Crea sito

Accettare che le cose possano cambiare

Accettare che le cose possano cambiare.

Spesso siamo stressati perché le persone o le situazioni non cambiano. Supplichiamo, lottiamo, prendiamo le nostre mazze da baseball per combattere con foga e per far evolvere le nostre difficoltà in questo mondo di bruti. Ci innervosiamo e ci angosciamo, ci svegliamo di notte sudati per questo combattimento con noi stessi e con l’esterno.

Eppure, stranamente, è proprio nel momento in cui accettiamo che le cose o le persone forse non cambieranno mai che tutto comincia ad evolvere. Ogni cosa si alleggerisce, e questo si chiama “mollare la presa”. Quando non ci aspettiamo più niente, arriva tutto.

Mi direte, com’è possibile? La cosa sembra alquanto pericolosa per i nostri spiriti da combattenti nati. Tuttavia è semplice: più spingiamo e più affondiamo, più lasciamo andare e più prendiamo il volo. L’energia che mettiamo contro qualcosa ci torna indietro come un boomerang!

Allora come fare? Ebbene, decidendo di accettare tutto ciò che è! Se oggi, in questo giorno e in quest’ora precisa le cose sono così, e se io lotto contro ciò che è, mi torturo. Invece se lascio che tutto scorra, mi lascio trasportare dalla corrente della vita.

Manteniamo pure la nostra intenzione: voler vivere l’amore, il successo, la gloria e molto altro ancora, ma accettando che non conosciamo esattamente quale sarà il cammino e lasciando fare, perché più accettiamo ogni cosa e più spicchiamo il volo nelle diverse sfere della materia, e alla fine saliamo ancora più in alto.

“Non rimpiango niente, non spero niente” è la formula magica che permette di arrivare a questo. Allora scatta qualcosa, una voce interiore che mormora “se funziona va bene, altrimenti non importa, lascio andare e ho fiducia che tutto è per il meglio”. E’ a questo punto che tutto si acquieta, tutto si distende e si apre. Avere fiducia significa essere collegati con la fede.

Poi la buona notizia è che ACCOGLIERE vuol dire anche COGLIERE, cogliere i frutti. Quando non ci aspettiamo più niente, arriva tutto, soprattutto le cose che non potevamo nemmeno immaginare. Olivia Zeitline  Fonte  – Scritto da Anna Fonte

Luminoterapia – Il bagno di luce che dona energia e buonumore – Un metodo naturale per curare il disordine affettivo stagionale.

Quasi il 20% della popolazione soffre di Disordine Affettivo Stagionale. Depressione, ansia, insonnia, spossatezza, irritabilità, malinconia sono alcuni dei suoi sintomi,  e il fattore scatenante è stato ormai identificato chiaramente: il deficit di luce.

Esiste tuttavia un metodo del tutto naturale per affrontare il problema e risolverlo velocemente: la luminoterapia.

Marie-Pier Lavoie affronta in modo chiaro ed esauriente il problema del Disordine Affettivo Stagionale, spiegando come debellare i disturbi che ne derivano. Ritrovare efficienza e buonumore anche in una grigia giornata invernale non sarà più un miraggio.

Con la luminoterapia potrai riconquistare la gioia di vivere e dire addio a malinconia, spossatezza, insonnia, irritabilità, ansia, fame nervosa, mancanza di motivazione.

  • Che cos’è il Disordine Affettivo Stagionale (SAD) e quali sono le cause
  • Questionari e scale di valutazione del SAD
  • Efficacia nel trattamento della malinconia stagionale
  • Come rendere luminoso l’ambiente di lavoro
  • Altri trattamenti naturali
Luminoterapia - Libro
Il bagno di luce che dona energia e buonumore – Un metodo naturale per curare il disordine affettivo stagionale
Ordina su Il Giardino dei Libri

Libro correlato… The Tapping Solution –  Un sistema rivoluzionario per una vita senza stress.

PS. Può anche interessarti approfondire leggendo questo articolo… Accetta e sarai felice

Lascia il tuo commento:
CHIUDI
CHIUDI
shares
Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On PinterestVisit Us On InstagramVisit Us On Youtube