Crea sito

Il tempo interiore che mistero

Il tempo interiore che mistero – La percezione del tempo è una delle strutture basilari della nostra vita. E potrebbe molto variare, da persona a persona. Ognuno di noi conosce coloro che dicono “il tempo vola”, oppure “il tempo non passa più”. Questi concetti base fanno parte della semantica di tutte le lingue europee.

Nel 1984 il prof. S.M. Plotnikov studiò la distorsione della prospettiva spazio-temporale.

Una parte delle persone percepisce (interiormente) il flusso del tempo come accelerato, mentre nei ricordi (la percezione da fuori) il tempo sembra fluire lentamente, e la giornata passata sembra lunga.

E viceversa: il tempo interiore sembra lento (basta ricordare la propria infanzia, quando la giornata appena passata ci sembrava, al momento di addormentarsi, lunga e densa di avvenimenti).

Come misurare la percezione del tempo individuale?

I partecipanti del test chiudono gli occhi e, al segnale “start”, iniziano a contare lentamente i secondi.

Il ricercatore avvia il cronometro. Quando il cronometro segna 100 secondi, c’è il segnale “stop”.

La domanda ai partecipanti è: “Quanti secondi sono passati?”

Le risposte variano: da 26 sec a 290 sec. (!)

Di regola, secondo questi studi:

  • i bambini hanno il tempo interiore molto lento
  • gli anziani lo percepiscono come accelerato
  • i pazienti oncologici lo percepiscono come “molto veloce”, il tempo “vola”…

Una percezione del tempo molto strana hanno alcuni senza tetto (alcolizzati, nel test del 1995); la loro percezione interiore era +/-3 giorni e mezzo. Si tiene conto che l’aspettativa di vita di coloro che spesso mangiano dai bidoni della spazzatura, è di 1 – 2 anni…

Che cosa influisce sulla percezione del tempo?

L’illuminazione, il tempo atmosferico, la velocità con cui scorrono le macchine nel traffico, il ritmo della musica, la comunicazione con persone di età diverse, la lettura di certi libri, lo stato dell’organismo (per esempio, la temperatura corporea).

Un altro mistero del cervello è questo: al sorgere di un pericolo, il cervello, per favorire le capacità di analisi/calcolo, potrebbe smettere, completamente o parzialmente, di elaborare i colori (il mondo apparirà in b/n), oppure visualizzare gli oggetti come “incompleti” (facendo apparire degli abbozzi delle persone o delle cose). Condiviso da Advanced Mind Institute Italia


Se vuoi saperne di più sull’argomento ti consiglio…..

Il mistero della percezione del tempo. Avete mai provato a passare un giorno senza mai guardare che ora è? Impossibile. Eppure, sebbene il trascorrere del tempo domini ogni istante delle nostre giornate, quel che noi sappiamo a riguardo è ben poco. Di questo tema si sono occupati approfonditamente biologi, psicologi e neuroscienziati, e proprio attingendo agli esiti di questi svariati studi, Claudia Hammond riesce a offrirci un’avvincente sintesi in materia. Un apporto fondamentale per comprendere i meccanismi che governano un’esperienza fluida, mutevole e imprendibile, creata in modo costante e sempre nuovo dalla nostra mente.

di Claudia Hammond (Autore), A. Montrucchio (Traduttore)


Articoli correlati…

La Fisica dell’Attimo Presente – Alla scoperta della vera natura del tempo tra fisica, mente e coscienza.

Il viaggio interiore – Esperienze, riflessioni. esempi. Buon Viaggio dentro… e buone scoperte.

Riconquista il Tuo Tempo – Vinci le distrazioni. Riprendi il controllo delle tue giornate. Cambia la tua vita.

Lascia il tuo commento:
CHIUDI
CHIUDI
shares
Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On PinterestVisit Us On InstagramVisit Us On Youtube