Crea sito

Il Metodo Vaffa

Il Metodo Vaffa (Fuck it) di John C. Parkin è la perfetta espressione occidentale dei concetti spirituali orientali. Attraverso il Metodo VAFFA puoi liberarti dai problemi e dalle preoccupazioni che intasano la tua mente e “vivere” una vita come tu la vuoi, senza i “dovrei” che ci inchiodano all’infelicità e fregandotene dei giudizio degli altri!

Di’ Vaffa e lascia andare. È nella resa che trovi pace e gioia.

Smetti di lottare e fai finalmente ciò che sogni: ignora quel che dicono gli altri e vai per la tua strada: ti sentirai alla grande. In questo libro ironico e d’ispirazione, John Parkin suggerisce che dire Vaffa sia l’espressione occidentale perfetta che riassume le idee spirituali orientali del lasciar andare, della resa e della vera libertà, attraverso la comprensione che niente conta poi così tanto (se non del tutto).

Keep calm & F**K it è un percorso spirituale che non richiede recitazione di mantra, meditazione, portare sandali o alimentarsi di legumi. Ed è proprio la forza di questa moderna profanità che lo rende perfetto per scuotere di dosso da noi occidentali lo stress e l’ansia che dominano le nostre vite cariche di significato. Scopri come dire Vaffa a tutti i tuoi problemi e preoccupazioni.

Di’ Vaffa a tutti i “dovrei” della tua vita e fai ciò che vuoi, a prescindere da quel che pensano gli altri.


Scopri come dire Vaffa a tutti i tuoi problemi e alle preoccupazioni, ai“dovrei” che ostacolano il flusso uniforme della tua vita e a fare finalmente quello che vuoi veramente, a prescindere da ciò che pensano gli altri.

È giunto il momento di togliere le mani dal volante della vita. E scoprirai che tutto continua a scorrere piuttosto felicemente senza che tu faccia niente. È tempo di riposare, di sollevare i piedi, rilassarti e goderti il viaggio, tanto per cambiare. Il Metodo VAFFA, di John C. Parkin


Leggi Estratto dal libro.

Quando dici Vaffa, lasci andare la presa sulle cose, e di solito si tratta di cose che ti stanno provocando dolore.

Quando dici Vaffa, ti arrendi al flusso della vita; smetti di fare ciò che non vuoi, finalmente fai quello che hai sempre desiderato fare, smetti di dare retta alla gente e ascolti te stesso.

Quando dici Vaffa, esegui un atto spirituale (l’ultimo, in effetti) perché ti arrendi, lasci andare, smetti di resistere e ti riaccomodi nel flusso naturale della vita stessa (altrimenti nota come Tao, Dio, ecc.).

Siamo inclini a pensare che la vita sia una lunga rincorsa al senso della nostra esistenza: vogliamo trovare cose significative da fare; ci preoccupiamo di quale sia il vero senso della vita; ci preoccupiamo della mancanza di valore. Eppure è l’accumulo di valori che determina la sofferenza che ci spinge poi a dire in ultima analisi, Vaffa.

Più grande è la nostra carovana di cose che contano che ci portiamo dietro, più è probabile che la vita intralci i nostri progetti.

Il problema è che il valore, le cose che contano, implica l’attaccamento. E tutto ciò a cui siamo attaccati ha il potenziale di rivoltarsi e morderci.

Se pensiamo alla vastità dell’universo e da quanti milioni di anni esiste la Terra, ci rendiamo conto che le nostre vite sono proprio come quella della lucciola. Tranne che nel nostro caso, nell’’aria ci sono 6,5 miliardi di lucciole. Splendono meravigliosamente per una notte. Poi scompaiono. Quindi, Vaffa, anche tu potresti splendere DAVVERO

Quando dici VAFFA a qualsiasi cosa, passi dalla tensione e dall’attaccamento alla distensione e alla libertà.

