Crea sito

Il potere curativo della mente subconscia

Il potere curativo della mente subconscia.

Chiunque è interessato alla cura delle malattie corporee e psichiche degli esseri umani. Ma cos’è che cura? Dove si trova questo potere curativo? Queste sono domande che tutti noi ci poniamo.

La risposta è che questo potere curativo si trova nella mente subconscia di ogni persona, e una modifica del proprio atteggiamento mentale da parte del malato è in grado di rilasciare questo potere curativo.

Chi cura i malati?

Nessun ministro di culto, psicologo, psichiatra o medico professionista ha mai veramente curato un paziente. C’è un vecchio proverbio che dice: “Il medico fascia la ferita, ma è Dio a curarla“. Lo psicologo o lo psichiatra rimuove i blocchi mentali presenti nel paziente, in modo che il suo principio curativo possa essere rilasciato, consentendogli così di guarire. Nello stesso modo, il chirurgo rimuove i blocchi fisici permettendo alle correnti curative del corpo di fluire e funzionare in maniera normale.

Nessun medico, chirurgo o professionista della salute mentale può sostenere di “aver curato il suo paziente”.

Esiste un unico potere curativo che ha molti nomi: natura, vita. Dio, intelligenza creativa e potere del subconscio.

Esistono molti metodi diversi usati per rimuovere i blocchi mentali, emotivi e fisici che inibiscono il flusso del principio vitale curativo che anima tutti noi.

Il principio curativo che risiede nella vostra mente subconscia può, se opportunamente incanalato da voi o da un’altra persona, curare la vostra mente e il vostro corpo da tutte le malattie. Questo principio curativo è in funzione in tutti gli esseri umani, indipendentemente dal loro credo religioso, colore della pelle o etnia.

Non dovete appartenere a una particolare chiesa per poter utilizzare questo processo curativo e prendervi parte. Il vostro subconscio curerà il taglio o la bruciatura presente sulla vostra mano anche se vi professate atei o agnostici.

La moderna procedura terapeutica mentale si fonda sul principio incontrovertibile che l’intelligenza e il potere infiniti della vostra mente subconscia reagiscono in modo conforme alla vostra fede.

Il rappresentante laico e religioso della scienza mentale segue i comandamenti della Bibbia. Si reca in un luogo appartato, calma la propria mente, si rilassa e si concentra esclusivamente sull’infinito potere curativo presente dentro di sé. Chiude la propria mente a tutte le apparenze e distrazioni esteriori, e poi, in maniera serena e consapevole, rivolge una richiesta o un desiderio alla propria mente subconscia, sapendo che l’intelligenza della mente gli fornirà delle risposte conformi ai suoi bisogni specifici.

La cosa più straordinaria da sapere è questa: immaginate l’obiettivo desiderato nel modo più reale possibile; dopodiché, l’infinito principio vitale risponderà alla vostra scelta cosciente e alla vostra richiesta consapevole.

Questo è il vero significato delle parole della Bibbia: “Credete, voi avete accolto e a voi sarà dato“. Questo è ciò che fa lo scienziato mentale moderno quando pratica la terapia della preghiera.

Un processo curativo

Esiste un solo principio curativo universale che opera in qualunque cosa – nei gatti, nei cani, negli alberi, nell’erba, nel vento, nella terra – in pratica in tutto ciò che ha vita.

Questo principio vitale si manifesta nel regno animale, nel regno vegetale e nel regno minerale sotto forma di istinto e legge della crescita. La mente umana è consapevole di questo principio vitale, e può coscientemente usarlo per trame innumerevoli benefici.

Esistono approcci, tecniche e metodi diversi per utilizzare questo potere universale, ma esiste solo un processo di guarigione, che si fonda sulla fede, perché è attraverso la fede che tale processo ha luogo dentro ciascuno di noi.

La legge della fede

Tutte le religioni del mondo insegnano determinati contenuti di fede che vengono spiegati in molte maniere diverse.

La legge della vita è la legge della fede. Cosa credete riguardo a voi stessi, alla vita e all’universo? Vi sia fatto secondo la vostra fede.

La fede è un pensiero nella vostra mente, che fa sì che il potere del vostro subconscio venga suddiviso nelle varie fasi della vostra vita conformemente alle vostre abitudini mentali.

Dovete capire che la Bibbia non dice di credere a qualsiasi rituale, cerimonia, forma, istituzione o formula religiosa. Il contenuto della vostra fede si identifica con il contenuto della vostra mente.

Ogni cosa è possibile a chi crede” (Marco 9:23).

È sciocco credere che vi sia qualcosa che di per sé possa farvi del male. Ricordatevi che non è la cosa in cui credete a farvi del male, ma è la credenza o il pensiero presente nella vostra mente a generare il risultato.

Tutte le vostre esperienze, tutte le vostre azioni e tutti gli eventi e circostanze della vostra vita non sono altro che riflessi e reazioni ai vostri stessi pensieri.

La terapia della preghiera è la funzione combinata della mente conscia e di quella subconscia, guidata in maniera scientifica. In altre parole, la terapia della preghiera è la funzione sincronizzata, armoniosa e intelligente dei livelli consci e subconsci della mente, diretta specificamente al conseguimento di uno scopo predefinito.

Nella preghiera scientifica, dovete sapere con esattezza cosa state facendo e perché lo state facendo. Dovete aver fiducia nella legge della guarigione.

A volte la terapia della preghiera viene chiamata trattamento mentale o preghiera scientifica.

