Crea sito

Il tagliaerbe

Il tagliaerbe (The Lawnmower Man) è un film del 1992 diretto da Brett Leonard e interpretato da Jeff Fahey e Pierce Brosnan.

Trae vaga ispirazione da un racconto omonimo di Stephen King, anche se quest’ultimo intentò una causa per essere rimosso dai crediti, visto che il tema trattato era completamente differente. Il film tratta il tema della realtà virtuale.

film-il-tagliaerbe-il-tagliaerbe

Nel 1996 ne uscì il seguito Il tagliaerbe 2 – The Cyberspace (Lawnmower Man 2: Beyond Cyberspace), diretto da Farhad Mann.

TRAMA

Il dottor Lawrence Angelo è impegnato per la Virtual Space Industries nel “Progetto 5”, una serie di esperimenti per aumentare le capacità cerebrali tramite l’uso di droghe ed immersioni nella realtà virtuale. Dopo la morte dello scimpanzé Rosco 1138, che aveva manifestato istinti violenti durante la sperimentazione del progetto, Angelo è costretto a prendersi una vacanza. La frustrazione per l’esperimento fallito lo rende ancora più dipendente dalla sua passione per la realtà virtuale, al punto da suscitare malcontento nella sua compagna Caroline che, trascurata da lui, decide di lasciarlo.

Messo sotto pressione, decide di sperimentare le sue nuove tecniche su Jobe Smith, un giardiniere ritardato che abita nel suo quartiere e subisce continui insulti, soprusi e violenze da parte di alcune persone: il prete Francis McKeen, che raccolse Jobe da piccolo, e che dopo averlo visto crescere, non è più capace di controllare i propri istinti; il muratore Harold Parkette, padre del piccolo amico Peter, ritenuto dalla moglie meno attraente del dottor Angelo, e che per questo malmena la famiglia; il benzinaio Jake Simpson, invidioso del bell’aspetto di Jobe.

Grazie all’esperimento, Jobe aumenta il proprio quoziente intellettivo giorno dopo giorno, diventa un campione nei videogiochi, sviluppa un’elevata capacità di apprendimento al punto da imparare il latino in due ore, ed acquista perfino nuovi poteri come telepatia e telecinesi. Per continuare la sperimentazione, Angelo necessita dell’appoggio finanziario dei suoi superiori che però non hanno gli stessi suoi scopi di pura ricerca, dato che il “Progetto 5” è stato ideato infatti con scopi militari: così i poteri di Jobe vengono aumentati insieme all’aggressività.

Questo comporta la perdita di controllo sull’esperimento, visto che i poteri di Jobe sono elevatissimi e lo rendono un autentico genio del male, che in tal modo sistemerà i conti con chi in passato ha abusato della sua innocenza: inizialmente rende pazza, senza volerlo, la sua fidanzata Marnie Burke durante un tentativo di amplesso nella realtà virtuale, poi uccide Padre McKeen e Harold Parkette che lo maltrattavano, bruciando vivo il primo e facendo a pezzi il secondo con la sua falciatrice, e infine trasforma Jake in un ritardato mentale “entrando” nel suo cervello e compromettendone le capacità.

L’acquisizione oltre ogni limite di tali poteri genera in Jobe una sensazione di onnipotenza, che vuole sfruttare per controllare tutte le reti mondiali e governare il globo terrestre. Una volta fermato e legato Angelo che cercava di farlo ragionare, Jobe prima sfugge a due guardie della Virtual Space Industries disintegrandole, poi si dirige verso il laboratorio della VSI distruggendo ogni persona e cosa sulla sua strada, per assumere il controllo di tutte le reti di comunicazione mondiali sotto forma di “pura energia”. Angelo riesce a liberarsi e raggiunge il giardiniere nella sala di sperimentazione della realtà virtuale, trovando solo il cadavere di Jobe, che quindi ha abbandonato la sua forma umana ed è diventato un vero e proprio programma all’interno del mainframe, con limitati poteri verso l’esterno.

Angelo riesce a intrappolare Jobe nel sistema, avendo criptato le porte verso il mondo esterno, e dopo un breve dialogo scappa dal laboratorio, che a breve salterà in aria in seguito alla detonazione di alcune bombe innescate dallo scienziato. Durante l’esplosione Jobe trova un’uscita libera con cui raggiungere le reti mondiali. Una volta che la situazione si è calmata, Angelo, il ragazzino Peter e sua madre stanno per partire quando sentono il loro telefono squillare, e successivamente anche tutti quelli del vicinato e del resto del mondo.

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons – Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

Libro correlato…. La Realtà non è come ci Appare –  La struttura elementare delle cose.

Crediti immagine Fresh Paint

Lascia il tuo commento:
CHIUDI
CHIUDI
shares
Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On PinterestVisit Us On InstagramVisit Us On Youtube