64.000 Risvegliati possono salvare il mondo

64.000 Risvegliati possono salvare il mondo

Effetto Maharishi. Si tratta di un effetto eccezionale che si verifica quando un certo numero di persone pratica insieme alcune specifiche “tecniche mentali”: in coincidenza si assiste ad un netto miglioramento delle tendenze sociali in un’ampia regione circostante, come una riduzione della criminalità, degli incidenti, delle malattie e di altri problemi, perfino un miglioramento dell’economia.

L’effetto Maharishi è stato sottoposto molte volte a verifica da vari istituti di ricerca con metodi e controlli rigorosi. Esiste una spiegazione scientifica, proposta dalla MIU (Maharishi International University) secondo cui la mente non è fisicamente isolata dall’ambiente circostante ma segue anch’essa le leggi naturali. Viviamo in un calderone di campi fisici, come il campo gravitazionale, il campo magnetico terrestre o i vari campi elettromagnetci radio-televisivi. E perfino la materia è condensazione di campi di energia. Perchè mai la struttura del cervello dovrebbe essere estranea alle normali interazioni tra i diversi campi naturali?

Lo stadio più avanzato della ricerca consiste nella teoria delle superstringhe. Grazie ad essa si sta dimostrando che i vari campi fondamentali sono aspetti di un medesimo campo unificato . Secondo la MIU la coscienza dell’uomo emergerebbe direttamente dal campo unificato. In pratica il campo unificato conterrebbe dei “sintomi di coscienza” che il cervello umano sarebbe capace di amplificare e valorizzare, creando così la mente individuale.

L’AUTORIFERIMENTO, PRIMO STADIO DI COSCIENZA

Le interazioni tra le particelle sono dovute alla proprietà fisica dell’autoriferimento, grazie alla quale il campo unificato può percepire se stesso (ogni particella è una perturbazione del campo unificato che si “accorge” delle altre perturbazioni e interagisce con esse.

L’autoriferimento può essere interpretato come il primo stadio di consapevolezza , e nulla vieta che il cervello umano sia strutturato in modo da amplificare questa proprietà.. La coscienza sarebbe quindi una proprietà fisica fondamentale, che il cervello saprebbe evidenziare ed elaborare in modo utile, così come un laser evidenzia alcune proprietà latenti della luce generalmente confinate all’ambito subatomico.

Le onde cerebrali sarebbero allora un raro esempio di effetto quantistico che si manifesta alle scale dei fenomeni ordinari invece che a livello atomico.

La luce è un fenomeno quantistico, ma la luce ordinaria non evidenzia interamente le proprietà quantistiche , poiché è luce “incoerente”: le sue oscillazioni sono “sfasate”, cioè disordinate, tendono ad annullarsi. il laser invece emette luce “coerente”: le sue oscillazioni sono “in fase” . PER ANALOGIA, SE RENDESSIMO “COERENTI” LE ONDE CEREBRALI POTREMMO EVIDENZIARE ASPETTI SUPERIORI DEL FUNZIONAMENTO DELLA MENTE, DEL TUTTO NATURALI MA GENERALMENTE INESPRESSI.

LE ANTICHE TECNICHE MAHARISHI

La Miu ha condotto molte ricerche su alcune tecniche mentali che permettono di aumentare la coerenza delle onde cerebrali. Tali tecniche derivano direttamente da tradizioni di Maestri Vedici. Si tratta della meditazione trascendentale e delle Mt-siddhi insegnate dal maestro Maharishi Manesh Yogi, laureato in fisica.
Qualcuno potrebbe chiedersi se la coerenza cerebrale è veramente prodotta dal campo unificato e non da cause psico-fisiologiche indipendenti dalla fisica fondamentale. Le risposte sono due.

Innanzitutto le analogie con la fisica quantistica e del campo unificato sono notevoli. Inoltre, se siamo realmente in presenza di una fenomenologia quantistica, dovremmo assistere ad un altro fatto straordinario: un effetto di “Campo della coscienza”, ovvero una propagazione della coerenza nell’ambiente circostante e su altre persone. Si tratta del sorprendente effetto Maharishi.

In realtà nell’effetto Maharishi non c’è nulla di particolarmente strano, così come non c’è nulla di strano in una banale calamita, che crea un campo magnetico esterno in virtù del suo ordine molecolare interno.

LE VERIFICHE DELL’EFFETTO MAHARISHI

Le prime verifiche dell’effetto Maharishi si ebbero negli anni’70 , quando una ricerca dell’ FBI mostrò una netta diminuzione della criminalità in alcune città degli USA in cui almeno l’ 1% degli abitanti praticava MT.
In seguito molte ricerche hanno confermato l’effetto dell’1% sugli indici sociologici: minor numero di episodi criminali, di malattie, di incidenti, ecc.

In seguito fu dimostrato che le potenti MT-Siddhi permettono di ottenere l’effetto con un numero di persone ridotto alla radice quadrata dell’1% della popolazione. Così alla fine del 1983 fu prodotto per la prima volta un effetto Maharishi di portata mondiale con un’assemblea di 7000 persone . Si ebbero effettivamente risultati positivi in tutto il mondo. Fonte astronavepegasus

ESPERIMENTO SULLA COSCIENZA GLOBALE

“Ero intelligente e volevo cambiare il mondo. Ora sono saggio e sto cambiando me stesso” (Dalai Lama)

Quando l’umanità avrà raggiunto la massa critica di 64.000 risvegliati, in 10 ore circa ci sarà il passaggio alla quarta dimensione dell’intero pianeta Terra, finalmente non potranno più esistere l’odio, l’egoismo, le guerre, le ruberie, le menzogne e i poteri del nero e del male.

Articoli correlati…

Filmatrix – Cambia la tua vita grazie al potere nascosto nei film La maggior parte delle nostre sofferenze emerge dalla falsa consapevolezza di sentirci “separati”…

Preghiera Per La Crescita – Questa preghiera può cambiare le sorti del Pianeta Terra… vogliamo eliminare la paura e generare coraggio e felicità collettivi nel pianeta.

La Grande Invocazione – Preghiera Universale. Questa Invocazione o Preghiera non appartiene ad alcuno, né ad alcun gruppo, ma a tutta l’Umanità. La bellezza e la forza di essa stanno nella sua semplicità, e nel suo esprimere certe verità….

Risvegliamo il Mondo. Ogni Cuore Può Fare La Differenza – La danza della non accondiscendenza. Per favore uniamoci alla rivoluzione pacifica che cambierà il mondo!

Lascia il tuo commento:
Precedente Preghiera Per La Crescita Successivo Volare nella Gioia