Il Manuale di Risveglio

Il Manuale di Risveglio – Il primo reale passo verso la felicità

Il presente libro è una raccolta di esperienze dirette, condivise da un nutrito gruppo di persone gioiose in circa un anno di incontri, condivisione e sperimentazione. Non vuol sostituire nessun medicinale, nessun dogma, nessun ruolo. Solo offrire spunti di sperimentazione diretta, l’unica che ci permetta una reale crescita interiore: andare di persona dentro il conoscere, senza pregiudizi.

Negli ultimi anni si è diffuso sempre più il concetto di risveglio. Come possiamo definirlo? “Il Risveglio” è l’esperienza cosciente che l’uomo fa di sè stesso come entità divina.

Un manuale da consultare a più riprese, il risultato di un’osservazione. Di un cammino. Di un’evoluzione personale. Le parole che più spesso leggerete saranno “Sperimentazione” e “Evoluzione”: si sperimenta sempre, ogni giorno, in maniera consapevole o inconsapevole, ed è proprio questo il processo che determina la nostra crescita.


Estratto dal libro Manuale di risveglio

Negli ultimi anni si è diffuso sempre più il concetto di risveglio. Come possiamo definirlo? “Il Risveglio” è l’esperienza diretta che l’uomo fa di sé stesso come entità divina.

L’informazione ora si muove velocemente premettendo a molti esseri umani di interagire l’uno con l’altro e condividendo dati ed esperienze che permettono alla propria coscienza di risvegliarsi. Consideriamo il risveglio, il primo reale passo verso la felicità; è come assimilare nuovi concetti a scuola (nozioni che la scuola si guarda bene dall’insegnare).

Quando si cammina addormentati, tutto sembra più semplice, ma solo perché non abbiamo mai preso in considerazione un nuovo modo di osservare i nostri passi.

Quando crediamo che la nostra vita “dipenda” da cause esterne, ne subiamo passivamente gli effetti. Per esempio la frase: “siamo stati sulla luna” usata dai giornali, è – nell’immaginario collettivo – una chiara fotografia dell’astronauta che pianta la bandiera americana nel bianco e freddo suolo lunare… ma davvero? Siamo stati sulla luna?

Intendiamo dire ognuno di noi, fisicamente? Forse non siamo mai stati neanche in America, però sappiamo di essere stati sulla luna. Conosciamo un mondo fatto in un certo modo, con certe regole, con certezze acquisite da molti anni, ma realmente non sperimentate.

Sappiamo… ma cosa siamo sicuri di sapere? Non sappiamo neanche cosa mangiamo, né come sia preparato.

Sappiamo solo quello che ci vogliono far sapere.
I concetti che leggerete in questo libro serviranno come strumenti di dialogo con il vostro Sé più profondo; affinché si possa divenire responsabili della nostra esistenza e coscienti di noi stessi sotto una nuova luce.

Perché questo libro. Il presente libro è una raccolta di esperienze dirette, non vuol sostituire nessun medicinale, nessuna convinzione, nessun ruolo. Solo offrire spunti di sperimentazione diretta, l’unica che ci permetta una reale crescita interiore: andare di persona dentro il conoscere, senza pregiudizi.

Il Manuale di Risveglio

Il credo dell’ottimista Prometti a te stesso:

Di essere così forte che niente potrà turbare la tua pace mentale.
Di augurare salute, felicità e prosperità a tutte le persone che incontri.
Di far sentire a tutti i tuoi amici che in loro c’è qualcosa.
Di guardare il lato luminoso di tutte le cose e di fare in modo che il tuo ottimismo diventi realtà.
Di pensare solo al meglio, di impegnarti solo per il meglio e di aspettarti solo il meglio.
Di essere felice del successo altrui come se fosse il tuo.
Di dimenticare gli errori del passato e di tendere verso maggiori conseguimenti futuri.
Di essere sempre allegro e di donare un sorriso a ogni creatura che incontri.
Di dedicare così tanto tempo al tuo miglioramento da non avere tempo di criticare gli altri.
Di essere troppo grande per albergare preoccupazioni, troppo nobile per accogliere ira, troppo forte per provare paura e troppo felice per permettere che si creino problemi.
Di avere una buona opinione di te stesso e di proclamarlo al mondo, non con grandi parole, ma attraverso grandi azioni.
Di vivere confidando che il mondo sia dalla tua parte, finché segui sinceramente la tua parte migliore.
Per essere davvero persone positive dobbiamo riconoscere ciò che in noi è veramente negativo.