Se ignori la tensione del corpo, però, esso si comporta come fanno bambini (e alcuni adulti) quando vengono ignorati: inizia a urlare, piangere e in generale a comportarsi male. Questo cattivo comportamento assume le sembianze del torcicollo, del mal di testa, del mal di schiena, ecc.

Se riesci a trovare la fonte del piacere dentro di te non ti annoierai mai, sarai autosufficiente e diventerai anche una persona facile da accontentare.

Forse è perché sappiamo istintivamente che nulla è permanente che ci attacchiamo così disperatamente alle cose. Aggrapparci, è quello che facciamo. La chiave per essere capace di lasciare andare tutte le cose alle quali ti stai aggrappando è sapere che starai BENE anche senza.

Ecco perché ci lamentiamo e piagnucoliamo e critichiamo: non stiamo molto bene dentro di noi e cerchiamo le ragioni di questo disagio all’esterno.

Più osservi in modo imparziale, accettando quel che vedi così com’’è, meglio si comporteranno mente e corpo.

Se vuoi spingere il tuo corpo a pensare che il lavoro è stato fatto e che può fermarsi e rilassarsi, allora SOSPIRA.

Ogni qualvolta ti senti teso o ansioso o intimorito. Basta dire Vaffa, sospirare ed espirare. Funziona alla grande.

Se ci venisse chiesto di elencare le cose che contano davvero per noi, probabilmente non includeremmo il cibo. Ma di solito è una delle cose che contano di più.

Di VAFFA e mangia quella cosa e accetta di averlo fatto, oppure non mangiarla e continua a vivere. Ma non farne un dramma.

Tutti i libri sulle diete sono inutili e sprecano inutilmente le foreste del Pianeta. Quindi gettali e pianta un albero da frutto, e poi mangiane i frutti.

È giunto il momento di togliere le mani dal volante della vita. E scoprirai che tutto continua a scorrere piuttosto felicemente senza che tu faccia niente. È tempo di riposare, di sollevare i piedi, rilassarti e goderti il viaggio, tanto per cambiare. Estratto dal libro Keep Calm & F**k It di John C. Parkin 

“Rinfrescante, divertente e stimolante, dite VAFFA e comprate questo libro”

F**k It - Il metodo Vaffa
L’ultima frontiera della spiritualità

Voto medio su 1 recensioni: Buono

Ordina su Il Giardino dei Libri

Approfondimenti… Dire Vaffa ti fa stare bene.

“Ma vaf…” Se tutti imparassero a usare nel modo giusto, liberatorio e non aggressivo, questa espressione, probabilmente ci sarebbero meno medici, meno psicologi e, perché no?, il mondo sarebbe migliore: meno stress, meno tensioni, più leggerezza e più armonia. Come scoprire il potere liberatorio del vaffanculo e sorridere alla vita 😀

Quante volte ci siamo fasciati inutilmente la testa, ci siamo persi in un bicchier d’acqua, abbiamo ingigantito problemi in realtà banali, siamo stati assaliti da ansie o timori ingiustificati? Tante, troppe volte. Invece dovremmo imparare a dare il giusto peso alle cose. Lo sanno bene coloro che hanno vissuto esperienze drammatiche: prendersela per le piccole «rogne» di tutti i giorni non ha senso, ci avvelena solo la vita.

È questo il messaggio liberatorio, appunto, che John Parkin e Gaia Pollini vogliono trasmetterci con il loro libro, che, ricco di suggerimenti, esempi pratici e tecniche da provare subito, ci guiderà su una strada nuova, per imparare ad apprezzare la vita in ogni momento per ciò che è, non per come vorremmo che fosse.  John C. Parkin

Potrebbe anche interessarti:

Le persone noteranno sempre il cambiamento del vostro atteggiamento verso di loro, ma non noteranno mai che è il loro comportamento ad averti fatto cambiare. In certi casi e con certe persone, sapere di non essere come loro è una soddisfazione. Citazione

PS. Può anche interessarti approfondire leggendo questi articoli:

Lascia il tuo commento:
CHIUDI
CHIUDI
shares
Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On PinterestVisit Us On InstagramVisit Us On Youtube