Il Piccolo Dreamer

Il Piccolo Dreamer – Programmatore di mondi

Riappropriarsi del potere dell’immaginazione

La materia è una struttura spirituale, tutto quel che vediamo e tocchiamo è spirituale cioè dello spirito, tutto nasce dallo spirito e attraverso di esso prende forma. Mi diverte sempre molto sentir parlare di mondo materiale come se fosse qualcosa che allo spirito non appartiene, quella che definiamo realtà è una proiezione della coscienza, come potrebbe non appartenere allo spirito? Questa creazione spirituale che viene chiamata materia viene effettuata dallo spirito tramite l’immaginazione, forse resteranno delusi coloro i quali credono che l’universo sconosciuto sia davvero sconosciuto, l’universo è così com’è perché lo spirito lo immagina così, su questo piano di realtà semplicemente abbiamo una coscienza limitata dello spirito ma questo non vuol dire che esso non sia presente nella sua totalità.

Rivelare questo sconosciuto è il gioco di questo pianeta. E’ un gioco, ed è importante comprendere che i suoi vari schemi vengono creati e possono essere modificati tramite l’immaginazione. Molti artisti hanno espresso questo concetto in forme diverse, persino una canzone molto famosa di John Lennon lo ripete, la canzone dice: “Immagina un mondo…”, non dice “prega per un mondo” o “medita per un mondo”, dice immagina perché solo immaginandolo esso potrà prendere forma. Proprio per questo motivo il programma è impostato per far sì che gli uomini perdano la capacità di immaginare, nei miei corsi ho scoperto che tante persone non riescono neanche a visualizzare una mela, ormai il loro schermo è nero, ci vuole molto lavoro per riattivarlo, ma non tutto è perduto.

Come fare allora per riappropriarsi della propria capacità di immaginare e quindi di realizzare i propri Sogni?

  1. Spegnere la televisione e passare meno tempo possibile davanti a schermi di ogni genere come il computer o il telefono. Se ti osservi con sincerità scoprirai la maggior parte del tempo che passi davanti a questi schermi ti porta in uno stato ipnotico per nulla produttivo.
  2.  Dedica almeno cinque minuti al giorno all’arte di creare immagini nella tua mente, parti da qualcosa di semplice come una mela, creane l’immagine con il maggior numero di dettagli che riesci a trovare. Quando ci sei riuscito passa a qualcosa di più complesso, con l’allenamento riuscirai a ricreare paesaggi interi nel dettaglio.
  3. Modifica secondo il tuo gusto le immagini che crei, all’inizio quando vedrai la mela sarà un’immagine standard magari verde o rossa, la classica mela che vedono tutti. Prova a modificarla, crea una mela blu o rosa aggiungi foglie particolari, e nota come con la pratica ti sarà sempre più facile inventare nuove soluzioni
  4. Dai sfogo alla tua creatività: che sia in cucina o in ufficio cambia la disposizione dei tuoi oggetti personali, decora un piatto anche solo con una fogliolina, cerca di rendere unico tutto quel che fai. All’inizio ti sembrerà impegnativo ma con la pratica ti divertirai un mondo.
  5. Divertititi!

Ci sono diverse scuole di pensiero per quel che riguarda la gestione della realtà: alcuni dicono che essa deve essere accolta è vissuta così come viene, che non bisogna esplorare le proprie capacità creative, è un modo di vedere e vivere la vita e va benissimo così. Personalmente penso che una volta che si sia raggiunta una certa pace interiore sia divertente e stimolante per l’essere iniziare a conoscere le proprie potenzialità, notare che prima si trova la pace e poi si inizia ad esplorare, è molto importante rispettare questo passaggio e non agire al contrario, questo concetto ha però valore per me, magari per altri sarà meglio fare diversamente. Non posso parlare dei processi interiori di tutti coloro che mi circondano.

Il mio libro: “il Piccolo Dreamer Programmatore di mondi” è un libro sul potere dell’immaginazione e dello spirito, consiglio vivamente di leggerlo a tutti coloro che credono nel potere infinito presente nel cuore di ognuno di noi. Lettori di tutta Italia mi scrivono raccontandomi quel che sta avvenendo nella loro vita a causa del risveglio del potere dell’immaginazione, sono storie felici, piccole gioie e grandi successi ma soprattutto sono storie di persone che hanno smesso di credere in un mostruoso mondo materiale “fuori” e si sono concentrate sul meraviglioso mondo spirituale dentro, cambiando così scenari e stato di coscienza.

E tu? Sei pronto per diventare un Sognatore? Buon Viaggio! Vega Roze

Il Piccolo Dreamer – Programmatore di mondi – Raccontare il mondo dal punto di vista dei bambini può essere un modo molto intelligente per mettere in discussione anche le credenze radicate degli adulti.

I libri di Vega Roze sono fatti della stessa sostanza del Sogno e Il Piccolo Dreamer – Programmatore di mondi lo testimonia in maniera incontrovertibile.

Imparare sin da piccoli a guardare il mondo e la vita da un diverso punto di vista ci libera dagli schemi mentali che l’educazione e la cultura ci impongono e apre la nostra esistenza alle infinite possibilità che l’Universo ci offre per conoscere noi stessi, sviluppare i nostri talenti, creare attraverso l’arte del Sognare ed essere felici.

I personaggi di Vega Roze sono il riflesso l’uno dell’altro ma sorprendentemente scopriremo che il protagonista vive al di là del libro.

“Esiste un luogo in fondo a ogni respiro, lì non abbiamo nome, non ricordiamo le persone che amiamo o quei semplici gesti di vita che ci accompagnano giorno per giorno. Quel luogo vibra di carezzevoli soffi, nutrendo invisibili corpi, ci restituisce a quel Noi che, come un Io sospeso, comprende e crea visioni senza forma. In quel luogo sono libero, in quel luogo è sempre Adesso. Grazie, Sacro Spirito del Cuore, che a quel luogo mi riporti ogni volta che il Sogno dell’esistenza prende il comando, ed io, da protagonista, mi sento comparsa, mi perdo quasi tra le parti… Tu mi riconduci dietro le quinte, mi ricordi che sono lo spettacolo di me stesso e insieme ridiamo… fino alla fine del Tempo. Grazie” Tratto da “Il Piccolo Dreamer- Programmatore di mondi” Vega Roze

Vega Roze è una scrittrice ispirata, (autrice del libro Quel Che una Strega Sa ) affermata blogger, e raffinata musicista. Vive e lavora a Torino

Il Piccolo Dreamer
Programmatore di mondi
Ordina su Il Giardino dei Libri

Lascia il tuo commento:
Precedente Che c'è di Male nel Sentirsi Speciali? Successivo Lezioni Sulle Meccaniche del Magnetismo Personale