Dualità
“Ogni cosa ha un suo opposto.
Siete sempre in possesso solo di una mezza verità.
Almeno finché non sperimentate il contrario.”

Tutti noi siamo esseri spirituali che fanno un’esperienza fisica.
Veniamo sul pianeta terra, quasi come fosse una scuola, poiché tutto ci chiede di sperimentare ed evolvere, ma cosa si sperimenta? In che modo si evolve? Per trovare la nostra centratura, il modo più semplice ed essenziale che abbiamo è comprendere la dualità. Sarà di fondamentale importanza per accedere ai passi successivi di questo libro.Ci viene donato un corpo fisico auto-guarente, auto-curante, splendido, perfetto nella maggior parte dei casi, e ci viene richiesto di fare esperienza. Questo è quello che veniamo a fare: Esperienza. L’esperienza non potrebbe esistere senza contrapposizione. Nel gioco della vita non c’è partita senza avversari, giorno senza notte, uomo senza donna, brutto senza bello e bene senza male. Luce senza Buio. Questa è la dualità delle cose, di tutte le cose e da questo punto di vista iniziamo il nostro viaggio.

“Dio ci ha dato due orecchie e una sola bocca, proprio per ascoltare di più e parlare di meno.” (detto popolare)

Il primo incontro che un essere umano ha con il dualismo è nel respiro: già un neonato sperimenta il concetto pieno/vuoto. Il cervello stesso è diviso in due emisferi, destro e sinistro, proprio perché è il mezzo che ci permette di filtrare la dualità della realtà. 

Sai perché la vita è bella?”

Perché ci accorda sempre la possibilità di scegliere tra il negativo e il positivo. Siamo solo noi che possiamo decidere se gli eventi e le persone che arrivano nella nostra vita possono farci del male o portare qualcosa di buono. Dolorosi o gioiosi. La mente legge tutto in maniera duale ed è il fluire nella nostra dualità che decide cosa ci capita ogni giorno. Noi decidiamo come leggere un evento, le emozioni fanno il resto. Questo accade sempre, che siate scettici o convinti sperimentatori, questa è LA regola.

Siamo i creatori delle nostre vite.

Ecco perché una maggiore osservazione dei pensieri e delle emozioni vissute, porta un maggior potere sulla nostra realtà. Viviamo in un sistema che divide et impera. La separazione delle masse è quella che ne rende facile il controllo. Siamo educati a “sentirci separati” e gli esempi sono ovunque: la politica (sinistra/destra) il tifo (Roma/Lazio; Milan/Inter ecc.), la televisione (i sondaggi; i bianchi e blu; l’informazione pilotata) le religioni (il bene/il male; inferno/paradiso) tutto ci chiede di prendere una posizione, di schierarci… ma ancora non riusciamo a renderci conto che identificarci con uno dei due opposti, crea separazione in noi. Questo è un “patto di distrazione” che rallenta le scoperte a cui possiamo accedere. È molto più semplice indignarsi per un governo che non fa ciò che ci si aspetta, piuttosto che assumersi la responsabilità del fatto che quel governo è stato creato da noi, proprio come scarico di responsabilità e fuga dalla nostra essenza. Questo meccanismo, rende facile il controllo delle persone poiché le masse sono molto più inclini a farsi distrarre piuttosto che scoprire i veri motivi di vita. Molto più corruttibili nell’ego piuttosto che stando centrati nella dualità.

