Il Gusto della Gioia

Il gusto della gioia è per tutti coloro che desiderano sperimentare più gioia nella loro vita. Che ne siamo consapevoli o meno, non è forse la gioia ciò che tutti stiamo cercando? Qualunque sia la nostra cultura o religione, nessuno cerca la sofferenza! Questo libro è basato sugli insegnamenti del grande Maestro indiano Paramhansa Yogananda, che è venuto in Occidente dall’India proprio per mostrarci come trovare questa gioia: una gioia che non dipende dalle circostanze esterne, ma che sgorga dal profondo del nostro essere.

Forse ti stai chiedendo: «Va bene parlare di gioia, ma che cos’ha a che fare con il cibo?».

Iniziamo allora col definire che cosa significa essere felici. La felicità, contrariamente alla credenza comune, non si trova in qualcosa di esterno, come il successo materiale, il potere, la fama o l’appagamento di qualche desiderio.

Tutto questo potrà farti sentire felice per un po’, ma non potrà mai darti una soddisfazione duratura e ti lascerà ancora una volta con una sensazione di vuoto da colmare. La vera gioia viene dall’anima e dallo sviluppo delle qualità che la contraddistinguono, come l’amore, la calma, la saggezza e la dolcezza.

L’anima è fatta di beatitudine e non ha bisogno di nulla al di fuori di sé per essere felice.

Gli antichi insegnamenti dell’India affermano che tutto ciò che fa parte di questo mondo è caratterizzato da una determinata qualità intrinseca, o vibrazione. Le vibrazioni di ciò che ti circonda ti influenzano in ogni momento. Anche il cibo, quindi, esercita un certo tipo di influsso su di te, o meglio sulla tua mente. Conoscere l’effetto che ogni cibo ha sulla mente e comprendere in che modo chi lo cucina e chi lo consuma possono trasformare tali vibrazioni, migliorandole, può condurti più vicino alla felicità e alla gioia che cerchi.

Cosa mangiamo, come lo mangiamo e anche le vibrazioni che mettiamo nel cibo mentre lo cuciniamo: tutto questo ha un’enorme influenza su come ci sentiamo. Questo è il vero scopo del libro, aiutarci a comprendere meglio il legame tra il cibo e lo spirito… proprio mentre mangiamo!

“Il gusto della gioia” spiega in termini chiari e coinvolgenti il legame tra il cibo e lo spirito e come tutti noi possiamo creare abitudini sane e gustose che ci faranno diventare più felici. Centocinquanta ricette appetitose e facili da preparare più informazioni utili sull’Energia Vitale nel cibo e tanti consigli pratici. Un libro indispensabile per vegetariani, vegani e chiunque cerchi una dieta più equilibrata.

La Seconda Parte del libro, intitolata “Nutrire l’anima”, è dedicata proprio a questi aspetti spirituali e poco conosciuti del cibo, che hanno il potere di apportare cambiamenti a ogni livello della tua vita

Nella Prima Parte scoprirai il modo corretto di equilibrare la tua dieta, l’importanza di assumere alimenti alcalini, il ruolo delle varie sostanze nutritive nella tua salute e nel tuo benessere, come ottenere sufficienti proteine da un’alimentazione vegetariana… e molto altro! Illustra inoltre le proprietà energetiche e biodinamiche del cibo (un altro argomento poco conosciuto), il principio dell’Energia Vitale e come scegliere alimenti capaci di accrescere l’immunità dalle malattie.

La Terza Parte,tratta temi come il digiuno, le diete speciali e la pulizia del colon.

La Quarta Parte, contiene le testimonianze di alcuni membri della comunità Ananda nei pressi di Assisi, i quali, per darti ispirazione e incoraggiamento, condividono le proprie esperienze personali in fatto di cibo e alimentazione.  Ananda in sanscrito significa “gioia”: la gioia che ha ispirato il titolo di questo libro, la gioia che si respira in questo luogo di pace e serenità dove residenti e ospiti praticano quotidianamente i principi spirituali su cui è basato questo libro.

Il Gusto della Gioia si ispira alla filosofia di vita di Paramhansa Yogananda e allo stile alimentare che si persegue nei suoi centri Ananda sparsi per tutto il mondo.

«Bene» mi sembra di sentirti dire. «Per quanto riguarda la teoria mi sembra abbastanza, ma le ricette?». Il gusto della gioia contiene 150 deliziose ricette vegetariane, quasi il novanta per cento delle quali sono adatte anche a chi, per scelta o intolleranza alimentare, ha adottato un’alimentazione vegana . Buona fortuna e felice sperimentazione!  Il Gusto della Gioia è il miglior libro che io abbia mai letto. Lo consiglio e straconsiglio. BY Tu Sei Luce!

 Il Gusto della Gioia – Tutti i segreti per una sana alimentazione vegetariana. Cucina sana e naturale per il corpo, la mente e l’anima!

Per essere o diventare vegetariani non occorre soltanto sapere come bilanciare la propria dieta, ma anche come cucinare pietanze deliziose e salutari per il benessere fisico.

