Come Migliorare le Tue Relazioni in un’Ora

Come Migliorare le Tue Relazioni in un’Ora –  Il corso più breve e intenso del maestro svedese della comunicazione.

…. come la corretta comunicazione può cambiare le relazioni tra le persone

Semplici regole che tutti possono imparare

IL MAGO DELLA COMUNICAZIONE CHE HA VENDUTO OLTRE DUE MILIONI DI COPIE.

Scopri le tecniche più efficaci per migliorare la comunicazione e quindi le relazioni con gli altri, che si tratti di una singola persona o di una moltitudine (come nei social network).

Parliamo alla stessa velocità con cui pensiamo e comprendiamo.

Se parli troppo lentamente, finirai per esasperare chi ti ascolta.

Se parli troppo in fretta, c’è il rischio che l’altro non riesca a seguirti.

Parlando alla giusta velocità, metterai in parole i tuoi pensieri allo stesso ritmo con cui il tuo interlocutore è abituato a pensare.» Henrik Fexeus

Henrik Fexeus (1971 a Örebro, Svezia) è un mentalista svedese. Nato a Örebro nel bel mezzo della Svezia attualmente vive con la moglie e due figli a Stoccolma. A proposito della sua carriera scolastica e occupazioni precedenti, ha detto quanto segue: “Il Mio background è piuttosto frammentato, Io in realtà non ho una formazione specifica per nessuna professione, ho fatto un po ‘di magia, ha lavorato come DJ, ho studiato psicologia, ho provato recitazione e ho fatto qualche seminario di marketing “.

Fexeus è famoso per essere stato ospitato in diversi show televisivi in Svezia e per i suoi libri sul mentalismo.

Come Migliorare le Tue Relazioni in un'Ora
Il corso più breve e intenso del maestro svedese della comunicazione

Articoli correlati….


Per approfondire…

Se Stiamo insieme ci Sarà un Perché – Migliorare la Vita di Coppia. Problemi, pause di riflessione, crisi profonde: come si fa a migliorare la vita di coppia? Per vivere un amore sano e appagante è necessario non smettere mai di lavorare su se stessi: comunicare con l’altro è il primo passo per imparare ad affrontare le tensioni. Vediamo insieme come. continua »

Lascia il tuo commento:
Precedente Siamo ciò che Pensiamo Successivo Gesù, il Che Guevara dell'Anno Zero