Un Giorno alla Volta

Un Giorno alla Volta – Verso te stesso.

“In una eiaculazione ci sono circa 250 milioni di spermatozoi.
La possibilità di vincere alla lotteria invece è una su 5milioni.
Ne consegue che è più probabile vincere la lotteria che nascere una sola.
Hai una vita, torna a te stesso e vivila.”

Per quanto tutto possa sembrarti confuso e apparentemente fuori controllo, la soluzione è sempre una: sederti in te stesso. Solo quando ritrovi il tuo spazio, ogni cosa torna al suo posto. Non perdere più tempo a discutere, a lamentarti o a serbare rancore prima di aver riconosciuto il luogo dal quale tutto parte, dal quale ha origine ciò che ti muove, dal quale chi sei realmente chiede di manifestarsi.

Un libro sviluppato in un percorso fatto di 365 spunti, provocazioni, racconti, poesie, risate e libertà. Con un linguaggio semplice e intenso, vengono toccati i più importanti temi dei nostri tempi: senso di colpa, aspettative, rabbia, bugie, paura, repressione, risentimento, ma anche pace, amor proprio e libertà. Tutto con l’intento di ritornare a sedersi nel posto più sicuro e accogliente di sempre: te stesso.

Probabilmente il primo libro mai pubblicato a possedere un nuovo indice con parole chiavi #Hashtag.

Nato dalle pubblicazioni fatte dell’autore sui social network, scelte tra le più cliccate e condivise degli ultimi anni, integrate con racconti inediti e illustrazioni originali. Per l’incontro di contenuto e forma potremmo definirlo efficace come un libro ed efficiente come un social.

Utilizzabile come un viaggio fatto giorno per giorno verso se stessi ma non solo; grazie al suo indice speciale è anche un libro da aprire per prendere una decisione, per ritrovare chiarezza nelle proprie relazioni, per smettere di disperdere energie e molto altro.

Un giorno alla volta – verso te stesso è il libro da tenere sempre a portata di mano.

Come utilizzare questo libro? 

L’utilizzo di questo libro è semplice.

È un percorso fatto di giorno in giorno.

Ogni giorno ha un messaggio.
Ogni messaggio è un ponte per ritornare dentro di te e da lì sentire la spinta giusta per muoverti e liberarti da ciò che ti sta imprigionando. Qualche giorno ha lo scopo di far vibrare quel luogo dentro di te, qualcun altro invece è un vero invito all’azione, specifico e potente.

Il tempo da dedicare a te stesso varia da giorno a giorno. Ce ne sono alcuni nei quali saranno sufficienti cinque minuti, altri invece nei quali sarai tu, come nel caso degli inviti all’azione, a scegliere quanto tempo dedicarti. È importante che la lettura di ogni giorno sia seguita da un momento di silenzio.

Ricordati che ciò che più conta non è la parola, ma lo spazio che fa risuonare il TE.

Qui di seguito ti suggerisco una modalità di lettura che coniuga efficacia e tempi ridotti.

Se la trovi funzionale potrai adottarla, in alternativa – nel caso desiderassi ritagliarti più tempo o muoverti in diversi momenti della giornata – con il passare dei giorni potrai trovare tu la migliore modalità di lettura:

1. Ritagliarti cinque minuti per te, la mattina. Ovunque ti possa trovare e in qualunque situazione tu sia, cinque minuti non te li puoi negare. Crea una sorta di rito, un momento speciale tutto per te.

2. Prendi il libro in mano, chiudi gli occhi e fai quattro profondi respiri per rilassare:
a. il corpo
b. la mente con i suoi pensieri
c. le tue emozioni
d. il sesso.

Scopri ↣ Ho-Oponopono Occidentale SCUSA, GRAZIE, TI AMO ❤
SCOPRI I NOSTRI OROLOGI PER PREZZO

3. Apri la pagina del giorno e leggi lentamente le parole lasciando che una per una entrino in te, nel tuo corpo. Sarà la mente a leggerle, ma sarà il corpo a comprenderle.

4. Chiudi gli occhi lasciando che la tua attenzione si riposi in te stesso.

5a. Se il giorno non ha inviti all’azione, potrai semplicemente rileggerlo e riprenderti altri cinque minuti durante la giornata o la sera.

