Enoc la vita nuova

Enoc la vita nuova – “In quel libro, che è la mia memoria,  alla prima pagina del capitolo, che è il giorno in cui t’incontrai la prima volta, io leggo le parole: qui comincia la Vita Nuova.”

Cominciare un viaggio all’interno di noi stessi e, nell’esplorazione, scoprire tutto ciò che custodiamo e proteggiamo, spesso persino dalla nostra coscienza, è forse l’unica avventura degna di essere intrapresa e portata a compimento. Il segreto della vita, nelle sue molteplici modalità, può essere forse trovato soltanto dentro di noi, là dove i nostri sensi non giungono, e tutto ciò che abbiamo imparato nel mondo non ha alcun valore.

Nel percorso ENOC, i cui punti salienti sono evidenziati in questo libro, si innesca il seme di questa ricerca, portando chi lo desidera a comprendere la chiave della comunione con quella parte di noi che ci attende Oltre questa vita.

Alla fine, che cosa siamo, apparentemente? Una macchina che processa energia ed elabora dati, come un computer. La visione atea, in questo senso, afferma che esiste solo quella, esiste solo quello che si vede. Quello che manca, però, in questa visione meccanica delle cose, è la figura dell’operatore che sta dietro la macchina, il nucleo vivente. Che cosa significa, dunque, evolvere? Che cosa significa raggiungere una destinazione che possa dare un senso alla ragione per cui siamo qua, che possa differenziarci, che possa dare energia al potenziale che abbiamo dentro?

Il programma Evolution and New Order Civilization (E.N.O.C.), che si definisce come areligioso, nel senso che non si identifica con alcuna religione o filosofia, offre all’essere umano la possibilità di un balzo evolutivo, oltre la condizione normalmente vissuta.

Prima di tutto, però, è necessario che l’individuo apra gli occhi e si accorga di trovarsi in una prigione, limitato fortemente da un attaccamento eccessivo alla propria natura animale. Solo chi realizza ciò, e decide di evolversi, può portare a termine il programma. Il risveglio è solo l’inizio, non l’obiettivo. La fase iniziale mira a portare l’essere umano a una nuova capacità sensitiva e operativa, in modo che possa percepire e scegliere la propria strada.

Dal nostro punto di vista, infatti, l’uomo ordinario non è nemmeno in grado di vedere, proprio come una pecora ha bisogno di un pastore che la guidi. Il primo passo, quindi, consiste nella ristrutturazione dell’aggregato umano, a partire dalle sue tre componenti fondamentali: corpo, mente, struttura emotiva. Per quanto riguarda la componente emotiva, le persone impareranno a riconoscere le proprie emozioni più vere da quelle che derivano dall’influenza esterna. In seguito, la persona acquisirà la capacità di generare dei ‘campi emotivi stabili’, e di creare al suo interno un’emozione per irradiarla nell’ambiente circostante, influenzandolo.

 Fabio Ghioni

Il programma Evolution and New Order Civilization (E.N.O.C.) offre all’essere umano la possibilità di un balzo evolutivo che lo porti oltre la propria condizione. Prima di tutto, però, è necessario che l’individuo apra gli occhi e si accorga di trovarsi in una prigione, limitato fortemente dalla propria natura animale. Solo chi realizza ciò e decide di evolversi può portare a termine il programma. Il risveglio è solo l’inizio, non l’obiettivo.

Chi apre gli occhi e inizia a percepire la realtà come veramente è, comprende subito di trovarsi in una prigione. Questa è la condizione comune e ‘naturale’ dell’essere umano, di cui però normalmente non è consapevole.

L’uomo è certo un animale molto evoluto, dotato di una mente sofisticata che gli permette di elaborare e svolgere operazioni complesse, e grazie alla quale ha ideato una tecnologia che ha ampliato i suoi limiti fisici e mentali. Tuttavia, rimane pur sempre un animale, soggetto a tutti gli impulsi e a tutte le limitazioni della propria natura.

Malgrado possa sognare di essere eterno o onnipotente, l’essere umano reagisce ancora a una logica di stimolo-risposta, esattamente come i topi. Inoltre, è costretto ad assumere in continuazione ‘droghe’ per sopravvivere: mangiare, respirare e soprattutto provare emozioni, senza le quali morirebbe all’istante.

Ed è proprio la necessità di identificarsi e di perdersi senza sosta nelle emozioni la causa principale delle sue sofferenze e della sua prigionia, che lo mantiene in uno stato ipnotico anche durante la veglia. Proprio per questo, molte tradizioni esoteriche affermano che la condizione dell’uomo comune è il sonno.

Ma cosa succede quando l’uomo si risveglia e vede le sbarre? In quel momento, per la prima volta in vita sua, si trova di fronte alla possibilità di compiere una vera scelta: può decidere di restare dentro la prigione, e magari diventare una personalità eminente all’interno di questa prigione, esercitando il potere che può ora acquisire facilmente sugli altri uomini; oppure, può decidere di evadere dalla prigione e fare di tutto per riuscirci, pur sapendo che il compito non sarà per nulla facile e che dovrà contare solo sulle proprie forze.

Proprio per favorire e accelerare questo processo è nato il programma Evolution and New Order Civilization (E.N.O.C.). Lo scopo di E.N.O.C. è, nella sua prima fase, di portare l’individuo ad aprire gli occhi e a mostrargli le due strade.

Cercami – Fatica, affanno, paura, solitudine, dubbio, rassegnazione, rancore, arroganza. Sono solo un’illusione, quando la Vita è vissuta nella meraviglia della scoperta continua, nell’intensa sequenza di esperienze, cercando la giusta posizione nell’ordine, ovvero ciò che ogni individuo è nato per rappresentare. Il segreto che cerchiamo nella Vita è nascosto in piena vista, interpretato maestosamente dalla quotidianità, che effonde il Profumo di Lei.

Fabio Ghioni

Articoli correlati…

Back to the roots – Ritorniamo alle radici.  L’Evoluzione dell’Uomo, un concetto ricco di sfumature per la nostra specie, una visione che ci ha sempre fuorviato – e in un certo senso anche ingannato – nell’agire e nell’operare. Cosa voleva dirci Darwin? Che per continuare ad esistere dobbiamo continuamente migliorarci?

Lascia il tuo commento:
Precedente Enjoy Successivo Libro Americano dei Morti