Crea sito

DHAMMAPADA. Il libro più amato del canone Buddista

DHAMMAPADA. Il libro più amato del canone Buddista. Una serie di penetranti affermazioni e di esortazioni, immagini, metafore poetiche. Il lettore, a poco a poco, diventa egli stesso uditore, vive la sensazione che Buddha gli parli direttamente e personalmente e lo chiami al ”risveglio”.

“È cosa buona dominare la mente, inafferrabile, veloce, che vola. La mente domata porta felicità”

Il libro più noto del Canone buddhista finalmente in una tradu­zione dell’originale in lingua Pali, che rispetta forma e sostanza del testo.

Il Dhammapada espone, sotto forma di strofe poeti­che, i concetti fondamentali del buddhismo antico.

Il titolo dell’opera, composta probabilmente intorno al III secolo a.C, significa “parole di Dharma”, dove Dharma deriva da una radi­ce linguistica che significa “sostenere” e indica qualcosa di saldo e stabile: il termine è passato a connotare la legge, tanto fisica quanto morale, che sostiene l’universo.

La traduzione è seguita da commenti che spiegano ogni strofa.

Il commento illustra così passo per passo i principi fondamentali del buddhi­smo delle origini, in modo semplice ma rigoroso, con l’intento di guidare il lettore, anche quello digiuno di buddhismo e di dottrine orientali, alla conoscenza dell’insegnamento del Buddha.

Dhammapada
La via del Buddha

Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere

Ordina su Il Giardino dei Libri

Dhammapada. Il libro più amato Dal Canone Buddista Download  Offerto da Rosacroceoggi

La Mente che Mente. Commenti al Dhammapada di gautama il Buddha. Il Dhammapada, o “Sentiero della Legge”, è uno dei testi più conosciuti di tutta la letteratura buddhista e uno dei più antichi del Canone pali: un’antologia di oltre quattrocento detti di Gautama il Buddha che è diventato testo di riferimento e oggetto di studio e interpretazioni.

Buddha non predicò una religione, né insegnò una filosofia come sistema di pensiero, offrì invece una spiegazione dell’infelicità umana e mostrò una pratica per liberarsene: “la Via del Buddha”.

La liberazione, che è essenzialmente libertà da se stessi, si realizza attraverso la meditazione e il risveglio dal sonno della coscienza.

Le parole del Maestro del VI sec. a.C. sono qui commentate dal Maestro moderno Osho.

La Mente che Mente
Commenti al Dhammapada di Gautama Il Buddha

Voto medio su 1 recensioni: Buono

Ordina su Il Giardino dei Libri

La Saggezza dell’Innocenza. Commenti al Dhammapada di Gutama il Buddha. “Buddha è stato estremamente frainteso, non soltanto dai suoi nemici ma anche dai suoi amici – di fatto, più dai suoi amici che non dai suoi nemici. È stato frainteso più di qualsiasi altra persona al mondo.

La ragione è semplice: Buddha è uno dei Maestri più profondi. La sua intuizione è talmente profonda da essere fraintesa, è inevitabile. Io non sto affatto interpretando Buddha, perché non sono un buddhista, non sono un seguace. Ho sperimentato la stessa illuminazione che ha avuto Buddha, quindi quando parlo di Buddha è come se parlassi di me stesso. Il mio non è un commento, non è un’interpretazione.

Buddha è soltanto un pretesto per parlare a voi, uno splendido pretesto per comunicare a voi la mia realizzazione. Ricordate sempre che vi sto parlando della mia esperienza. Uso Buddha come un pretesto per mettere in evidenza ciò che io ho compreso e sperimentato. E amo quest’uomo; lo amo immensamente, perché nessuno più di Buddha ha mai toccato simili profondità e ha mai raggiunto tali altezze. Egli rimane l’Everest, la vetta più elevata che la consapevolezza umana abbia mai raggiunto.” Osho

La Saggezza dell'Innocenza
Commenti al Dhammapada di Gautama il Buddha

Voto medio su 5 recensioni: Da non perdere

Ordina su Il Giardino dei Libri

Una Risata vi Risveglierà.Commenti al Dhammapada di Gautama il Buddha. In questa nuova serie di discorsi, Osho approfondisce il commento del Dhammapada, l’opera buddhista piu’ popolare in Oriente, il cui impatto millenario conferma il suo valore universale, soprattutto oggi in quanto, secondo Osho, dal punto di vista della ricerca del Vero, la crisi di valori che stiamo attraversando ci offre concrete opportunita’ di realizzazione: “Dal punto di vista della ricerca i tempi sono maturi: possiamo indagare nel Reale con totalita’ e onesta’ di intenti, poiche’ nessuna professione di fede ci ostacola piu'”.

Adesso e’ quindi possibile mettere a fuoco il problema reale, qualcosa che lo spirito dei tempi sembra enfatizzare, al di la’ di qualsiasi possibilita’ di illusione: “il problema e’ questo: noi viviamo in un’oscurita’ che avvolge il cuore; come trasformarla in luminosita’? Ne abbiamo il potenziale, manon sappiamo come renderlo attuale.

Il Buddha e’ molto pratico; in realta’ e’ il primo uomo del tutto pragmatico, per cio’ che concerne il mondo interiore e la sfera dell’essere”.

“Tra tutte le domande, la più importante è: in cosa consiste la vera felicità? Ed esiste una possibilità di realizzarla? La vera felicità è veramente possibile, oppure ogni cosa è soltanto momentanea? La vita è solo un sogno, oppure in essa esiste anche qualcosa di sostanziale? L’esistenza inizia con la nascita e termina con la morte, oppure esiste qualcosa che trascende sia la nascita sia la morte? Infatti, senza l’eterno, la vera felicità non può affatto esistere.

Con ciò che è momentaneo la felicità resta qualcosa di evanescente: esiste per un attimo, quello successivo è svanita, e tu vieni lasciato in una profonda disperazione, nell’oscurità più totale.

Nella vita comune accade, le cose stanno così nella vita di chi non è risvegliato: ci sono momenti di beatitudine e momenti di infelicità; ogni cosa è confusa in un amalgama senza contorni precisi. Non puoi trattenere gli istanti di felicità che ti accadono: sopraggiungono inaspettati e inaspettatamente scompaiono, tu non li governi minimamente.

Né puoi evitare i momenti di infelicità: anch’essi hanno un’esistenza propria, sopraggiungono inaspettatamente e inaspettatamente se ne vanno; tu sei semplicemente una vittima del loro andirivieni. E vivi lacerato tra queste due realtà: felicità e infelicità ti dominano senza lasciarti un attimo di quiete. Vivi lacerato da ogni sorta di dualismi…” (Osho)

Una Risata vi Risveglierà
Commenti al Dhammapada di Gautama il Buddha

Da non perdere

Ordina su Il Giardino dei Libri

Per approfondire…

Dhammapada audiolibro – Il Dhammapada è il libro più noto del Canone buddhista, scritto intorno al III secolo a.C. Nei suoi 26 file raccoglie in 423 strofe i detti del Buddha che ci appaiono, dopo più dì duemila anni, di estrema modernità. Potete Ascoltare gratuitamente questo audiolibro. Ascolta l’audiolibro »


Articoli correlati….

Lascia il tuo commento:
CHIUDI
CHIUDI
shares
Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On PinterestVisit Us On InstagramVisit Us On Youtube