Autobiografia di uno Yogi

Autobiografia di uno Yogi

L’unica edizione definitiva ampliata da Yogananda nel 1951

Il racconto della vita straordinaria di Paramahansa Yogananda ci guida in un viaggio indimenticabile all’interno del mondo dei santi e degli yogi, della scienza e dei miracoli, della morte e della resurrezione.

Con profonda saggezza e intelligenza penetrante, l’autore illumina i segreti più nascosti della vita e dell’universo, aprendo il cuore e la mente alla gioia, alla bellezza e all’illimitato potenziale spirituale che risiede in ogni essere umano.

Tradotto in dodici lingue, letto da milioni di lettori, è stato pubblicato per la prima volta in Italia da Astrolabio nel 1951, riproducendo fedelmente l’edizione definitiva del volume, del 1951 appunto, voluta e curata da Paramahansa Yogananda stesso, che ha personalmente rivisto, ampliato e aggiornato la prima edizione del 1946, aggiungendo un nuovo capitolo, scritto appositamente da Yogananda per coprire il periodo 1940-1951, non narrato nella prima edizione, ed eliminando la descrizione di alcune attività della Self Realization Fellowship (l’associazione religiosa fondata da Yogananda nel 1920 a Los Angeles) che dalla prima redazione del libro erano ormai cambiate.

Nelle due successive edizioni italiane, del 1960 e del 1971, Astrolabio ha prima aggiornato e poi completamente rinnovato la traduzione, operazione resa ormai necessaria dai venti anni che pesavano sulla traduzione precedente.

Yogananda nacque con il nome di Mukunda Lal Gosh a Gorakhpur, India, il 5 Gennaio 1893, in una famiglia Bengali devota ed agiata. Nel 1910, all’età di 17 anni divenne discepolo di Swami Yukteswar Giri (a sua volta discepolo di Lahiri Mahasaya). Nell’eremitaggio di questo grande maestro passò la maggior parte dei successivi dieci anni della sua vita.

Yogananda giunse a Boston nel 1920, quale rappresentante per l’India al Congresso dei Liberali Religiosi, dove tenne un discorso intitolato “La scienza della religione”. Creò il primo centro a Boston ed iniziò a tenere pubbliche conferenze e lezioni sulla realizzazione del Sé in tutti gli Stati Uniti. Le sue lezioni ebbero una straordinaria accoglienza di pubblico e spesso vi parteciparono migliaia di ascoltatori nelle più grandi sale di conferenza del Paese.

Nel 1925 Yogananda stabilì il suo centro principale a Los Angeles pur continuando a dare conferenze in molte altre città. Scrisse molti libri, tra cui spiccano la famosa “Autobiografia” ed i commenti sugli insegnamenti originali di Gesù Cristo e di Krishna (La Bhagavad Gita). All’epoca della sua morte nel 1952 aveva centinaia di migliaia di studenti ed aveva fondato templi, centri e gruppi di meditazione in tutto il Paese.

Autobiografia di uno Yogi
Paramahansa Yogananda

Voto medio su 34 recensioni: Da non perdere

Ti consigliamo anche Autobiografia di uno Yogi Edizione originale del 1946

Leggi questo articolo…  Crescita spirituale gli otto ostacoli

Lascia il tuo commento:
Precedente Introduzione a Colour Energy Successivo Il Mondo non Finirà - Cronaca di una Apocalisse annunciata