Come Trovare Te Stesso


PROVA HYPE. Il nuovo modo di gestire il tuo denaro. Semplice, smart, senza costi! HYPE è in omaggio. Nessun costo di attivazione, ne canone annuo. Hai una Carta Mastercard Contacless con cui pagare online e in tutti i negozi. Registrati gratis online, IBAN e Carta sono attivi in pochi minuti! Canone: 0€  Emissione: 0€  Ricarica: 0€  Prelievi Italia ed Estero: 0€ Riceverai un bonus di 10€ che potrai spendere come vuoi registrandoti tramite questo link » REGISTRATI, È GRATIS

Vetrina Made in Italy - Scopri di più 


Come Trovare Te Stesso …

Trovare il vero te stesso è un’esperienza illuminante che ti permette di diventare autosufficiente e di fare finalmente le cose per te stesso. Non è facile descrivere la sensazione in oggetto a parole, ma quando non sei certo di sapere chi sei, è difficile ignorare il problema e andare oltre.

Naturalmente riuscire a trovare te stesso non è semplice come bere un bicchier d’acqua, ma in questa guida troverai dei buoni consigli per dare inizio al processo di ricerca.

Parte 1 – Risvegliare la propria Coscienza

1 – Crea una tua linea del tempo. Scrivi quali sono i principali obiettivi che vuoi raggiungere nella vita. Non dimenticare di elencare anche quelli già raggiunti, soprattutto se hanno avuto un effetto importante sul tuo modo di essere. Quando la vita ci fa scontrare con problemi e avversità, il nostro sistema di credenze cambia e ci fa pensare in modo differente. Ma ancora meglio, fa sì che noi diventiamo realmente noi. Tutto ciò che scriverai nella tua lista sarà una reale parte di te, e non un semplice riflesso della società.

Questo esercizio non è un crogiolarsi nell’immaginazione, al contrario, è una ricerca di chiarezza e di identificazione. Potresti scoprire che la tua situazione e i tuoi problemi attuali sono un impedimento al raggiungimento del tuo potenziale e del tuo vero io.

Dedica un po’ di tempo al descrivere con chiarezza gli eventi importanti della tua linea temporale passata. Farlo è un metodo molto efficace per chiarire le circostanze più rilevanti della tua vita. Potrai osservare il tuo passato e le esperienze che ti hanno formato senza lasciarti permeare delle emozioni (cosa che invece faresti rileggendo un diario). Cerca di ragionare in modo semplice, pratico e sintetico, soffermandoti sulle lezioni più importanti che la vita, e le sue difficoltà, ti hanno insegnato.

Quando analizzi le esperienze negative passate sforzati di guardare il messaggio positivo che hanno saputo insegnarti, senza rimuginare sugli errori commessi e sugli aspetti negativi. Ognuno di noi, sulla propria linea del tempo, ha qualcosa di ‘sbagliato’, ma fingere che alcuni momenti siano stati peggiori della realtà, o che non esistano, non è certamente utile. Al contrario, è importante riconoscere che se non fosse stato per quegli avvenimenti, oggi saresti una persona diversa in un posto diverso.

2 – Distingui i tuoi propri pensieri da quelli altrui. La maggior parte delle persone (questo fatto è più comune di quanto pensi) affronta la propria vita con il pilota automatico inserito, utilizzando in pratica una sorta di mappa comune ai più, relativa al funzionamento della realtà. Vai a scuola, trovati un lavoro, sposati, pensa questo, quello, e poi spera che tutto vada bene. Sicuramente si tratta di consigli molto utili, ma incapaci di lasciare alcuno spazio al vero te. Quindi siediti con te stesso. Cerca nella tua mente se vi sono credenze che non sono basate sulla logica, ma su ciò che ti è stato detto. Tutti noi ne abbiamo. Alla luce di ciò, che cosa pensi veramente tu?

La società ha un modo molto sottile di mostrarci i disadattati, condannare i perdenti, idolatrare il bello, alienare il diverso. Ma ecco una dritta: questo modo di descrivere le cose non ha alcuna base nella realtà. Come ti senti tu riguardo al mondo che ti circonda? Cosa provi tu? Pensa a quello che tu credi sia giusto o sbagliato e non a ciò che ti hanno detto di credere gli altri.