Ispirato ai consigli di Paramhansa Yogananda sull’alimentazione, questo libro ci accompagna in un’avventura gioiosa nel mondo della nutrizione, rivelandoci gli effetti potenti del cibo sulla salute, sulla mente e sullo spirito.

Con il suo stile semplice e genuino, l’autrice ci presenta argomenti chiave in modo interessante e coinvolgente.

Include:

  • 150 ricette vegetariane facili da preparare
  • Specialità italiane, indiane e altre delizie
  • Informazioni per equilibrare la dieta tra proteine, carboidrati e vitamine
  • Indicazioni su come spiritualizzare la vita in cucina
  • Istruzioni dettagliate su come preparare il seitan in casa, come far crescere i germogli, e tanti trucchi culinari
  • Scritto “da amico a amico”, divertente, informativo.
Tutti i segreti per una sana alimentazione vegetariana
Ordina su Il Giardino dei Libri

Anteprima Il Gusto della Gioia

Paramhansa Yogananda raccomanda un’alimentazione basata sulle seguenti proporzioni:*

  • 60% frutta e verdura
  • 20% carboidrati
  • 20% proteine

*Sebbene la frutta e la verdura siano solitamente classificate come carboidrati, Yogananda ha dedicato loro una categoria separata, per sottolineare la loro estrema importanza nell’alimentazione. In tutto il libro, quindi, qualunque riferimento alla categoria dei carboidrati escluderà la frutta e la verdura, riferendosi invece a pasta, riso, pane, patate, zucchero, dolcificanti ecc. (Per maggiori informazioni vedi il capitolo “Carboidrati e forza di gravità”.) La categoria delle proteine comprende legumi, tofu, latticini, semi e noci di vario tipo, uova, ecc. (Vedi il capitolo “Il mito delle proteine”.)

Adottando questa formula come linea guida del tuo regime alimentare, il cibo che assumerai consisterà soprattutto di frutta e verdura, con quantità più piccole di proteine e carboidrati. Nutrirsi soprattutto di frutta e verdura non comporta certo dover patire la fame o smettere di mangiare un bel piatto di pasta a mezzogiorno! Vuol dire semplicemente equilibrare l’alimentazione, per esempio bilanciando quel piatto di pasta con una generosa porzione di insalata fresca; oppure facendo colazione con un frullato di frutta e noci anziché con una fetta di pane, burro e marmellata; o, ancora, stare leggeri a cena, preferendo una minestra, della frutta o della verdura cotta a cibi pesanti o ricchi di amido.

Nei capitoli seguenti scoprirai perché Yogananda raccomanda un’alimentazione basata su un abbondante consumo di frutta e verdura, con quantità limitate di carboidrati e proteine. Per ora ecco alcune idee su come includere più frutta e verdura nella tua alimentazione.

Succhi freschi di frutta o di verdura

Uno dei modi migliori di iniziare consiste nel bere succhi freschi di frutta o verdura. L’estrazione avviene tramite la centrifuga o estrattore di succo che, nel giro di pochi minuti, separa il succo dalla componente fibrosa del frutto o del vegetale. Un bicchiere di succo ti fornisce il nutrimento contenuto in un quantitativo di frutta e verdura che non assumeresti tutto in una volta nella sua forma solida (un bicchiere piccolo di succo fresco di carota, per esempio, contiene ben quattro o cinque carote). I succhi, quindi, sono un modo semplice di mantenere la tua proporzione ideale di frutta e verdura pari al 60% del consumo totale giornaliero di cibo. I succhi verdi (estratti da verdure come sedano, bietola, prezzemolo, spinaci ecc.) e quello di carote sono da considerarsi fra i più salutari.

«SI POSSONO OTTENERE GRANDI BENEFICI dal consumo di cocktail salutari a base di verdura fresca.

I più comunemente usati sono quelli di carote, sedano, ravanello e cetriolo.

Bevi un cocktail salutare almeno una volta al giorno».

I succhi freschi di frutta e verdura rappresentano una fonte di nutrimento concentrata e facilmente assimilabile: è stupefacente come il nostro organismo assimili il 95% del nutrimento in essi contenuto nell’arco di 20-25 minuti!

Oltre a ciò, i succhi sono disintossicanti e rigenerano le cellule dell’organismo. Questo è stato dimostrato da un esperimento condotto dal dott. Alexis Carrel (Premio Nobel per la medicina nel 1912), che è riuscito a mantenere in vita per trent’anni delle cellule immerse in un succo di verdura! Alla fine dell’esperimento erano ancora perfettamente attive e in ottimo stato di salute. Il dottor Carrel ha affermato che tale esperimento avrebbe potuto continuare per altri cento anni, o addirittura per un millennio, senza che le cellule dimostrassero alcun segno di degenerazione o invecchiamento.*

Nella sezione delle ricette troverai un intero capitolo dedicato alla creazione di deliziose combinazioni di frutta e verdura, con istruzioni e consigli per preparare i tuoi succhi. Cerca di berne almeno uno al giorno.

