Come cambia il cervello dopo 8 settimane di meditazione mindfulness

Come cambia il cervello dopo 8 settimane di meditazione mindfulness

La meditazione mindfulness è una pratica antica che dovremmo riscoprire, per il benessere della nostra salute fisica e l’equilibrio mentale. La mindfulness implica la piena attenzione, il che significa che la nostra mente è in uno stato di rilassamento, ma attenta, perfettamente in sintonia con il “qui e ora”.

Attraverso la mindfulness si promuove la piena consapevolezza e la presenza attiva, così i nostri sensi sono amplificati ma ci liberiamo della necessità di intervenire e giudicare ciò che stiamo vivendo. Impariamo a fluire. Pertanto, praticare sistematicamente la meditazione trascendentale produce cambiamenti molto positivi nella nostra vita quotidiana, nel modo in cui ci relazioniamo con gli altri, in cui affrontiamo i contrattempi e anche nel modo di rapportarci con noi stessi.

I cambiamenti interiori generati dalla meditazione mindfulness sono così potenti che molti psicologi l’hanno inclusa nel loro arsenale di tecniche terapeutiche. Infatti, uno studio recente condotto presso l’Università di Oxford con 1258 pazienti, ha concluso che “la terapia mindfulness è efficace quanto gli antidepressivi, ma non ha gli stessi effetti collaterali”. Questi ricercatori hanno anche scoperto che la mindfulness è particolarmente efficace nelle persone che soffrono di depressione ricorrente e, ancor più interessante, che è molto efficace nel prevenirla.

Ora un gruppo di ricercatori dei Paesi Bassi ha fatto un passo ulteriore dimostrando che la meditazione mindfulness non agisce solo a livello psicologico, ma provoca anche dei cambiamenti nel cervello.

Un cervello più connesso, rilassato e attento

Questi neuroscienziati hanno condotto una revisione sistematica di tutti gli studi realizzati fino ad oggi sulla meditazione mindfulness, per valutare come questa pratica può cambiare il cervello in sole 8 settimane.

Hanno basato la loro ricerca su 30 studi precedenti che analizzarono i cambiamenti funzionali e strutturali che si verificano nel cervello quando le persone iniziavano a praticare la meditazione.

Si è così scoperto che gli studi riportavano cambiamenti sia a livello di attività così come nel volume e nel grado di connettività neuronale in diverse aree del cervello:

  • Corteccia prefrontale, un’area coinvolta nel processo decisionale e nella regolazione emotiva.
  • Amigdala, una struttura che funge da protezione contro i pericoli dell’ambiente e modula le reazioni emotive.
  • Ippocampo, una struttura che svolge un ruolo chiave nell’apprendimento e nella memoria.
  • Insula, una struttura relazionata alla rappresentazione corporea, che permette anche di divenire consapevoli di emozioni, sentimenti e desideri.
  • Corteccia cingolata anteriore, un’area molto importante non solo coinvolta nella regolazione di frequenza cardiaca e pressione sanguigna, ma anche nei processi decisionali e nell’empatia.

I cambiamenti riscontrati nel cervello coincidono con altri esperimenti, nei quali si è constatato che la meditazione aiuta a regolare il nostro stato emotivo, prendere decisioni migliori, migliorare la memoria e amplificare la concentrazione.

Infatti, i ricercatori della Harvard University e la Justus Liebig-University hanno approfondito questa pratica per capire la sua azione nel cervello. Hanno così concluso che la meditazione mindfulness agisce attraverso alcuni aspetti fondamentali:

1. Aiuta le persone ad avere un maggior controllo sulla loro mente, aiutandole, ad esempio, a sviluppare l’attenzione piena e ignorare le distrazioni.

2. Facilita una maggiore consapevolezza del proprio corpo, permettendo alle persone di percepire i piccoli segnali inviati dall’organismo e poter così contrastare lo stress prima che cresca troppo.

3. Stimola l’autocontrollo emotivo, in particolare la capacità di affrontare emozioni “negative” o sgradevoli, facendo in modo che le persone utilizzino le loro esperienze in modo più efficace.

4. Cambia la percezione del proprio “io”, dato che le persone abbandonano l’idea che la loro personalità sia permanente e immutabile, il che ha un potente effetto terapeutico e promuove la compassione verso se stessi.

Tuttavia, il fatto forse più interessante è che questi cambiamenti si verificano dopo sole 8 settimane di pratica sistematica, il che significa che non c’è bisogno di rinchiudersi in un monastero buddista per ottenere tutti questi benefici, basta solo essere costanti. Infatti, basta così poco per trasformarti in una persona consapevole.

La meditazione mindful è per tutti?