Sentiti libero di pensare più concretamente. Realmente sei d’accordo con il credo politico o religioso della tua famiglia? Fare carriera è davvero la cosa più importante per te? Quegli occhiali spessi e neri davvero ti fanno sentire cool come gli altri dicono? Se la risposta fosse no, perfetto! Decidere di non modellarti alle norme preesistenti non comporta nessun problema. Ora tutto quello che dovrai fare sarà disimparare per poi re-imparare. Questa volta però, lascia che sia il tuo istinto a guidarti.

3 – Impara a fidarti di te. La fiducia e il poter contare su di sé sono la chiave della ricerca. Se non hai una solida autostima sarai sempre portato ad ascoltare quello che gli altri hanno da dire e ti lascerai influenzare dal loro giudizio su ciò che è sbagliato, giusto o inappropriato. Impara a credere in te stesso e ad avere fiducia nelle tue sensazioni.

Se in passato ti sei sentito una vittima, affronta le tue paure. Non andranno via da sole e potrebbero condizionare la tua vita e i tuoi comportamenti, portandoti a vivere secondo le aspettative altrui anziché secondo i tuoi reali desideri.

Inizia ad aver fiducia nella tua capacità di giudizio e nelle tue abilità nel prendere una decisione. È normale fare degli errori, di tanto in tanto. È proprio attraverso gli sbagli che imparerai, crescerai e potrai trovare il vero te stesso.

Diventa responsabile delle tue spese e dei tuoi impegni famigliari, pianifica il tuo futuro. Le persone che hanno uno scarso senso di sé tendono a trascurare i “dettagli” della vita affrontandoli con un atteggiamento eccessivamente superficiale, come se ogni cosa si dovesse risolvere da sola. Purtroppo non sempre le cose funzionano in questo modo e prenderti le tue responsabilità ti permetterà di riprendere in mano le redini della tua vita aumentando anche la tua autostima e la tua autodeterminazione.

4 – Preparati a un nuovo inizio. Sviluppa una tua propria moralità e mettila in pratica. Rimuovi i vizi dalla tua vita, i vizi sono quelle azioni, o quelle abitudini, che tengono inutilmente occupato il tuo vero io distogliendoti dalle cose importanti.

Smetti di fumare, di mangiare in modo sconsiderato e di fare abuso di alcool. Questi sono solo alcuni esempi di quelle inutili concessioni che ti allontanano dall’essere e dal sentirti al meglio. I vizi, inoltre, ti permettono di schivare l’analisi del perché usi questi falsi sostegni anziché cercare di far risplendere al meglio la tua vita.

Questo passaggio, per alcune persone, può comportare una riabilitazione più lunga, ma spostare o rimandare il problema non lo farà scomparire. Ricorda che è impossibile procedere in avanti con la tua vita se non riesci a smettere di guardare nello specchietto retrovisore!

5 – Organizza il tuo mondo. Potresti accorgerti che fare ordine nelle tue cose sia in grado di velocizzare il processo di creazione di un’identità stabile. Comincia col pulire la tua camera. Fai i tuoi compiti. Risolvi quella discussione con un amico. Cerca di creare il giusto spazio sul sentiero che ti conduce al vero te e di prenderti il tempo che ti serve.

Tutti noi abbiamo montagne di scuse per non essere riusciti a diventare quello che volevamo, potremmo ad esempio incolpare la scuola, il denaro, il lavoro, una relazione, o qualsiasi altra cosa ti venga in mente, dinne una, sicuramente sarà stata usata come scusa da qualcuno. Se sei una persona molto impegnata, compi delle scelte per organizzare la tua agenda e trovare il tempo di dedicarti ai tuoi obiettivi. Se continui a dare la priorità 2 a una cosa, finirai per non farla mai.

Parte 2  – Conquistare il Tuo Mondo

1 – Immergiti nella solitudine. Concediti del tempo e dello spazio per uscire dalle aspettative, dalle conversazioni, dai rumori, dalle pressioni e dalle informazioni quotidiane. Prenditi ogni giorno del tempo per fare una lunga passeggiata e pensare. Siediti su una panchina nel parco e osserva. Parti per un lungo viaggio di riflessione o, comunque, allontanati da tutto ciò che ti distrae dal contemplare la tua vita e dal perseguire i tuoi sogni. Quando sei solo dovresti sentirti indipendente e autosufficiente anziché solo, bisognoso o spaventato.

Ognuno di noi ha bisogno di trascorrere del tempo da solo, sia che si tratti di una persona estroversa o introversa, di un single o di una persona che ha una relazione sentimentale, di una persona giovane o vecchia. La solitudine è un momento per rinvigorirsi e per ascoltare il proprio dialogo interiore nella pace assoluta accorgendosi che, quando la solitudine è una scelta, non è un posto cattivo dove stare, ma anzi è un luogo liberatorio ed importante della nostra esistenza.

