Il Destino delle Anime – Nuovi casi di vita tra le vite

Il Destino delle Anime – Nuovi casi di vita tra le vite. Un libro che indaga a fondo il grande mistero che riguarda la sorte della nostra anima dopo la sua dipartita terrena.

Dopo il suo bestseller mondiale, Il viaggio delle anime, Michael Newton approfondisce ulteriormente l’argomento dell’ipnoterapia regressiva ottenendo risultati sconcertanti dalle sue ricerche sulla vita tra le vite.

67 casi presentati in questo volume trattano argomenti quali il nostro scopo sulla Terra, i luoghi dove si recano le anime dopo la morte, le anime gemelle, gli spiriti guida e così via.

Di particolare interesse sono i motivi che ci fanno scegliere i nostri corpi e famiglie, e cosa pensiamo di ottenere dalle presenti incarnazioni a fronte del nostro vissuto di millenni.

Il collegamento tra anima antica e corpo nuovo richiede un adattamento particolarmente misterioso dai risvolti sorprendenti che stupirà il lettore, convincendolo di aver finalmente trovato la verità a lungo cercata.


Leggi Il viaggio continua… estratto dal libro di Michael Newton

Chi siamo? Perché siamo qui? Dove siamo diretti? Ho provato a rispondere a queste antiche domande con il mio primo libro pubblicato nel 1994 da Llewellyn, Il viaggio delle anime.

Molti lettori mi hanno raccontato di esserne stati risvegliati spiritualmente, perché fino ad allora non avevano mai concepito così dettagliatamente la vita nel mondo spirituale.

Inoltre, quella lettura confermava le loro sensazioni profonde che l’anima continui a vivere dopo la morte fisica e torni sulla Terra con un intento preciso.

Dopo che il libro è stato stampato e tradotto in molte lingue, ho ricevuto richieste da tutto il mondo circa la pubblicazione di un secondo volume. Per molto tempo ho lasciato questa possibilità in sospeso: raccogliere, organizzare e redigere sotto forma di studio completo anni di ricerca sulla vita eterna era stato un compito arduo. Sentivo di aver fatto abbastanza.

Nell’introduzione de Il viaggio delle anime, ho spiegato la mia preparazione di ipnoterapista tradizionale e quanto inizialmente fossi stato scettico sull’uso dell’ipnosi per la regressione metafisica. Nel 1947, all’età di quindici anni – ben prima dell’avvento della New Age – sottoposi il mio primo soggetto a ipnosi. Così, quando aprii involontariamente la porta del mondo spirituale con un cliente, rimasi sbalordito. Scoprii che per molti terapeuti della regressione alle incarnazioni passate la nostra vita tra le vite non è che un limbo confuso, un ponte tra esistenze. Compresi immediatamente che per aiutare i miei pazienti a raggiungere e sbloccare un ricordo sul loro tempo in quel luogo misterioso avrei dovuto procedere da solo, scoprendo i passi necessari da compiere.

Dopo diversi anni di serena ricerca, sono stato finalmente in grado di costruire un modello di lavoro sulla struttura del mondo spirituale e ho compreso quanto quel processo potesse essere terapeutico. Mi sono inoltre resto conto che non importa se le persone siano atee, profondamente religiose o fedeli a qualche filosofia specifica, perché nel corretto stato di ipnosi supercosciente i loro racconti sono tutti coerenti tra loro. Sono così diventato un “terapeuta della regressione spirituale”, un ipnoterapista specializzato nella vita dopo la morte.

Ho scritto Il viaggio delle anime per fornire al pubblico informazioni basilari, descrivendo in modo conciso e ordinato cosa succede alle nostre anime quando passiamo oltre – chi ci viene incontro, dove andiamo e cosa facciamo prima di scegliere il corpo in cui incarnaci successivamente. Ho concepito quel libro come un diario di viaggio nel tempo, utilizzando casi reali di pazienti che mi hanno raccontato le loro esperienze tra vite precedenti. Il viaggio delle anime non è divenuto l’ennesimo volume sulla reincarnazione, ma sonda un terreno nella ricerca metafisica praticamente inesplorato dal mondo dell’ipnosi.

Nel corso degli anni Ottanta, mentre elaboravo un modello di lavoro sul mondo tra le vite, smisi di esercitare tutti gli altri tipi di ipnoterapia. Ero ossessionato dal voler svelare i segreti del mondo spirituale, avendo messo insieme un grande numero di casi, sicuro della validità e attendibilità delle mie precedenti scoperte. In quegli anni lavorai quasi in isolamento, aggiornando solo i miei clienti sui progressi della mia ricerca. Rimasi anche lontano dalle librerie metafisiche, per garantire la mia imparzialità sull’oggetto di studio. A oggi, ritengo che quella forma di silenzio autoimposto sia stata la scelta giusta.

Quando partii da Los Angeles per ritirarmi sulle montagne della Sierra Nevada a scrivere Il viaggio delle anime, mi aspettavo di lavorare tranquillamente in incognito, ma scoprii presto che era una pia illusione. La maggior parte del materiale presentato nel libro era del tutto inedita e iniziai a ricevere numerose email tramite il mio editore. Devo molto alla Llewellyn, per aver supportato le mie ricerche e per il coraggio con cui ha voluto presentarle al pubblico. Le sono grato anche per avermi aiutato a divulgarle subito dopo la pubblicazione, con una serie di conferenze e interviste televisive e radiofoniche.

