Istruzioni di Volo per Aquile e Polli

Istruzioni di Volo per Aquile e Polli

Sapete qual è il segnale del risveglio? E’ il momento in cui ci si chiede: “Sono io il pazzo, o lo sono tutti gli altri?”

Davvero è così. Perché noi siamo pazzi. Il mondo intero è pazzo. Folli certificabili in piena regola! L’unico motivo per cui non siamo tutti rinchiusi è che siamo troppi.

Dunque siamo pazzi. Viviamo basandoci su idee pazze riguardo l’amore, ai rapporti con gli altri, alla felicità, alla gioia, a tutto quanto. Sono giunto a credere che siamo pazzi al punto che, se tutti sono d’accordo su qualcosa, quella cosa è sicuramente sbagliata!

Ogni nuova idea, ogni grande idea, al suo inizio, era partita da una minoranza costituita da una persona. Quell’uomo di nome Gesù Cristo — minoranza costituita da una sola persona.
Tutti dicevano qualcosa di diverso da quel che diceva lui. Buddha — minoranza costituita da una sola persona. Tutti dicevano qualcosa di diverso da quello che diceva lui. Credo che sia stato Bertrand Russel a dire: “Ogni grande idea, ai suoi inizi, è blasfema”. Mi sembra una spiegazione esatta e precisa.

Ogni volta che si rinuncia a qualcosa, ci si illude. Cosa ne dite? Ci si illude. A cosa si rinuncia? Ogni volta che si rinuncia a qualcosa, si rimane legati per sempre all’oggetto della rinuncia.
In India c’è un guru che dice: “Ogni volta che viene da me una prostituta non mi parla d’altro che di Dio. Mi dice :”sono stufa della vita che faccio. Voglio Dio”. Ma ogni volta che viene da me un prete, non mi parla d’altro che di sesso”.

Infatti, quando si rinuncia a qualcosa, si rimane vincolati a quella cosa per sempre. Quando si combatte qualcosa, le si è legati per sempre. Finché la si combatte, le si dà potere. Le si dà un potere pari a quello impiegato per combatterla.

E questo riguarda anche il comunismo e tutto il resto. Dunque bisogna “accogliere” i propri demoni, perché combattendo contro di essi si dà loro potere. Nessuno ve l’ha mai detto prima d’ora? Quando si rinuncia a qualcosa vi si rimane legati.

L’unico modo per uscirne è non lasciarsi ingannare. Non rinunciate, ma non lasciatevi ingannare. Cercare di capire il vero valore di quella cosa, e non avrete bisogno di rinunciarvi: semplicemente, vi cadrà dalle mani. Da “Istruzioni di Volo per Aquile e Polli” di De Mello.

«Il giorno in cui smetterai di correre, arriverai».
La nostra vita è nel presente. Dobbiamo imparare ad assaporare ogni singolo istante e solo allora saremo felici.
Perché la felicità non dipende dagli avvenimenti che ci accadono, ma dal modo in cui li percepiamo e li affrontiamo.

Qui e ora.  E tutto diventa possibile. Da “Istruzioni di Volo per Aquile e Polli” di De Mello

Istruzioni di Volo per Aquile e Polli

Dopo l’invito a scoprire noi stessi e riprenderci la vita di Messaggio per un’aquila che si crede un pollo, Anthony De Mello ci conduce un passo avanti nel sentiero della consapevolezza.

Con il suo consueto umorismo, tra racconti zen, parabole, esempi concreti e semplici esercizi, ci insegna a dispiegare finalmente le nostre ali e spiccare il volo, spezzando le mille catene che ci vincolano al suolo. Catene che spesso noi stessi ci creiamo, fatte di rimpianti, di vani sensi di colpa, di ansie frenetiche e di paura del futuro.

Quando l’aquila che si credeva un pollo vide volteggiare nel cielo un’altra aquila, dapprima abbassò la testa sconsolata e si disse: “Io non sono che un pollo”. Poi rialzò gli occhi e, a poco a poco, dispiegò le sue magnifiche ali. Non ebbe più paura e il cielo l’accolse…”

Tutti i segreti del pensiero positivo di Antony De Mello per ritrovare energia nel quotidiano e coraggio nelle difficoltà della vita. Perchè la felicità non dipende dagli avvenimenti che ci accadono ma dal modo in cui li percepiamo e li affrontiamo. La felicità è qui e ora. Basta afferrarla.

«Il giorno in cui smetterai di correre, arriverai». La nostra vita è nel presente. Dobbiamo imparare ad assaporare ogni singolo istante e solo allora saremo felici. Perché la felicità non dipende dagli avvenimenti che ci accadono, ma dal modo in cui li percepiamo e li affrontiamo. Qui e ora. E tutto diventa possibile.

Preghiera, amore, spiritualità, religione significano liberarsi dalle illusioni. Quando la religione induce a fare questo, è veramente magnifica! Quando se ne allontana, è una malattia, una calamità che va evitata. Una volta abbandonate le illusioni, il cuore è libero, fiorisce l’amore. Allora sarete felici. Allora sarete trasformati. Solo allora saprete chi è Dio… Anthony De Mello

Istruzioni di Volo per Aquile e Polli - Libro

Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere

Ordina su Il Giardino dei Libri

Contenuti da leggere scelti per te…

Scopri te stesso e riprenditi la vita. Quattro passi verso la saggezza – La prima cosa da fare e’ entrare in contatto con i sentimenti negativi di cui non si e’ consci. Un sacco di gente ha dei sentimenti negativi, senza rendersi conti di averli. Un sacco di gente e’ depressa, senza rendersi conto di esserlo. E’ solo entrando in contatto con la gioia che si rende conto di quanto sia stata depressa. » Continua


Articoli correlati…

Messaggio per un’aquila che si crede un pollo – La lezione spirituale della consapevolezza…. la vita è quella cosa che ci accade mentre siamo impegnati a fare altri progetti”, mentre ce ne stiamo addormentati aspettando che qualcosa succeda…

Lascia il tuo commento:
Precedente Le Carte delle Parole Magiche Successivo The Tapping Solution