Se sei una persona creativa, potresti scoprire che la solitudine è in grado di aumentare la tua creatività. Sebbene collaborare con le altre persone sia sicuramente bello, essere davvero creativi quando si è circondati dalla gente può risultare difficile. Fai un passo indietro e sfrutta la tua creatività.

2 – Individua la tua passione. Quando credi in qualcosa o vedi della bellezza in un’altra, non dovresti dar peso ai pensieri altrui. Se hai trovato qualcosa per cui valga la pena compiere degli sforzi, dei sacrifici, e versare delle lacrime, hai trovato lo scopo più importante della tua vita. Spesso, questa ricerca sarà in grado di portarti un grande e profondo senso di appagamento.

La chiave di questo punto è capire che non importa di cosa si tratti. Potrebbe riguardare la prevenzione della fame dei bambini così come la pittura. Non esiste una scala di giudizio quando si tratta di passione. Sia che tu lo senta o no, nessuno è migliore di altri. Quando trovi qualcosa in grado di farti saltare giù dal letto la mattina, aggrappatici. Sboccerai insieme alla tua passione.

3 – Trova un mentore. Anche se in fin dei conti la ricerca della tua anima sia solo compito tuo, e sia solo tu a poter determinare le tue necessità, un mentore può essere una risorsa incredibile quando ci si trova ad affrontare gli inevitabili ostacoli della vita. Cerca una persona di cui ti fidi e che abbia un profondo senso di sé. Come lo ha raggiunto?

Mettilo a conoscenza del percorso che stai intraprendendo. Sottolinea che si tratta del tuo percorso, ma che ti piacerebbe fare uso della sua forza come guida lungo il cammino. Cerca di essere il più obiettivo possibile e di comprendere le basi del suo essere. Scopri come le ha ottenute e come riesce a essere sempre coerente con se stesso.

Un sistema di supporto è un ingrediente fondamentale di qualsiasi tattica di auto-miglioramento. Non tutti comprenderanno il percorso che stai affrontando e non tutti capiranno che non si tratta di un semplice fuoco di paglia. Appoggiati al tuo mentore per essere ascoltato mano a mano che ti trovi ad affrontare nuove situazioni. Spesso avere modo di sfogarsi può essere molto utile.

4 – Identifica il tuo percorso lavorativo. Se stai saltellando da un posto all’altro cercando il lavoro ‘giusto’ potresti non essere felice. Spesso, cambiare lavoro potrebbe essere una scusa per non realizzare a pieno il tuo potenziale. Vai alla ricerca di te stesso impegnandoti realmente in ciò che ti piace fare: se i soldi non fossero un problema, come passeresti le tue giornate? Che cosa faresti? Chiediti se c’è un modo per monetizzare questa tua attività/abilità.

Trascorri del tempo pensando liberamente. Pensa a ciò che ti piace e a che cosa non ti piace; rifletti e lascia scorrere i pensieri che nascono nella tua mente, osserva le associazioni che si creano e vai oltre ai normali concetti. Torna a pensare al tuo percorso lavorativo e osserva come la tua mente associa liberamente le diverse idee. Che tipo di carriera sembra essere meglio indicata secondo il tuo esercizio di associazione libera, che cosa ti eccita e ti coinvolge, quale idea ti rende più motivato ed energico? Come dice lo scrittore svizzero Alain de Botton questo esercizio è una ricerca di piccoli guizzi di gioia in un mare di doveri e aspettative.


Alimentazione e nutrizione » Parafarmacia.

Migliaia di prodotti a prezzi scontati » Outlet Amazon.


Tieni comunque a mente che il lavoro può non essere associato alla tua vocazione. Se questo fosse il tuo caso, sarà necessario creare un giusto equilibrio tra la tua vita e il tuo lavoro, in maniera da poter perseguire la tua ricerca del tuo vero io. Questo potrebbe significare che occorreranno più ore e minori introiti, ma non ti arrendere e ricorda che tutto è possibile, soprattutto quando si è alla ricerca della propria persona.

Parte 3  – Cambiare la propria Prospettiva

1 – Lascia andare il tuo bisogno di essere amato da tutti. Accetta che alcune persone possano pensare male di te, qualunque siano le tue azioni. È importante dimenticarsi di ciò che pensano gli altri perché è impossibile compiacere tutti. Inoltre, sebbene tu non voglia deludere chi ti sta accanto, ricorda che chi ti vuole bene dovrebbe desiderare di vederti felice. Fino a quando la tua esistenza sarà basata sul soddisfare i desideri degli altri e sull’essere quello che gli altri vogliano che tu sia, non saprai mai chi sei veramente. Questo pensiero è adeguatamente riassunto da Raymond Hull: “Chi modifica se stesso per adattarsi agli altri, presto si perderà.”