Dopo il mio primo volume, i lettori mi chiedevano più dettagli sulla vita nel mondo spirituale, continuando a domandarmi se disponessi di altre informazioni. In tutta onestà, era proprio così. Avevo diverso materiale che avevo preferito non pubblicare, nel timore che il pubblico Io avrebbe trovato eccessivo per un autore sconosciuto. Nonostante l’ottima accoglienza de Il viaggio delle anime, resistetti all’idea di scrivere un sequel e trovai un compromesso con la ristampa della quinta edizione nella quale aggiungere un indice, una nuova copertina e qualche paragrafo per rispondere a richieste di chiarimenti. Ma non era abbastanza; il volume delle email che ricevevo ogni settimana continuò ad aumentare a dismisura.

In molti iniziarono a cercarmi come ipnoterapista e decisi di riprendere a praticare la mia professione in forma ridotta, scoprendo così un’alta percentuale di anime evolute. I tempi di attesa per una seduta con me erano molto lunghi, per via del mio isolamento e della scelta di seguire solo pochi clienti.

Come conseguenza, ho incontrato meno anime giovani in crisi psicologica e più individui capaci di esercitare pazienza. Questi erano intenzionati a svelare il significato di alcuni problemi, attingendo ai loro ricordi spirituali per raggiungere traguardi specifici durante l’esperienza terrena. Molti erano guaritori e maestri che si rivelarono pronti a condividere con me informazioni sulla loro vita spirituale tra incarnazioni. In cambio, spero di averli aiutati nel loro cammino. Durante tutto quel tempo, la percezione dei lettori era che non avessi svelato tutti i miei segreti.

Alla fine la mia mente cominciò a interrogarsi su come approcciare l’idea di un secondo libro. L’effetto di tutto quanto ho appena descritto portò alla nascita de Il destino delle anime. Considero il mio primo volume un pellegrinaggio nel mondo dello spirito su un grande fiume dell’eternità. Il viaggio cominciava alla foce di questo corso d’acqua con il momento della morte e terminava nel luogo in cui ciascuno di noi torna in un nuovo corpo.

Ne Il viaggio delle anime sono risalito controcorrente verso la Fonte fin dove ho potuto, un processo che è rimasto invariato. Sebbene ciascuno di noi serbi il ricordo di aver compiuto questo viaggio innumerevoli volte, nessuno dei miei clienti ancora incarnati è mai riuscito a portarmi oltre.

Il destino delle anime accompagna i lettori in una seconda spedizione lungo il fiume, scandita da escursioni sui suoi maggiori affluenti per un’esplorazione più dettagliata. In questa avventura vorrei sollevare il velo sugli aspetti nascosti del viaggio, per offrire al lettore una visione più ampia del tutto. La struttura di questo libro si basa su categorie, piuttosto che tempi e spazi progressivi.

Accade così che le tempistiche dell’ordinario movimento animico si accavallino tra i luoghi dello spirito. Lo scopo è analizzare più appieno tali esperienze. Ho anche cercato di illustrare gli stessi elementi della vita spirituale a partire dalle diverse prospettive dei casi analizzati. Il destino delle anime ha lo scopo di espandere la nostra conoscenza dell’incredibile senso di ordine e pianificazione esistente a beneficio dell’essere umano.

E inoltre mio desiderio che questo viaggio tra le meraviglie del mondo spirituale sia fresco e piacevole anche per il viaggiatore inesperto. Chi mi legge per la prima volta troverà nel primo capitolo una panoramica di ciò che ho scoperto sulle nostre vite tra le vite. Spero che il riepilogo aiuti a comprendere quanto segue e che magari vi incuriosisca a leggere il mio primo volume.

Ora che cominciamo questo secondo viaggio insieme, vorrei ringraziare tutti quelli che mi hanno sostenuto nel duro lavoro indispensabile per sbloccare le porte spirituali della mente. Questo rapporto, insieme all’indulgenza di molte guide, in particolare le mie, mi ha donato l’energia per proseguire tale compito. Mi sento davvero fortunato a essere stato scelto come uno dei messaggeri di un’opera tanto importante. estratto dal libro Il Destino delle Anime di Michael Newton

Il Destino delle Anime
Nuovi casi di vita tra le vite

Scopri come l’anima elabora il distacco dal corpo fisico, come viene accolta nel mondo spirituale e come si prepara a reincarnarsi. leggi questo articolo »

Se vuoi approfondire questo argomento, ti consiglio di leggere… Ecco che cosa c’è dopo la morte – La tesi choc del terzo scienziato al mondo….


Articoli correlati…

Il viaggio delle anime – Uno studio sulla vita tra le vite. Il resoconto sconvolgente di come la nostra vita non finisca qui ma continui nel mondo spirituale attraverso ventinove casi che ricordano il loro viaggio tra le vite. Ventinove persone raccontano sotto ipnosi che cosa hanno visto nell’aldilà e come è avvenuto il loro processo di reincarnazione

Che cosa ci Attende Dopo la Morte ? – Il capolavoro del successore di Allan Kardec. Un libro che ci illumina su che cosa succede al momento della morte, in quale modo lo spirito si stacca dalla sua prigione di carne, quali impressioni e quali sentimenti lo attendono in quel temuto istante.

Orrore astrale – In questo libro Gabriele  la profetessa e messaggera di Dio per la nostra epoca ci descrive in che modo le anime legate alla Terra cercano di impossessarsi delle persone per influenzarle e chiarisce le conseguenze che il nostro comportamento nell’aldiquà avrà poi per la nostra vita come anima.

Lascia il tuo commento:
Precedente Empatia: Capire le Emozioni - Come funzionano pensieri, sentimenti e azioni. Successivo La scienza che ha dimostrato l'Aldilà