5b. Se il giorno ha un invito specifico all’azione, potrai muoverti per realizzare ciò che ti viene suggerito nel modo che preferisci.

Questo è l’utilizzo più consigliato, ma non è l’unica alternativa.

Se lo desideri, potrai anche utilizzarlo per ricevere una risposta ad una domanda specifica. Prendi in mano il libro, pensa alla domanda e consultalo aprendolo a caso per trovare la tua risposta o il tuo consiglio.

Oppure puoi andare direttamente all’argomento che preferisci utilizzando l’indice #hashtag all’inizio del libro. In poche parole, non c’è modo di sbagliarne il verso.

Tutto ciò che ti chiedo è di leggere con calma e lasciare entrare nel tuo corpo le parole come se fossero cibo, cibo per la tua verità.

3 errori da non fare:

1. Usare il contenuto come collutorio – Una volta sentii Alessandro Bergonzoni al Festival della filosofia parlare delle “frasi collutorio“. Più che alle frasi, si riferiva all’uso che la maggior parte delle persone, anche attraverso i social, fa delle frasi significative che incontrano sullaa loro via.

Collutorio. Leggono, si sciacquano la bocca e sputano. Rimangono impresse il tempo della lettura e poi riescono a tornare alla loro vita come se nulla fosse. Leggono solo le parole, se ne affascinano intellettualmente e poi… “click”, eliminate. Questo è un grande errore da non compiere.

Ricorda che non si tratta di collutorio, bensì di acqua dissetante capace di andare ad innaffiare le radici del tuo sé essenziale. Non sputare e soprattutto non andare a catechizzare nessuno. Non fare uscire quello che leggi, lascialo germogliare in te.

2. Leggere il libro tutto di fila – Ti informo già che se riceverò da parte tua un messaggio di questo tipo: “Ho letto il tuo libro, è bellissimo!”, prima che siano passati almeno 6 mesi di pratica non ti risponderò nemmeno. Puoi scrivermi: “Lo sto leggendo, è bellissimo”, ma non: “L’ho letto”.

Non è un libro da leggere, è un’esperienza da fare. Non è un libro con nuove frasi o concetti da riciclare a cena con gli amici, ma un vero cammino verso te stesso.

3. Prestarlo – Un libro di questo tipo non si presta. Si regala, si invita all’acquisto ma non si presta. Si presume che sia un libro sul quale scriverai, sul quale ti segnerai le cose che più ti colpiscono e magari anche qualche tuo pensiero. Usalo, consumalo, mangialo. Non prestarlo. E’ un compagno di viaggio. E’ il tuo compagno di viaggio. Estratto da Un Giorno alla Volta di Luca D’Alessandro

Luca D’Alessandro è coach, autore, ricercatore, conferenziere e promotore di un nuovo modo di pensare e di vivere. Luca aiuta le persone a liberarsi dalle proprie catene interiori nella vita, nelle relazioni e nel lavoro utilizzando il fondamentale principio dell’Autoriconoscimento, processo che riporta la persona verso se stessa e verso trasformazioni profonde e durature. Vive tra Lugano e Milano e offre sessioni private di coaching. Tiene periodicamente conferenze in tutta Italia.

Un Giorno alla Volta - Libro
Verso Te Stesso
Ordina su Il Giardino dei Libri

PER SAPERNE ANCORA DI PIÙ

  • Il Potere dei 5 Riflessi – Scopri chi sei e realizza ciò che vuoi – La nostra realtà è determinata da ciò che risiede dentro di noi. Come se al nostro interno ci fosse un vero e proprio joystick con il quale giochiamo il gioco della vita. Ecco ora i tre problemi che ostacolano la nostra felicità…
  • Resistere alla crisi o fluire nel cambiamento? – Estratto della conferenza di Luca D’Alessandro sull’attuale realtà lavorativa e sul periodo di congiuntura economica.
Facebook Comments
Ogni donazione ci sostiene nel nostro impegno di condivisione della conoscenza! Grazie! SOSTIENI TU SEI LUCE!

I commenti sono chiusi.