Che cosa intendiamo per “centrarci nella dualità”?

Abbiamo elencato degli esempi di opposti, ma questi non sono inconciliabili, o meglio lo sono, ma solo in apparenza. Il legame tra due polarità opposte crea energia (pensiamo all’elettricità): il fluire dell’energia tra un polo e l’altro unifica gli opposti. Li rende UNO. Siamo in un mondo in cui è importante imparare che ogni cosa trova nel suo opposto l’equilibrio. L’oscillazione armonica nella dualità ci regala l’equilibrio di vita. La felicità.

Che cosa vuol dire?

Attraverso l’osservazione della dualità siamo in grado di leggere ogni evento quotidiano, ogni rapporto e ogni situazione da un punto di vista più concreto. Ci possiamo orientare nella dualità considerando l’osservazione come una lettura verticale anziché orizzontale della realtà: ad esempio, rimanendo identificati in un rapporto, in uno schieramento o in un oggetto (automobile, casa, denaro…) rimaniamo nel piano orizzontale della coscienza. Lo spostamento verticale (verso l’alto) della consapevolezza viceversa, ci conduce verso un’osservazione completa della dualità: osserviamo dall’alto, tirandoci fuori dalla corrente. A quel punto il fluire delle emozioni e soprattutto l’accettazione di quello che viviamo, si alleggeriscono di molti pesi, perché non siamo più identificati con questo o quello, con un oggetto o con una persona, ma osserviamo il nostro scorrere vitale.

“Accettiamo gli eventi e riconosciamone gli opposti. Evolveremo per il solo fatto di aver compiuto quest’azione su noi stessi.”

L’evoluzione è il risultato di un risveglio della coscienza, che riconosce e sperimenta la dualità senza esserne identificata. Sembra un lavoro molto difficile, freddo e calcolatore, ma in realtà questo passaggio ci permette di accedere alle vette più alte delle energie che scorrono continuamente su questa terra. Quando osserviamo la mente, comprendiamo anche i pensieri e quindi le emozioni. Questo trittico (mente, pensieri, emozioni) fa parte del piano fisico: non sono elementi tangibili, ma sono i pennarelli con i quali coloriamo e creiamo la nostra realtà.

“L’analisi ci blocca, la sintesi ci fa evolvere.
La mente… mente.
Non dobbiamo conoscere tutto per vivere, ma dobbiamo vivere, per conoscere il nostro tutto.
Le certezze vengono dal cuore, non dalle circostanze…”

Che realtà viviamo?
Ammettere di non stare bene è il primo passo per stare meglio!

Abituandoci a osservare la mente, ci permettiamo di riconoscere quello che ci fa stare male. Siamo talmente abituati al negativo che quando le cose vanno appena meglio ci sembra un miracolo. I miracoli… sono davvero alla nostra portata? Procedendo nella lettura lo scopriremo. Possiamo sicuramente aspirare ad altri stadi emozionali e creativi, bisogna però accedere a quella corrente più alta, a quella vibrazione superiore, alla fonte energetica primaria: L’Amore. La corrente che possiamo utilizzare nel nostro percorso di risveglio, la più potente, quella che accoglie ogni cosa poiché la sua energia è ovunque. Non ci sono scetticismi che tengano quando siamo nell’Amore, non ci sono paure che tengano quando siamo nella corrente dell’Amore. L’uomo nuovo si ama, e il suo Amore trabocca all’esterno riversandosi su familiari, parenti, partner, amici, colleghi e sconosciuti. Vedremo più avanti come portare questo miglioramento nelle nostre vite. Una vita libera da lamentele, giudizi e scuse è il primo obiettivo. Se ci piace questo punto di arrivo, dovremo affrontare alcuni passi intermedi, a cominciare dal prossimo:

Ogni RESISTENZA all’Amore crea un attrito. Quell’attrito è la preziosa esperienza che, se assimilata e compresa, ci fa crescere.