Realizza che alcune persone diventeranno gelose, dispiaciute o sopraffatte nel vederti cambiare le tue abitudini mentre maturi ed impari ad amare maggiormente te stesso. Questo fatto potrebbe minacciare le tue relazioni con gli altri perché costringerà, chi ti sta accanto, a guardare nella propria vita e non tutti potrebbero aver voglia di compiere questo passo. Dai a queste persone il giusto spazio e la giusta comprensione, se si allontanano, col tempo, potrebbero tornare. Se così non fosse, lasciali liberi, non hai bisogno di loro per essere te stesso.

2 – Abbandona la negatività. Potrebbe sembrare un concetto piuttosto astratto ma fortunatamente, per una volta, è più facile a farsi che a dirsi. Esegui uno sforzo cosciente per minimizzare il giudizio, nei confronti delle persone, degli oggetti e di te stesso. Fallo per due ragioni: 1) La positività nutre lo spirito e può portare nuova e ritrovata felicità, 2) Aprire la mente a nuove esperienze e a nuove persone (precedentemente eliminate) ti farà conoscere un nuovo mondo potenzialmente migliore di quello finora conosciuto.

Cerca quotidianamente di fare qualcosa che un tempo avresti evitato perché etichettato come strano, illogico o più semplicemente disagevole. Uscire dalla tua zona di agio non solo potrà insegnarti qualcosa, ma ti costringerà a conoscerti meglio. Scoprirai che cosa sei in grado di fare, che cosa ti piace, ciò che proprio non ti piace, e che cosa ti stavi perdendo finora. Sarà un successo sotto ogni punto di vista.

3 – Fatti tutte le domande. Anche quelle più difficili e che ti spingono a guardare il disegno più grande che sta dietro a ogni cosa. Tieni una nota scritta delle tue risposte. Altrimenti queste riflessioni significative potrebbero tornare presto nel ‘dimenticatoio’. Scriverle ti permetterà di tornare a rifletterci su e di fare ulteriori passi, ponendoti nuove domande, anziché continuare a rimuginare sugli stessi pensieri. Tieni i tuoi pensieri scritti in un luogo facilmente accessibile e a portata di mano; diventeranno uno strumento importante nel tuo processo di crescita personale. Vediamo qualche esempio:

“Se avessi tutte le risorse del mondo a mia disposizione — se non avessi la necessità di guadagnare dei soldi — che cosa farei delle mie giornate e perché?” Forse trascorreresti il tuo tempo a dipingere, a scrivere, a coltivare la terra o ad esplorare la foresta amazzonica. Non trattenerti.

“Ripensando alla tua vita che cosa non vorresti mai dover rimpiangere?” Ad esempio di non aver viaggiato a sufficienza? O di non aver chiesto a quella persona di uscire con te, anche ottenendo un rifiuto come risposta? Rimpiangeresti di non aver passato tempo a sufficienza con la tua famiglia pur avendone avuta la possibilità? Rispondere a queste domande potrebbe essere davvero complicato.

“Se dovessi descrivere con tre parole la persona che vorresti essere, quali sarebbero?” Avventuroso? Amorevole? Aperto? Onesto? Spassoso? Ottimista? Non temere di scegliere delle parole che possano essere considerate negative perché questo prova che tu sei una persona reale e unica e non una combinazione di altre persone.

A volte le caratteristiche che non ami possono diventare utili in situazioni di emergenza — ad esempio, l’essere autoritario. Anche l’essere pignoli e pedanti può diventare un aspetto positivo in alcuni lavori.

Se hai una caratteristica davvero negativa, ammetterlo apertamente ti darà la motivazione e le energie per dirigere questo aspetto in qualcosa di positivo. Prova a trasformare quella cattiva abitudine in un hobby. Non ami lavare i vestiti? Datti al campeggio, potrebbe piacerti! Perfino imparare a ballare la pole dance potrebbe rivelarsi il tuo biglietto vincente.

