I Segreti della Gioia

I Segreti della Gioia

“La gioia accade anche nella vita comune, ma non sai come… Tu sei la gioia.” Osho

Osho nei Segreti della gioia commenta altre e nuove tecniche di meditazione, sempre contenute nel Vigyana Bhairava Tantra; la summa per eccellenza delle tecniche di meditazione della tradizione orientale. Questo testo, infatti, completa l’intera scienza della ricerca interiore e l’intera gamma di strategie utili a ripulire la mente e a trascenderla. Inoltre contempla tutte le tipologie di esseri umani: con un po’ di esercizio chiunque vi troverà il metodo che si adatta a lui.


“La gioia nasce dall’essere, ma passa attraverso il cuore. Il cuore riceve per primo la gioia dell’essere; e il cuore è il veicolo che esprime la gioia al mondo esteriore: da qui può nascere l’equivoco che forse la gioia nasce dal cuore. No, arriva semplicemente attraverso il cuore, ma nasce dall’essere: l’essere è più radicato interiormente; il cuore è solo uno strumento, un mezzo, un veicolo.”

La meditazione. “Il metodo giusto per trattare tutto ciò da cui ti senti circondato è il semplice essere un testimone: non lottare, non giudicare, non condannare. Rimani semplicemente silenzioso e immobile, un puro testimone di qualsiasi cosa ci sia. E praticamente un miracolo. Non mi sono mai imbattuto in alcun miracolo che non fosse il miracolo della meditazione, il miracolo dell’essere un testimone. Se riesci a essere un testimone, rimarcai ” stupito nel vedere che il solido muro che ti circonda si assottiglia, la folla si disperde; pian piano vedi porte e spiragli attraverso cui puoi uscire.” Osho


Prima sei tu a penetrare, il cielo poi esso penetra in te. E accade un incontro: il cielo interiore incontra quello esteriore. In tale incontro avviene la realizzazione. In esso accade la non mente, perche lincontro si verifica solo quando la non mente è presente. In quellunione per la prima volta non sei la mente. Non esiste la confusione. Non può esistere senza la mente. Non esiste linfelicità, perché nemmeno linfelicità può esistere senza la mente. Senza, non puoi essere infelica, manca la fonte.

Chi ti darà questa infelicità? Chi ti renderà infelice? E lo stesso vale dallaltro punto di vista: non puoi essere infelice senza la mente. Nè puoi essere estatico con essa. La mente non può mai essere fonte di beatitudine. Dunque se il cielo interiore e quello esteriore si incontrano e la mente scompare,anche solo per un istante sarai ricolmo di una vita nuova.

La qualità di quella vita è assolutamente diversa. E la vita eterna ,non contaminata dalla morte o da qualche paura. In quellincontro sarai qui ed ora!!nel presente. Infatti il passato e il futuro appartengono ai pensieri.Passato e futuro fanno parte della tua mente. Il presente e lesistenza non fa parte della mente.Questo momento non appartiene alla tua mente. Il momento che è appena passato e quello che stà per arrivare, invece si. Questo momento non ti appartiene mai. Ricorda tu appartieni al momento presente. Esisti qui ed ora. La tua mente esiste sempre da qualche altra parte. Sgravati da ogni peso. OSHO. Tratto da : I segreti della gioia.

I Segreti della Gioia

Da non perdere

Ordina su Il Giardino dei Libri

Imparare a meditare – terzo occhio – viaggi astrali –  La meditazione porta lentamente ad una vera e profonda trasformazione personale. La persona che entra nell’esperienza meditativa non è la stessa che ne esce.. leggi questo articolo ».

Lascia il tuo commento:
Precedente Il Risveglio del Leone Successivo Liberare l’energia interiore, le 12 regole