I contrasti dell’essere umano fanno parte di un tipo di esperienze che tutti quotidianamente viviamo, per poterle comprenderle e andare oltre. Se non osservate, riconosciute e doverosamente smascherate, rischiano, nella loro ripetizione, di fossilizzarsi, di diventare convinzioni profonde e di farci pensare che davvero esista un mondo esterno di cui lamentarci.
Questa è la causa primaria del dolore: l’attaccamento. La mente genera questa illusione, ma in realtà tutto dipende da noi. La nostra gioia, felicità e pace dipendono da quanto riusciamo a fluire nella dualità della vita. L’accettazione è la scorciatoia per il nostro miglioramento. Un dolore, una volta passato e soprattutto compreso, non ha motivo di tornare. Accogliere gli eventi così come si presentano, quasi fossimo stati noi a sceglierli (e in un certo senso è proprio così). Solo in questa nuova visione la nostra vita raggiungerà un grado di gioia, amore e serenità fino a poco prima impossibile.

Se una persona ha affrontato (o sta sostenendo) nella sua vita un dolore molto forte?

Ogni esperienza porta in sé un insegnamento intimo. Ognuno di noi ha la sua parte di dolore da affrontare. Chi affronta un dispiacere forte, con il passare del tempo riconosce una crescita interiore e sente l’esigenza anche di condividerne il profondo messaggio celato. Il dolore esiste, come la morte, da sempre. Un motivo può essere: Creare le condizioni per la crescita del singolo e dell’umanità. Oppure: Passare dal dolore ci libera. Questo è quello che abbiamo sempre pensato. E la crescita è avvenuta “anche” attraverso il dolore. Oggi tuttavia abbiamo delle nuove consapevolezze, che ci portano a leggere in questo modo gli eventi: essendo noi, come vedremo nei capitoli successivi, esseri molto potenti ma inconsapevoli, abbiamo sempre creato la nostra realtà con le nostre emozioni! Ora possiamo interiorizzare l’esteriore.

Ciò che sembra accadere A NOI in realtà accade IN NOI, e se finora abbiamo avuto un approccio poco ottimista nei confronti della vita attirandoci eventi di un certo tipo, ora possiamo sperimentare altro. Un approccio alla vita di tipo pessimista (e ripetuto nel tempo) ci ha richiamato esperienze forti che con il nostro lamento abbiamo preparato minuziosamente. Queste sono delle leggi universali, energetiche e vibrazionali che analizzeremo nel dettaglio. Intanto considerare meglio questi automatismi sarà già una via d’uscita dalle sofferenze. Oggi l’umanità sta facendo un balzo evolutivo e il futuro ci sta già regalando la scomparsa del dolore, per chi vuole, per chi è pronto, per chi è consapevole. Finalmente si cammina insieme verso una maggiore comprensione di vita e questo è il motivo per cui questo libro è nelle vostre mani. Fin da ora possiamo iniziare ad abbandonare gli scetticismi e soprattutto la sofferenza come mezzo di sperimentazione e crescita, e sostituirlo con la condivisione, la gioia, l’Amore.


Migliaia di prodotti a prezzi scontati Outlet Amazon »

“La maggior parte del dolore umano è superflua. Si crea da sé fin tanto che a gestire la vostra vita è la mente non osservata.” (Eckhart Tolle) Estratto dal libro Manuale di risveglio


Dualità – estratto dal libro “Manuale di risveglio” (A.Pietrangeli)

“Il Risveglio” è l’esperienza diretta che l’uomo fa di sé stesso come entità divina.

L’informazione ora si muove velocemente premettendo a molti esseri umani di interagire l’uno con l’altro e condividendo dati ed esperienze che permettono alla propria coscienza di risvegliarsi.

Consideriamo il risveglio, il primo reale passo verso la felicità; è come assimilare nuovi concetti a scuola (nozioni che la scuola si guarda bene dall’insegnare).