Nella terapia della preghiera, scegliete consapevolmente un’idea specifica, un’immagine mentale o un progetto che desiderate ardentemente che si realizzi. Potete mettere in atto la vostra capacità di trasmettere questa idea, o immagine mentale, al vostro subconscio percependo la realtà della sua realizzazione. Se conserverete con fede incrollabile questo atteggiamento mentale, la vostra preghiera verrà ascoltata.

La terapia della preghiera consiste nel compimento di un’azione mentale ben determinata diretta verso un obiettivo specifico.

Supponiamo che decidiate di risolvere un determinato problema ricorrendo alla preghiera. Siete ben coscienti che il vostro problema, o disturbo fisico, qualunque esso sia, è stato causato da pensieri negativi carichi di paure, che si sono impressi all’interno della vostra mente subconscia, e che, se riuscirete a liberare la vostra mente da questi pensieri, tale disturbo verrà curato.

Perciò, dovete rivolgervi al potere curativo insito nella vostra mente subconscia, e ricordarvi della sua infinita potenza, sapienza e capacità di curare qualunque tipo di malattia. Mentre vi soffermate su queste verità, le vostre paure cominceranno a dissolversi, e il ricordo di tali principi incontrovertibili correggerà tutte le vostre credenze erronee.

Rendete grazie per la guarigione che siete certi di ricevere, e poi distogliete la mente dal vostro problema finché non sentirete nuovamente l’impulso, dopo una pausa, a rimettervi a pregare. Mentre pregate, fate in modo che non si insinui nella vostra mente nessun pensiero negativo o dubbio riguardo alla vostra guarigione.

Questo atteggiamento mentale porta all’armoniosa unione tra mente conscia e mente subconscia, che a sua volta rilascerà il potere curativo.

Guarigione con le preghiere, cosa significa e come funziona la fede cieca

Ciò che viene comunemente definita guarigione con le preghiere non ha niente a che fare con la fede biblica, che consiste nella conoscenza delle interazioni tra coscienza e subconscio.

I guaritori che curano con le preghiere sono persone che curano senza una vera comprensione scientifica dei poteri e delle forze coinvolti nel processo di guarigione. Possono sostenere di possedere uno speciale dono taumaturgico, e che è la fede cieca del malato in questo dono che può portare alla sua stessa guarigione.

I guaritori vudù nelle società primitive possono curare i loro pazienti attraverso gli incantesimi, oppure un malato può guarire toccando le cosiddette ossa dei santi. La cosa importante è che il malato sia sinceramente convinto dell’efficacia del mezzo e del metodo usato.

Qualunque metodo in grado di trasformare i sentimenti di paura e preoccupazione di un malato in sentimenti di fiducia e speranza avrà un effetto curativo. Molte persone possono sostenere che, poiché le loro teorie personali producono risultati positivi, allora devono essere per forza teorie esatte.

Per capire in che modo funziona la fede cieca, prendiamo l’esempio del medico svizzero, Franz Anton Mesmer. Nel 1776, rivendicò molteplici guarigioni dopo aver applicato magneti artificiali sulle parti malate del corpo dei suoi pazienti. Successivamente, abbandonò del tutto l’uso dei magneti e sviluppò la teoria del “magnetismo animale” che, secondo lui, è un fluido che pervade tutto l’universo, ma è più attivo nell’organismo umano.

Mesmer sosteneva che era proprio questo fluido magnetico, che veniva trasmesso dal suo corpo a quello dei suoi pazienti, a curare le loro malattie. Ben presto miriadi di persone si riversarono nel suo studio, e lui riuscì a ottenere veramente una serie di guarigioni straordinarie.

Mesmer si trasferì a Parigi e, mentre si trovava lì, il governo francese nominò una commissione formata da medici e membri dell’Accademia delle Scienze, di cui faceva parte anche Benjamin Franklin, per compiere delle indagini sul suo metodo terapeutico. Il rapporto redatto dalla commissione confermò i successi terapeutici rivendicati da Mesmer, ma sostenne che non vi erano prove a sostegno della giustezza della sua teoria riguardante il fluido magnetico, e concluse che i suoi presunti effetti terapeutici erano dovuti solo all’immaginazione dei pazienti.

Di lì a poco, Mesmer venne spinto all’esilio e morì nel 1815. Subito dopo, il dottor Braid di Manchester si impegnò a dimostrare che il fluido magnetico non aveva nulla a che fare con le guarigioni prodotte da Mesmer. Il dottor Braid scoprì che i pazienti potevano essere guidati in uno stato di sonno ipnotico tramite la suggestione, e in quello stato potevano verificarsi molti dei famosi fenomeni che Mesmer aveva ascritto al magnetismo.

Venne così dimostrato assai chiaramente che tutte quelle guarigioni erano state indubbiamente ottenute tramite una potente forza di suggestione che aveva influito sull’immaginazione attiva e sul subconscio dei pazienti.

Visto che a quell’epoca non si sapeva in che modo potessero essere avvenute quelle guarigioni, tali risultati vennero ascritti alla fede cieca.

Estratto da “Il Segreto del Potere del Subconscio” di Joseph Murphy

L’originale approccio metafisico, spirituale e pragmatico di Murphy svela ai lettori il segreto per ottenere ciò che desiderano. Più informazioni su Il Segreto del Potere del Subconscio

Foto di Gordon Johnson da Pixabay

Lascia il tuo commento:
CHIUDI
CHIUDI
shares
Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On PinterestVisit Us On InstagramVisit Us On Youtube