“Chi sono?” Questa domanda non è statica. Dovrebbe essere una di quelle domande a cui cercare di continuare a rispondere durante tutta la vita. Una persona sana continua a reinventare se stessa giorno dopo giorno. Ponendoti questa domanda regolarmente la tua comprensione di te cambierà e si aggiornerà facendoti notare e apprezzare il tuo percorso evolutivo. Invece di chiederti chi avresti dovuto o potuto essere, concentrati su chi sei veramente; con ogni probabilità esiste una risposta importante, nel bene o nel male.

Parte 4 Compiere le Scelte Giuste

1 – Agisci in accordo con le tue nuove conoscenze. Fai le cose che vuoi fare! Riprendi in mano quegli acquerelli, scrivi un breve racconto, organizza il viaggio che vuoi fare da tempo o pianifica una cena con un familiare. Apri la mente, racconta barzellette spassose. Dici la verità e, qualsiasi persona tu abbia deciso di essere o qualsiasi cosa tu abbia deciso di fare, inizia a farlo e ad esserlo ora.

Potresti essere tentato di scuotere la testa adducendo qualche scusa come “non ho tempo”, “non ho i soldi”, “le responsabilità familiari”, eccetera. Invece di usare questi fatti come scuse, inizia a pianificare di conseguenza la tua vita; affronta gli ostacoli. Fai del tuo meglio per trovare del tempo libero, del denaro, e del coraggio, per organizzare i tuoi doveri e i tuoi impegni.

A volte, il vero te stesso può essere troppo spaventato per affrontare i risvolti pratici del cambiamento perché teme di scontrarsi con i propri limiti. Inizia a programmare quello che vuoi fare veramente e scopri cosa si necessario fare per raggiungere i tuoi obiettivi anziché accampare delle scuse. Non permettere mai che i tuoi sogni finiscano su un binario morto.

2 – Sii pronto ai fallimenti. Trovare se stessi è un viaggio e non una destinazione finale. Buona parte del percorso consiste in prove ed errori. Questo è il prezzo da pagare per ricevere in cambio grande soddisfazione. Sii pronto a capire e ad accettare che il fallimento non è che una parte dell’intero processo; trova la forza di rialzarti e di ricominciare dopo una caduta.

Potrebbe non essere facile – non lo è mai stato per nessuno – ma se impareri a vedere ogni sconfitta come una dimostrazione di quanto sia forte il tuo desiderio di trovare te stesso, riuscirai a percepire soddisfazione e sicurezza nel tuo processo di ricerca. Quando sarai te stesso tutti ti rispetteranno di più e ti tratteranno con gentilezza. Inoltre, ti sentirai sempre bene nei tuoi panni e questa sensazione positiva si rifletterà sugli altri rafforzando ulteriormente il tuo senso del sé.

3 – Offri il tuo aiuto agli altri. Mahatma Gandhi disse “Il modo migliore per trovare te stesso è quello di perderti servendo gli altri”. Un’introspezione eccessiva e una chiusura al dialogo possono essere causa di chiusura verso il mondo e di un’attenzione accentrata solo su se stessi. Servire gli altri e la comunità è il modo migliore per trovare, e dare, un senso al nostro posto nel mondo.

Quando riuscirai a vedere con i tuoi occhi quanto la vita possa essere difficile per alcune persone, imparerai con buona probabilità a dare la giusta prospettiva alle tue preoccupazioni, ai tuoi affari e ai tuoi problemi. Ti accorgerai di ciò che hai e darai il giusto peso alle opportunità che la vita ti ha offerto. Questa ricerca può alimentare un grande senso di te perché all’improvviso imparerai a dare il giusto peso e il giusto valore alle cose. Prova, ti piacerà.