Quando si cammina addormentati, tutto sembra più semplice, ma solo perché non abbiamo mai preso in considerazione un nuovo modo di osservare i nostri passi.

Quando crediamo che la nostra vita “dipenda” da cause esterne, ne subiamo passivamente gli effetti. Per esempio la frase: “siamo stati sulla luna” usata dai giornali, è – nell’immaginario collettivo – una chiara fotografia dell’astronauta che pianta la bandiera americana nel bianco e freddo suolo lunare… ma davvero? Siamo stati sulla luna? Intendiamo dire ognuno di noi, fisicamente? Forse non siamo mai stati neanche in America, però sappiamo di essere stati sulla luna.

Conosciamo un mondo fatto in un certo modo, con certe regole, con certezze acquisite da molti anni, ma realmente non sperimentate. Sappiamo… ma cosa siamo sicuri di sapere? Non sappiamo neanche cosa mangiamo, né come sia preparato. Sappiamo solo quello che ci vogliono far sapere.

I concetti che leggerete in questo libro serviranno come strumenti di dialogo con il vostro Sé più profondo; affinché si possa divenire responsabili della nostra esistenza e coscienti di noi stessi sotto una nuova luce.

I concetti qui espressi sono il frutto dell’esperienza condivisa da un nutrito gruppo di persone gioiose in circa un anno di incontri, condivisione e sperimentazione. Come manuale da consultare a più riprese, avete quindi tra le mani il risultato di un’osservazione. Di un cammino. Di un’evoluzione personale. Le parole che più spesso leggerete saranno “Sperimentazione” e “Evoluzione”: si sperimenta sempre, ogni giorno, in maniera consapevole o inconsapevole, ed è proprio questo il processo che determina la nostra crescita.

Nato come gruppo sperimentale romano, The Positive Trail Group (P.T.G.), ha condiviso le prime esperienze in campo di risveglio dapprima attraverso incontri settimanali di studio e meditazione, e in seguito utilizzando Facebook come portale di condivisione quotidiana. L’utilizzo del social network ha permesso la veloce espansione dei concetti a molte altre persone.

Le occasioni di conoscenza e crescita sono aumentate in maniera esponenziale. I membri del gruppo hanno messo in gioco sé stessi, le proprie emo-zioni, i propri pensieri e le proprie esperienze per capire di più e più a fondo.

La condivisione d’intenti e di fatti quotidiani, e questo prezioso schermo-finestra aperto sulle coscienze, i pensieri intimi o meno delle persone, hanno reso possibile un enorme lavoro di osservazione. E per chi è disposto a evolvere, avere la possibilità di interazione e scambio con un così grande bacino di persone reali e virtuali è una grande ricchezza. I tempi di conoscenza in questo modo possono diminuire di molto.

Questo libro raccoglie le esperienze effettive e i risultati che si possono ottenere con l’applicazione di concetti “nuovi” sulle nostre vite.

Quando avvengono i grandi cambiamenti, le generazioni future li sognano come se avessero voluto viverli in prima persona. Oggi sta succedendo questo proprio sotto i nostri occhi.

La frase tipica di apertura dei primi incontri suonava così: “Queste necessità d’incontro e condivisione nascono da una serie di sperimentazioni che abbiamo fatto su noi stessi. Non sentirete mai parlare di cose che non abbiamo vissuto e provato direttamente.”

Il lavoro iniziale di condivisione dei gruppi è subito sfociato in una maggiore responsabilizzazione delle proprie vite, nei passi da compiere, nel sapersi smascherare da ciò che spesso condiziona un cammino tormentato solo dal nostro modo di pensare: stress, ansie, paure, lamentele, giustificazioni, giudizi, emozioni incontrollate e tutto quello che non ci permette di fluire. Utilizzando come antidoti la gioia, la felicità, le risate e l’Amore. Risveglio è cambiamento.

Quando lo scopriamo, non si torna indietro. Questo libro è un riassunto del lavoro pratico su sé stessi, da consultare soprattutto quando la mente sembra prendere il sopravvento e l’emozione sembra comandarci incessantemente.

