Crea sito

Chi Siamo Veramente?

Il Sabotaggio Inconscio.  Cos’è e qual è la fonte “Quando vi guardate allo specchio chi vedete? … Che cosa vi direbbe la vostra immagine riflessa se potesse raccontare la verità su di voi?”

Con queste parole Roy Martina – medico che da 15 anni si occupa di ricerche sui comportamenti umani e sui meccanismi di sabotaggio inconscio – invita tutti noi a riflettere su chi siamo veramente e su quanta parte di noi esterniamo realmente agli altri. Spesso ci nascondiamo, mostriamo all’esterno un’indole diversa da quella che ci appartiene veramente, e questo accade perché spesso a livello inconscio abbiamo un’immagine completamente diversa di noi stessi da quella che abbiamo consapevolmente.

Gran parte della nostra immagine viene determinata dalle informazioni che riceviamo da bambini.
“Verso i 3-4 anni disponiamo già di gran parte del nostro vocabolario. Forse non riusciamo ancora a pronunciare tutte quelle parole, ma le abbiamo già sentite ed esse si sono già impresse nel nostro subconscio… All’età di circa 16 anni ci è già stato detto 18000 volte che cosa non sappiamo fare, che cosa abbiamo fatto in modo sbagliato, sottintendendo che siamo imbranati, incapaci, che potremo diventare soltanto dei falliti”.

Questo può creare forti danni alla nostra vita ed alla nostra realizzazione personale, poichè influisce sull’immagine che abbiamo di noi stessi e modifica il nostro atteggiamento verso la vita; influenza il nostro entusiasmo, la nostra creatività ed anche le nostre possibilità di ottenere il meglio.
Siamo nati con grandi potenzialità, ma la maggior parte di esse viene dispersa a causa dell’influenza che l’ambiente esterno ha su di noi.

Di conseguenza, spesso finiamo per sabotare – inconsapevolmente – noi stessi, ossia per compiere azioni per noi controproducenti: rimandiamo telefonate importanti, esitiamo a prendere decisioni fondamentali, soffriamo di mal di stomaco se dobbiamo sostenere un discorso in pubblico o di mal di testa prima di una riunione importante. Molti matrimoni falliscono perché ciascun partner porta all’interno del rapporto i propri meccanismi di sabotaggio inconscio. Riconoscerli può salvare la relazione.

Solo nutrendoci di “buon cibo per la mente”, solo credendo in noi e nelle nostre possibilità, eviteremo alle nostre esperienze negative di guidare tutta la nostra vita. La cosa più importante da tenere a mente è che nessun nostro errore, nessuna esperienza negativa è capace di segnarci indelebilmente: possiamo sempre cambiare – e migliorare – la nostra vita.

“Potete continuare a serbare rancore verso il vostro passato trattenendolo nel presente – dice Roy Martina nel suo libro “Chi siamo verammente?” – oppure potete agire e cambiare il futuro, modificando il presente.

Solo chi sabota se stesso fallirà. Avrà vinto chi, nonostante gli errori e le difficoltà, continuerà a lottare per superare i momenti di crisi e migliorare.

Il subconscio può essere di grande ostacolo alla realizzazione personale. Inconsapevolmente ci sabotiamo: rimandiamo telefonate importanti, esitiamo a prendere decisioni fondamentali. Roy Martina ilustra con chiarezza le cause e le soluzioni per uscire fuori da queste trappole.

Chi Siamo Veramente?

Lascia il tuo commento:
CHIUDI
CHIUDI
shares
Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On PinterestVisit Us On InstagramVisit Us On Youtube