Cambiare senza Paura

Cambiare senza Paura – Come vincere la sfida del cambiamento nel lavoro, nelle relazioni, nella vita.

Il libro di formazione più venduto in Italia! Dall’esperienza decennale di Roberto Re nasce un libro che accompagna il lettore in un viaggio d’apprendimento che libera degli ostacoli che si oppongono al cambiamento, e fornisce gli strumenti necessari per poter agire.

A undici anni di distanza dall’uscita di Leader di te stesso, best seller con all’attivo oltre 300 mila copie vendute, sbarca in libreria il terzo libro del mental coach più noto d’Italia.

L’incertezza è diventata tratto determinante della nostra epoca, quasi una costante della nostra vita. L’unico modo per reagire e sopravvivere è quello di poter contare sulla propria capacità di cambiare, con coraggio e proattività.

Questo manuale si prefigge di aiutare i lettori a gestire la propria emotività e a facilitare un’evoluzione dei propri schemi mentali, così da agevolare il mutamento, rimanendo al passo e in equilibrio con se stessi.

  • Sostituisci la parola “cambiamento” con termini che generano sensazioni positive: crescita, espansione, evoluzione, miglioramento, progresso.
  • Trasforma la tua paura in azione! L’azione è il vero antidoto alla paura
  • L’unica vera abitudine da sviluppare con costanza è “abituarsi a non abituarsi”
  • La sicurezza e il controllo sono un’illusione: impara a convivere sereno con l’incertezza

Dalla Quarta di Copertina – La sfida del cambiamento non prevede pareggio: o si vince o si perde! Nel mondo attuale, chi rifiuta il cambiamento è destinato a vivere in una sorta di inferno, fatto di paure, delusioni, frustrazioni, povertà. Chi invece decide di cavalcarlo ha la possibilità di accedere a un vero e proprio paradiso fatto di opportunità di crescita e ricchezza come mai ce ne sono state. Sul lavoro, nelle relazioni, nel rapporto tra genitori e figli, tutto è cambiato nel corso di pochi anni.

I vecchi schemi mentali risultano inefficaci quando proviamo ad applicarli alle novità che emergono ogni giorno. Eppure, anche se prendiamo consapevolezza dell’ineluttabilità delle trasformazioni, ugualmente ne siamo spaventati. A quanto pare, la paura del cambiamento è altrettanto inevitabile del cambiamento stesso.

Ho scritto questo libro con l’intenzione di aiutarti a capire meglio perché il cambiamento ha un tale impatto su di noi e soprattutto cosa possiamo fare per cavalcarlo invece che subirlo. Ma questo non è solo un testo teorico. Metti a fuoco gli obiettivi che vuoi ottenere (ad esempio alcuni cambiamenti che vorresti realizzare nella tua vita) e potrai trasformare fin da subito queste pagine in risultati tangibili.

A questo punto, se ti va, incominciamo questo lavoro insieme.


Leggi estratto del libro “Cambiare senza Paura”

È un dato di fatto che, di fronte alla parola “cambiamento”, molte persone si irrigidiscano e facciano immediata resistenza, come se al concetto stesso fossero associate in automatico sensazioni alquanto sgradevoli.

Uno dei motivi principali per cui questo accade sta nelsignificato che attribuiamo al concetto di cambiamento.

Nella mia attività di formatore, ho la possibilità di incontrare durante i seminari svariate migliaia di partecipanti con i quali ho un confronto diretto, e ti assicuro che molti di loro hanno in testa, più o meno consciamente, un’idea di cambiamento che non può far altro che generarne una percezione negativa. Per molte persone, infatti, cambiare significa “ripartire da zero”, buttare via tutto quel che è stato fatto in precedenza, “fare tabula rasa” per ricostruire dal nulla.

È evidente che definire il cambiamento in questo modo non può altro che fare paura!
Chi di noi può aver piacere di fare piazza pulita di quello che è stato, nel bene e nel male?

Inoltre, in quest’ottica, la necessità di cambiare rappresenta inevitabilmente la prova tangibile di un fallimento, la dimostrazione che l’ammontare incalcolabile di tempo ed energia spesi in una direzione sia stato un errore di enormi proporzioni. È un po’ come dire: “Ho sbagliato tutto!… Devo rifare tutto daccapo!…”.

Chi non farebbe resistenza a una visione così fallimentare?

“Un albero il cui tronco si può a malapena abbracciare nasce da un minuscolo germoglio.
Una torre alta nove piani incomincia con un mucchietto di terra.
Un lungo viaggio di mille miglia si comincia col muovere un piede.” Lao Tzu

Eppure, basterebbe fare un passo indietro a quando eravamo bambini.