Affinché si comprenda in modo inequivocabile che un conto è sapere e capire determinati meccanismi, un conto è la loro applicazione quotidiana. La sempli-cità è il rimedio, per questo i concetti espressi in questo libro sono volutamente contenuti in poche ma esaurienti righe.

Analizzeremo tutto quello che può creare disordine nella quotidianità fornendo strumenti di osservazione e spunti di approfondimento per raggiun-gere un cambiamento reale del nostro mondo, da molti auspicato nelle buone intenzioni ma non nelle azioni e nei fatti. Buona Azione!

Un libro scarno e diretto.  In poche pagine tutta l’essenza del percorso interiore.

Gli spunti per comprendere ciò che ci circonda e i motivi  per cui sperimentiamo questa vita attraverso gli antichi insegnamenti dei Maestri Spirituali riproposti in una chiave  alleggerita e accessibile.

“Consideriamo il risveglio, il primo reale passo verso la felicità;  è come assimilare nuovi concetti a scuola che la nostra scuola  ancora non insegna. Quando crediamo che la nostra vita  “dipenda” da cause esterne, ne subiamo passivamente gli effetti.” Estratto dal libro Manuale di risveglio

Manuale di Risveglio - Libro
Il primo reale passo verso la felicità

Andrea Pietrangeli, ricercatore, studioso, musicista, compositore e artista multiforme. Presenta il suo libro attraverso conferenze esplicative di un manuale completo, innovativo ed esauriente, dedicato a chi vuole iniziare a penetrare nei meccanismi delle profondità interiori.

Articoli correlati….

Rievoluzione – Romanzo Alchemico. Quello che sembra certo è che siamo tutti legati da fili invisibili, immersi in un gioco che va scoperto giorno per giorno. La nostra verità ci viene continuamente raccontata da persone che non la conoscono, ma potremmo non accorgercene mai.

InCarnAzione – Romanzo Cosmico. La prima cosa che dimenticherai su terra sarà chi sei e da dove vieni. Il corpo che ti verrà affidato sarà perfetto per ciò che dovrai vivere. Ogni esperienza, ogni persona, ogni cosa che incontrerai sul tuo cammino… sarà stata una tua scelta

Manuale per Acquisire un Livello di Coscienza Superiore. La scienza della felicità – Una guida completa per produrre quel risveglio interiore che può portarvi alla serenità, alla scoperta di voi stessi e a un amore incondizionato per la gente e per la vita.

The Revelation – Ra Uru Hu Human Design System – la scienza della vita per scoprire e realizzare te stesso.

Buddha Dhammapada. La via della libertà.

Risveglio Con gli esercizi delle Antiche Scuole Esoteriche.

Risvegliare la Macchina Biologica Umana. Lo scopo di questo piccolo libro e’ farvi tornare costantemente al Centro… che lo vogliate o meno!

L’eremo di Mur Nulla accade per caso. Un percorso spirituale conduce i personaggi a scoprire quei valori etici e morali sempre indispensabili, per sentirsi veramente completi, appagati ed importanti per se stessi e per gli altri.


Articoli da leggere….

Imparare l’Ottimismo.

Il Decalogo dell’ottimista

10 modi per creare una giornata positiva.

Lascia il tuo commento:

Chi si aiuta Dio l'aiuta. Self-help = auto-aiuto Scopri i libri sul Self-Help »

Video corsi da vedere comodamente a casa tua! Non limitare la tua voglia di sapere!  più info »


Copyright Immagini - Dove non specificato le immagini sono rilasciate sotto Creative Commons CC0 da Pixabay » Più Info


DONAZIONI E SOSTEGNO. Ogni donazione ci sostiene nel nostro impegno di condivisione della conoscenza! Grazie per il tuo gesto d'amore.

Precedente Conserva sempre una mente gioiosa Successivo Inalatore Sale Himalaya