Il Coraggio di Riscoprirsi

Il Coraggio di Riscoprirsi – Ultimi appunti di viaggio. Con la prefazione della dott.ssa Viviana Guarini laureata in psicologia clinica.

Cambiamento è prendere coscienza. È divenire consapevole delle proprie esperienze, delle proprie azioni, dei propri pensieri, divenire consapevole di se stesso. Comprendere non quali scelte fare, perchè quelle ormai son state fatte, ma il perchè di quelle scelte alle quali saranno conseguenti altre azioni con altri infiniti bivi paralleli. Credi sia tutto un caso il caos che vedi ovunque sempre più accelerarsi, la follia dilagante tra gli esseri umani, l’incomprensione, le grida, la fuga? È solo paura. Paura di scoprire la verità. Quale verità?

Chiedi al tuo spirito. Fallo ad alta voce. Imprimi la vibrazione della tua anima nelle parole che pronunci, ma fallo con sincerità e lasciati guidare senza indugio. La verità vive di vita propria, non potrà mai essere seppellita. E pur di venire allo scoperto e farsi conoscere da ognuno di noi, utilizzerà qualsiasi mezzo, perchè essa non conosce il bene nè il male, ma solo se stessa. E stai certo che non ti deluderà mai.

Prefazione della dott.ssa Viviana Guarini

Coazione a ripetere.
Qualcuno l’ha chiamata cosi. L’eterno crogiolarsi in un passato doloroso, per convincersi di essere destinato ad esso. O nella vana illusione di trovare un fascio di luce nel dolore che si ripete, ogni giorno.

Coazione a ripetere.
È il primo vocabolo da eliminare durante la lettura di questo libro, un manuale “della scoperta”, senza precedenti.

“Ogni muro ha una crepa, ma è da li che entra la luce”.

Tra le righe sfumate del “manuale della riscoperta” che vi state accingendo a leggere, è a partire da queste crepe che dovete incominciare. Ogni muro che incontriamo nella vita è costruito con i mattoni che ci hanno lanciato addosso, e che ci hanno condotto ad innalzare piramidi colossali, fatte di difese, convinzioni, sensi di colpa, accuse. Ma è dalle crepe che bisogna incominciare.

È da quel fascio di luce, tiepido, ma accecante che bisogna ricostruirsi. Un viaggio di riscoperta, con il coraggio di una farfalla al suo primo volo, che distruggerà giorno dopo giorno quell’invalicabile muro di mattoni fatti di cemento armato. La riscoperta parte da noi.
Dal coraggio di dire: adesso basta.

“Il bisogno di accettazione che ci riporta alla dipendenza dall’altro, apre una lotta per il controllo” (Benjiamin,1988)

Penso che questa frase esprima in maniera illuminante la “sabbia non bagnata” su cui poggiarsi nella lettura di questo libro. Un manuale che conduce passo dopo passo alla distruzione della “lotta per il controllo”, alla voglia di vivere semplicemente essendo. L’uomo non riesce più ad essere felice, non riesce più ad amare e a volare perché ha smesso di guardarsi attorno. E si accontenta. È un luogo comune dire che la vita sia una, ma diventare consapevoli di questa realtà è ciò che di più difficile si possa realizzare. Se ogni giorno aprendo gli occhi fossimo davvero consci che tutto potrebbe finire da un momento all’altro, spenderemmo più tempo a guardare le stelle, e meno a lavare i piatti. Più tempo a sognare nelle avventure, e meno a piangere su ciò che poteva essere e non è.

Più tempo a sorridere ad una rondine in volo, e meno a rimproverare la pioggia. Più tempo a stringere un amico, e meno ad insultare un automobilista che non ci ha dato la precedenza. Troppo rancore, troppo orgoglio, troppa rabbia inseguono la morte dell’anima. Dobbiamo trovare più tempo per vivere la storia di una vita, una storia che sia scritta nero su bianco, ma con sfumature colorate che possano ricordarci che il “nero” sa essere dolce, se glielo concediamo. Recenti pagine di cronaca, narravano di un ragazzo caduto per “sbaglio” da un treno in corsa, per aver aperto lo sportellone in preda ad un “attacco di panico”. Questa giovane vita è finita perché aveva paura. La paura divora i nostri giorni, e ci nega di sopravvivere sui “treni in corsa”. Lo ricorda bene l’autore di questo “viaggio di riscoperta”, nonché amico e fratello, e lo fa in maniera chiara, diretta, lontano dalla demagogia che invade i nostri giorni.

Concludo questa breve introduzione con la frase che fa da guida ai miei giorni, e che spero possa guidarvi nella lettura di queste illuminanti pagine: “Chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola” Paolo Borsellino

Buona lettura e buon viaggio di cuore. Viviana Guarini

Claudio Guarini – Non ama farsi definire nello specifico, quindi non si considera uno scrittore ma un creativo che fa della vita la sua base per sviluppare la realtà attraverso l’immaginazione. E’ da sempre immerso nella ricerca di sè, nella comunicazione universale di un messaggio: ESSERE SE STESSI, ABBANDONARE LE PAURE E I CONDIZIONAMENTI per riconoscersi come un essere unico e irripetibile non separato dall’universo. Si impegna nella condivisione delle sue emozioni attraverso la creazione di video e, in questo caso, anche di semplici saggi che compone quando (come lui stesso dice) “SONO CONNESSO CON LA FONTE”.

 
Ultimi appunti di viaggio. Con la prefazione della dott.ssa Viviana Guarini laureata in psicologia clinica.

Scarica estratto  del libro ›› Il Coraggio di Riscoprirsi ( (tasto destro salva con nome) Formato Zip ›› Download

Articoli correlati….

Lascia il tuo commento:
Precedente Per creare un nuovo mondo Successivo Fame nel mondo