Crea sito

Gesù era sposato? Un papiro dice di sì

Gesù era sposato? Un papiro dice di sì.

La scoperta è sensazionale: un antico papiro parla chiaramente della moglie di Gesù di Nazareth. Il tema è molto delicato, visto che ha delle implicazioni anche di ordine pratico nella vita della Chiesa, andando a toccare vari temi come il celibato per i preti e la possibilità di essere ordinate sacerdoti per le donne.

Fin da tempi remoti la cristianità ha dibattuto sul fatto che Gesù fosse o meno sposato, portando prove a sostegno: chi sosteneva il non celibato, identificava in Maria Maddalena la consorte. Ora arriva la scoperta di un papiro, scritto in copto, studiato da Karen L. King, una delle più importanti studiose al mondo di papiri biblici e titolare della cattedra Hollis alla facoltà di teologia di Harward. Il testo è frammentario ma chiaro: Gesù parla di sua moglie.

La scoperta è stata presentata dalla King al Congresso Internazionale di Studi Coptici di Roma: il papiro è poco più grande di una carta di credito e apparteneva a un anonimo collezionista. La professoressa e il suo staff lo hanno studiato: è scritto in copto, “linguaggio egiziano con caratteri greci, e per la precisione in copto Sahidico, un dialetto dell’Egitto meridionale”, come ha scritto il New York Times che lo ha pubblicato. Databile al quarto secolo d.C., vi sono scritte frasi ben comprensibili, anche se non collegabili in un discorso compiuto.

“Mia madre mi ha dato la vita…i discepoli chiesero a Gesù…negò. Maria è degna di questo…Gesù disse loro, “mia moglie”…potrà essere mia discepola. Che i malvagi si gonfino…per quanto mi riguarda, abiterò con lei per… un’immagine”.

La cosa più importante è proprio l’espressione usata da Gesù: mia moglie. Non solo una moglie, ma anche una discepola, che lo avrebbe seguito e che per di più avrebbe vissuto con lui, nonostante i problemi che questo avrebbe potuto causare.

Una prova? Sì, ma la professoressa insiste su un punto: il papiro non può essere preso come prova unica, in grado cioè di raccontare l’assoluta verità.

Intervistata dall’Harvard Magazine, la King è chiara a questo proposito: non si può pensare subito che il Gesù storico fosse sposato. “Il testo è stato scritto secoli dopo la vita di Gesù e tutte le fonti precedenti, e storicamente attendibili nella letteratura cristiana tacciono sul punto”, ha spiegato.

Semmai, il papiro dimostra che fra i primi cristiani ci fu un dibattito acceso sullo “stato civile” di Gesù e che esiste una tradizione cristiana con Gesù sposato probabilmente “nella seconda metà del secondo secolo”.

Di sicuro il papiro non è un falso e le parole non possono dare adito a confusione, parlando chiaramente di “moglie”, ma altri papiri coevi parlano del celibato o addirittura di altre possibilità: se poi Gesù fosse sposato o meno è ancora tutto da decidere. di Lorena Cacace Da: Tuttogratis

Sposa di Gesù – I vangeli canonici non fanno alcuna menzione di una sposa di Gesù; pertanto, le chiese cristiane, cattolica, ortodossa, e la maggioranza di quelle evangeliche, credono fermamente che egli sia vissuto celibe per tutta la vita.

Tale opinione è sostenuta dalla maggioranza degli storici, anche se alcuni storici ritengono, invece, che egli dovesse essere sposato, come era costume per gli ebrei del suo tempo, seppur con alcune eccezioni, quali i maestri esseni e alcuni predicatori.

Il celibato di Gesù – All’epoca di Gesù, era molto raro per un Ebreo maschio essere celibe, poiché il fatto poteva essere considerato come una trasgressione della prima mitzvah (comandamento divino), “sii fruttuoso e moltiplicati”, e ciò è pressoché impensabile, nella tradizione ebraica, per un rabbi o maestro, come Gesù è chiamato nei Vangeli in alcune circostanze.

Il Giudaismo al tempo di Gesù era tuttavia molto diverso da quello più tardo e meglio conosciuto, e il ruolo del rabbi non era ancora ben definito [senza fonte]. Maestri celibi come Giovanni il Battista erano conosciuti anche nelle comunità degli Esseni, e Paolo di Tarso fu un esempio di un maestro non sposato itinerante tra i Cristiani, quando la maggior parte dei primi Cristiani erano ancora ebrei.

Anche il profeta Geremia non era sposato. I vangeli canonici non parlano esplicitamente né del celibato né di un matrimonio di Gesù e tale silenzio viene interpretato in modi opposti.

Da un lato si afferma che, se Gesù fosse stato sposato gli evangelisti non avrebbero avuto nessun motivo per tacere la presenza di una moglie. D’altro canto, il suo celibato, essendo una situazione non comune, avrebbe dovuto essere menzionato e spiegato. Da notare che tuttavia questa spiegazione manca [non chiaro] anche nel caso di san Giovanni Battista o di san Paolo. Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons   Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

Un frammento di papiro di 4 centimetri per 8 riapre un dibattito mai sopito: “E Gesù disse loro, mia moglie….”, queste parole scritte in copto sahidico, un dialetto dell’egitto meridionale, testimonierebbero che Gesù era sposato. E’ la stessa Karen King, la professoressa alla Harvard Divinity School che ha scoperto il documento, a smorzare le polemiche e a sottolineare che qui non siamo di fronte ad una scoperta clamorosa tanto da far tremare il Vaticano in stile codice Da Vinci “Il frammento non deve essere preso come la prova che il Gesù storico fosse effettivamente sposato – ha detto – ma conferma antiche tradizioni secondo cui Gesù era stato sposato e ribadisce che la questione del suo eventuale matrimonio e della sua sessualità è stata più volte sollevata con infiammati dibattiti”. Fonte1Fonte2

Correlati a questo articolo..

FILM – Gesù di Nazareth – diretto da Franco Zeffirelli.

Lascia il tuo commento:
CHIUDI
CHIUDI
shares
Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On PinterestVisit Us On InstagramVisit Us On Youtube