sfida a ricordare il nostro scopo, la nostra ragione di essere qui e ora. Una voce che ci parla, sussurra, urla che l’esperienza di essere nel tempo e nello spazio ha un significato. Questa voce appartiene all’ispirazione.

L’ispirazione nella nostra connessione con il Tutto, non è una forza misteriosa indipendente da noi, ma può essere coltivata e può avere un ruolo dirompente nella nostra vita. Il problema è che fin da bambini siamo stati educati a credere esclusivamente a una realtà fenomenica, dove l’ego è dominante e l’ispirazione trascurata.

In questo libro. Wayne W. Dyer, ci mostra che per vivere costantemente ispirati è fondamentale riconnettersi con lo Spirito, e ci insegna come fare.

La Voce dell'Ispirazione
Come connettersi con lo spirito per scoprire la propria missione nella vita

Voto medio su 8 recensioni: Buono

Ordina su Il Giardino dei Libri

Articolo da leggere…

Diario della gratitudine: ecco come si fa – La gratitudine è un’alleata molto affidabile per la nostra felicità. Io ho sempre pensato di essere una persona grata perché i “grazie” non sono mai mancati nella mia vita. In realtà ho scoperto negli ultimi due anni, che la vera gratitudine va ben al di là del ringraziamento…..  Continua »

Articolo correlato…

Dare è Ricevere, Ricevere è Dare – Il significato profondo della Gratitudine e del Donare secondo i più grandi maestri della crescita personale

Crediti immagine Fresh Paint

Lascia il tuo commento:
Precedente INVOCAZIONE e RICHIESTA agli Angeli Successivo Il Miracolo del PH Alcalino