Nonostante i molteplici benefici della meditazione mindful alcune persone potrebbero non sentirsi a proprio agio con questa pratica. Infatti, uno studio dei primi anni ’90 indicò che durante le prime settimane di pratica alcune persone possono soffrire perdita di motivazione o attacchi di panico.

Un altro studio, più recente, svolto presso l’Università di Washington, esaminò casi nei quali questo tipo di meditazione venne collegato con aumento dell’ansia, spersonalizzazione e mal di testa. Perché?

Il problema è che la meditazione mindfulness implica una profonda esplorazione del nostro “spazio interiore”, e non tutte le persone sono psicologicamente preparate a questo. Trovarsi faccia a faccia con la sofferenza e il rancore accumulati negli anni, le tensioni corporee, i pensieri critici e tutte quelle cose nascoste alla coscienza, può essere devastante.

Così, quando le persone sono vulnerabili o soffrono di enormi conflitti interni, dovrebbero praticare la meditazione mindfulness guidata, sotto controllo psicologico. A volte, avventurarsi nel nostro mondo interiore presenta delle sorprese inaspettate che non tutti riescono ad affrontare.

Articolo sotto  Licenza Creative Commons di Jennifer Delgado Suárez  da  Angolo della Psicologia

Jennifer Delgado Suárez. Psicologa di professione e per passione, mi dedico a dar forma e contenuto alle parole. » Scopri i libri di Jennifer Delgado Suárez 


Corso di Meditazione di Mindfulness – Conosco, conduco, calmo il mio pensare. Esercizi pratici per meditare e calmare la mente con 8 brani per la pratica, da scaricare on-line L’eccesso di pensiero è uno dei mali più insidiosi dell’umanità contemporanea ed il nemico principale del benessere psicofisico e delle relazioni.

Le paure e i rimuginii di una mente agitata sottraggono preziose energie a tutto l’organismo. Questo corso con audioguida, in otto settimane vi permetterà di fare ordine tra i vostri pensieri, di renderli limpidi, di risvegliare i sensi e di allenare l’attenzione per cominciare ad esprimere al meglio il vostro potenziale cerebrale ed esistenziale.

Le meditazioni proposte aiutano ad accogliere la realtà e a lasciar andare la lotta contro le emozioni negative.

La mente diventa efficiente, il pensare diventa saggio, il presente acquista maggiore importanza rispetto ai pensieri depressivi sul passato o ai pensieri ansiogeni sul futuro.

Corso di Meditazione di Mindfulness
Conosco, conduco, calmo il mio pensare

Star Bene Insieme agli Altri con la Mindfulness – Per sviluppare relazioni e vincere timidezza, insicurezza e ansia sociale. L’arte della consapevolezza per sviluppare relazioni e vincere timidezza, insicurezza e ansia sociale. Star bene insieme agli altri è un percorso che vi permetterà di fare luce dentro di voi e sulle vostre relazioni: su quel “palcoscenico mentale” popolato da nemici e alleati.

Se desiderate avere relazioni libere e profonde, se le ansie, le emozioni e i pensieri vi isolano e limitano i vostri legami significativi, con questo manuale potrete affrontare queste situazioni, passo dopo passo, con l’aiuto delle tecniche cognitivo-comportamentali e della rivoluzionaria scienza della consapevolezza, la mindfulness.

In continuità con il precedente libro, l’autore propone esercizi, test e meditazioni che aprono le porte ad originali metodi di autoconoscenza e trasformano il vostro modo di stare al mondo. Lavorando con un diario segreto, riuscirete a smascherare la parte più rigida e sofferente del vostro mondo interiore, l’ego, in modo da liberarne invece la parte più aperta, vitale e luminosa che vi connette con il tutto e vi permette di costruire una rete di scambio, di gioia e amore attorno a voi.

Star Bene Insieme agli Altri con la Mindfulness
Per sviluppare relazioni e vincere timidezza, insicurezza e ansia sociale

Leggi anche i seguenti articoli:…


Articoli simili o correlati…

Mindfulness – 10 Tecniche Essenziali –  Un libro pratico che ti insegna gli esercizi fondamentali per vivere ogni giorno in modo mindful

Metodo Mindfulness – 56 giorni alla felicità.  Il programma di meditazione che ha liberato dall’ansia e dallo stress milioni di persone

Meditazione Integrale – Mindfulness e crescita personale – Non un semplice libro sulla meditazione…ma una meditazione sistematica per una crescita spirituale e personale completa.

Lascia il tuo commento:
Precedente Come stare bene psicologicamente : 7 idee da applicare oggi stesso Successivo Effetti della tristezza sul corpo : come gli stati d’animo negativi influenzano la salute