  • Sii paziente. Non è possibile stabilire a priori la quantità di tempo necessaria.
  • Scegliere di essere te stesso è la scelta migliore che puoi compiere.
  • Sebbene il termine essere te stesso sia un cliché, quando stai veramente cercando il tuo io questo non conta. Assicurati che nessuno influenzi chi sei veramente, inizia ad ascoltare e ad imparare dagli altri lasciando però solo a te stesso la scelta e il consenso finali. Arrenderti al pensiero altrui renderà più ardua la tua ricerca del vero te stesso perché le opinioni altrui influenzeranno anche la tua idea di chi tu sia.
  • Durante il tuo percorso di ricerca potresti avere bisogno di piangere, fallo; sfogare le proprie emozioni è sano e naturale.
  • Saprai di essere vicino all’obiettivo quando sarai rilassato o immerso in qualcosa. Non sempre arriva un momento preciso in cui capisci di aver raggiunto l’illuminazione.
  • Sii il migliore te stesso, il migliore che puoi essere.
  • Esci dalla tua zona di agio per un periodo di tempo prolungato. Nota come ti comporti e osservati a fondo; scoprirai aspetti di te che non conoscevi.
  • Impara a perdonare nella speranza che gli altri ti perdonino.
  • Non temere di dormirci su. Non c’è fretta di prendere delle decisioni e sarà più semplice fare le scelte giuste quando la tua mente sarà calma e riposata.
  • Non sentirti come se fossi l’unico ad attraversare questa ricerca. Nell’ “Uomo invisibile”, Ralph Ellison ha riassunto molto bene questo processo: Tutta la vita ero andato in cerca di qualcosa, e da qualunque parte mi girassi qualcuno mi cercava di dirmi che cosa fosse. Io accettavo le loro risposte, del resto, anche se erano in contraddizione le une con le altre o addirittura con se stesse. Ero ingenuo. Andavo in cerca di me stesso e facevo a tutti, tranne che a me stesso, domande cui io, e soltanto io, potevo rispondere. Mi ci volle molto tempo e le mie aspirazioni dovettero subire penosi alti e bassi prima che arrivassi a rendermi conto di ciò che tutti gli altri sembravano sapere fin dalla nascita: che io non sono altri che me stesso.
  • Giusto e sbagliato sono concetti del tutto personali, quindi non preoccupartene troppo.

Avvertenze

  • Non prendere la cattiva abitudine di cambiare costantemente te stesso o il tuo comportamento solo per adattarti alle situazioni.
  • Non spettegolare e non parlare male delle altre persone. Non è abbattendo le altre persone che si percorre il sentiero della propria conoscenza. Con questi comportamenti non faresti che ridurre la tua dignità come essere umano oltre a renderti sgradevole agli altri.
  • Non lasciare che siano gli altri a decidere del tuo destino. Il loro sentiero potrebbe non essere quello corretto per te. Quello che funziona per una persona potrebbe non funzionare per un’altra.
  • Non mentire a te stesso e non cercare di essere quello che non sei. Ricorda che il tuo obiettivo è quello di essere te stesso. Per questo è importante non permettere ai membri della tua famiglia, alla società o ai media di prendere le tue decisioni ed effettuare le tue scelte portandoti in una certa direzione, specialmente quando si tratta del tuo aspetto fisico.
  • Non sovra-analizzare ogni cosa. Non sempre esiste giusto o sbagliato. Se stai facendo un tentativo, allora sei nel giusto.

 Tutto il testo è condiviso sotto Creative Commons License. Via WikiHow 


TI CONSIGLIAMO….

Come trovare il vero Te Stesso – Riprendi in mano la tua Vita.Un libro straordinario e scritto con amore per comprendere, grazie a un linguaggio diretto e semplice, come trovare la nostra autentica essenza di esseri umani e di creature uniche e speciali…

Conosci Te Stesso –  spiega, in parole semplici, come trovare se stessi e vivere una vita più serena….

Fiducia in se stessi – Confida in te stesso: ogni cuore vibra a una tale corda di ferro. Accetta il posto che il divino provvedere ha trovato per te…


LEGGI ANCHE...

Conoscere Se Stessi Per Accettarsi E Migliorarsi – Conoscere se stessi è la capacità di indagare dentro se stessi, per scoprire e capire che l’essenza della nostra vita è dentro, non al di fuori di noi. » CONTINUA 

Scopri te stesso e riprenditi la vita – La prima cosa da fare e’ entrare in contatto con i sentimenti negativi di cui non si e’ consci. Un sacco di gente ha dei sentimenti negativi, senza rendersi conto di averli…. » CONTINUA

Conoscere se stessi – Citazioni sull’autocoscienza e sul conoscere (o ignorare) se stessi + un audio che spiega, in parole semplici, come trovare se stessi e vivere una vita più serena. » CONTINUA

Come Acquisire Fiducia in se Stessi – Se non avrai fiducia in te stesso, nessun altro l’avrà al tuo posto. … » CONTINUA

Lascia il tuo commento:

Copyright Immagini - Dove non specificato le immagini sono rilasciate sotto Creative Commons CC0 da Pixabay » Più Info


Amazon Prime Spedizioni in 1 Giorno senza costi aggiuntivi » Iscriviti e usalo Gratis per 30 giorni


Ogni donazione ci sostiene nel nostro impegno di condivisione della conoscenza! Grazie per il tuo gesto d'amore.

Precedente La legge dell’uno : tu! Successivo Quando hai paura di fallire ricorda che...