A quell’epoca ci siamo trovati a dover imparare una quantità impressionante di cose che oggi ci sembrano del tutto banali: camminare, correre, andare in bicicletta, parlare, vestirci, interagire con il mondo che ci circonda, utilizzando un complesso sistema di regole che, al tempo, era a noi completamente ignoto. Volenti o nolenti, ogni giorno affrontavamo una nuova sfida, espandevamo la nostra zona d’influenza, imparavamo, un passo dopo l’altro, a sentirci a nostro agio in situazioni sconosciute, ad accedere a fonti di felicità e soddisfazione che prima ci erano precluse.

Se davvero ci fermassimo un attimo a pensare al numero di cambiamenti che ognuno di noi ha già affrontato con successo da allora fino a oggi, noteremmo che ha dell’incredibile.

Eppure diamo tutte quelle cose per scontate, magari dicendo: “Eh, bella forza… Non stavo cambiando, stavo soltanto crescendo!”. Ed è proprio così: non stavamo affrontando dei cambiamenti, stavamo crescendo. E adesso che siamo cresciuti, troppo spesso ragioniamo e ci comportiamo come se avessimo finito di crescere!

A un bambino concediamo di sbagliare o avere paura, sapendo che è un normale processo di crescita, ma allo stesso tempo non lo permettiamo a noi stessi.

Non abbiamo forse più nulla da imparare?
Ma purtroppo molte, troppe persone si comportano come se da adulti si interrompesse il processo di crescita.

“Chi smette di imparare è vecchio, che abbia 20 o 80 anni.
Chi continua a imparare è giovane. Non c’è miglior cosa nella vita che mantenere la propria mente giovane!” Henry Ford

Fortunatamente, cambiare non vuol dire necessariamente azzerare tutto, fare tabula rasa e ripartire da zero! Per carità, potranno esserci situazioni nella vita in cui sia necessario fare questo, ma generalmente è da ciò che esiste che comincia il cambiamento.

Perciò, per molte persone sarebbe molto utile svolgere a priori una semplice operazione di pulizia mentale, sostituendo la parola “cambiamento” con termini che generino sensazioni e percezioni diverse: parole come “crescita“, “espansione“, “evoluzione“, “miglioramento“, “progresso” suonano diverse e generano reazioni emotive molto differenti!

Ma soprattutto danno un significato diverso al concetto di cambiamento, facendolo passare da un concetto di “sostituzione” a un concetto di “espansione”‘, estremamente differente e molto meno sgradevole.

Parole diverse generano sensazioni e reazioni diverse!

Se interpretiamo il cambiamento come miglioramento, crescita, evoluzione e progresso – come del resto è giusto che sia – è inevitabile attenuare le sensazioni di paura e avvertire al contrario il desiderio di nuovi orizzonti e un’aspirazione più forte a mettersi all’opera. Dopotutto, evolverci è nella nostra natura umana, nel nostro istinto a svilupparci e progredire.

Perciò, vivere il cambiamento come espansione, come crescita, come evoluzione non può far altro che modificarne la percezione e quindi generare stimoli completamente diversi. E questa forma di “ristrutturazione” mentale può essere un buon inizio per affrontare la paura che inevitabilmente viene generata dal cambiamento negli esseri umani, che, in quanto tali, hanno in comune alcuni meccanismi di difesa dettati dalla nostra stessa natura.

Ma, al di là della logica, la paura esiste eccome. E la prima cosa che dobbiamo fare per sconfiggerla è diventare consapevoli di cosa essa sia e come funzioni. “L’unica cosa di cui aver paura è la paura.” Franklin Delano Roosevelt –  Estratto dal Capitolo 1 del libro “Cambiare senza Paura

Cambiare senza Paura
Come vincere la sfida del cambiamento nel lavoro, nelle relazioni, nella vita
Ordina su Il Giardino dei Libri

Articoli correlati…

Credi in Te Stesso –  Il potere delle credenze.

Smettila di Incasinarti! – Come rendersi la vita meno complicata ed essere più felici.

Leader di Te Stesso – Come sfruttare al meglio il tuo potenziale per migliorare la qualità della tua vita personale e professionale.

Energy ! I Segreti di due grandi coach per una vita piena di benessere e vitalità.

Risveglia la Tua Eccellenza – Scopri i tuoi talenti e mettili al tuo servizio.

Adesso Basta – lasciare il lavoro e cambiare, vita filosofia e strategia di chi ce l’ha fatta.

Lascia il tuo commento:
Precedente Una settimana da Dio Successivo Ti Permetto di Far Parte di Me