Frullati

I frullati si preparano frullando assieme della frutta e un liquido come latte di soia, succo di frutta, yogurt o semplicemente acqua. Si possono aggiungere anche vari tipi di noci, spezie e dolcificanti. Fatta eccezione per le mele e i limoni, la frutta dolce non dovrebbe mai essere mescolata a quella acida. Nella sezione delle ricette troverai un intero capitolo dedicato ai frullati.

Insalate

Includere insalate fresche nella tua alimentazione è un altro modo di aumentare il consumo di frutta e verdura. Ci sono molte deliziose combinazioni di vegetali crudi che, unite a diversi condimenti, possono rendere più appetibile il tuo piatto di insalata. Nella sezione delle ricette potrai trovare molte idee e ispirazioni.

Zuppe di verdura

Una buona zuppa di verdura per cena: ecco un altro espediente per aumentare il tuo consumo giornaliero di vegetali. La gradevolezza delle zuppe sta nella loro incredibile versatilità. Secondo la stagione e la tua inclinazione del momento, puoi preparare zuppe dense o liquide, sostanziose o leggere, calde o fredde, a pezzi o cremose ecc. C’è una vasta scelta di spezie che possono dare alla stessa zuppa tanti sapori diversi. Anche se, idealmente, l’ingrediente principale dovrebbe essere la verdura, se desideri un pasto un po’ più consistente puoi aggiungere legumi, pasta o un qualsiasi cereale integrale. Nella sezione delle ricette troverai un capitolo interamente dedicato alle zuppe.

La dieta giornaliera

Per aiutarti a mantenere il corretto equilibrio alimentare, Yogananda consiglia di includere nella dieta giornaliera alcuni o tutti i cibi elencati di seguito. Questi alimenti – egli afferma – contengono tutti gli elementi necessari al buon mantenimento dell’organismo. Le quantità indicate possono essere aumentate o diminuite secondo il fabbisogno personale.

Qualche anno fa questa lista è stata sottoposta all’analisi di un’importante pubblicazione salutistica americana. Nel rapporto stilato dai suoi esperti, è risultato che questa alimentazione, dal punto di vista nutrizionale, era la più completa che avessero mai conosciuto!

  • ½ mela
  • ¼ di pompelmo
  • 1 lime
  • 1 arancio
  • 6 foglie di spinaci crudi
  • 1 pezzettino di ananas
  • 6 fichi o datteri o prugne
  • 1 manciata di uvetta
  • 1 cucchiaino di miele
  • 1 limone
  • ¼ di cuore di lattuga
  • 1 cucchiaino di olio d’oliva
  • 1 bicchiere di latte
  • 1 cucchiaio di formaggio fresco in fiocchi
  • 1 cucchiaio di cagliata*
  • carota cruda, inclusa la sommità verde
  • 1 verdura al forno, oppure cotta
  • 1 bicchiere di succo d’arancia per metà alla griglia o al vapore con un cucchiaio di noci con la sua acqua di cottura tritate finemente

* Latte che è stato lasciato riposare in un posto caldo per uno o due giorni, preferibilmente in un contenitore di terracotta, finché inacidisce e si caglia. (In alternativa, può andar bene anche dello yogurt.)

Suggerimenti utili

  • Acquista una centrifuga: è uno dei migliori investimenti per la tua salute.
  • Bevi ogni giorno un bicchiere di succo fresco di carote o di verdure verdi. Per dargli un “tocco vivace”, puoi aggiungere un po’ di limone o zenzero.
  • Fai colazione con un frullato. Aggiungi delle noci e ti sentirai sazio per ore.
  • Crea il tuo pasto considerando i vegetali crudi la portata principale. Inizia con una porzione abbondante di insalata verde, aggiungendo alcuni succosi pomodorini o delle olive. Poi pensa a cosa mangiare come “contorno” della tua insalata mista: un po’ di pasta, del riso oppure del formaggio fresco. Ciò che conta è che l’insalata e la verdura costituiscano la parte principale del tuo pasto.
  • A cena, consuma una minestra di verdure e/o delle verdure cotte.

Lo chef consiglia…

  • Succo di carote, mela e finocchio
  • Succo di mela, limone e zenzero
  • Frullato di frutta secca
  • Insalata di cavolo e ananas
  • Vellutata di zucca al curry

Tutte le ricette sono presentate all’interno del libro! Anteprima Il Gusto della Gioia LIBRO di Zoè Matthews

Ti potrebbero interessare anche:

  • Come Essere Sani e Vitali. Ricarica il corpo con l’Energia vitale!
  • I 7 vantaggi del mangiare Raw Food.  Lucia Giovannini autrice del libro Il Crudo è Servito spiega I segreti del crudismo per vivere più sani senza rinunciare al piacere del cibo.
  • Solo Crudo. Sara Cargnello, coautrice del libro “Solo Crudo“, ci parla di crudismo e scelte alimentari, convinta crudista racconta un nuovo modo di mangiare, sano, nutriente, senza rinunciare al gusto
  • Dieta Macrobiotica e vegana. Intervista su RAIUNO a Sonia Grey nel corso della trasmissione “La vita in diretta”. Macrobiotica e vegana.
Lascia il tuo commento:
Precedente Vista Perfetta Senza Occhiali Successivo Soyabella