Sincronicità: nulla accade per caso?

Sincronicità: nulla accade per caso?

Cos’è la teoria della sincronicità?

Jung e la teoria della sincronicità

Carl Gustav Jung pubblicò un’opera nel 1952 in cui parlava della teoria della sincronicità.

Cos’è la sincronicità? È quel concetto che sostiene che la maggior parte degli eventi, nella nostra vita, hanno un significato preciso e accadono per una ragione. In altre parole, nulla accade per caso.

Secondo la teoria della sincronicità di Jung, nessun avvenimento è un fatto accidentale ma la nostra vita è costellata di un insieme di coincidenze. O meglio, quelle che noi siamo abituati a considerare coincidenze ma che nella realtà non lo sono affatto.

Sarà capitato a tutti di pensare “ma guarda che coincidenza!” riferito ad un incontro, ad una frase letta su un libro, ad un ritrovamento inaspettato, ad una notizia che ci ha colto di sorpresa. E potrei continuare all’infinito. Sono molti i momenti in cui possiamo dire di vivere una “coincidenza”.

Secondo la teoria della sincronicità, la coincidenza non esiste o meglio si tratta di coincidenze non casuali. La maggior parte degli eventi sincronici che avvengono nelle nostre vite rappresentano un messaggio, un segnale che ci indica la strada da percorrere.

Un esempio di sincronicità

Nel dare la sua definizione di sincronicità, Jung spiegò che le coincidenze sono sequenze accidentali, tra loro collegate, di eventi insoliti. Le coincidenze si verificano spesso ma non sempre assumono un significato preciso.

Scopri ↣ Ho-Oponopono Occidentale SCUSA, GRAZIE, TI AMO ❤
SCOPRI I NOSTRI OROLOGI PER PREZZO

Prendiamo una persona che sta lavorando ad un articolo sulla sincronicità che entra in contatto con persone che stanno lavorando, anche loro, sullo stesso tema e per questo si instauri una amicizia o una conoscenza piacevole. Si tratta di una piacevole coincidenza ma di per sé non particolarmente significativa. Se invece, quella stessa persona che scrive un articolo sulla sincronicità e sulle coincidenze, pensasse che nessuno attorno a lei conosce questo argomento ed è quindi difficile confrontarsi, incontrasse una persona che lavora sulla teoria della sincronicità, allora questa diventa una coincidenza che racchiude un significato.

Quando compiamo qualcosa di nuovo, spesso ci sentiamo soli o diversi dagli altri: ma se nel momento in cui viviamo un’esperienza nuova, incontrassimo altre persone che la pensano allo stesso modo e ci sentissimo più rassicurati? Certamente non sarebbe un caso ma un indizio che ci indica di non scoraggiarsi, ma perseguire la strada intrapresa perché utile per la nostra crescita.

A cosa serve la teoria della sincronicità?

Un evento sincronistico può racchiudere in sé diversi significati. Come tutti i simboli, anche gli eventi sincronistici hanno la funzione di rendere conscio l’inconscio.

L’originalità del contribuito di Jung consiste nel presupposto che l’inconscio non sia solo un magazzino personale ma un magazzino psichico del genere umano. È quello che Jung definì “inconscio collettivo” ovvero una raccolta di simboli che condividiamo con gli altri esseri umani e dei quali siamo all’oscuro.

Le coincidenze sono il prodotto di questi elementi presenti nell’inconscio collettivo che ci portano a rapportarci e a vivere esperienze con gli altri, ricche di significato. Lo Staff di Macrolibrarsi

Ecco di seguito testi di approfondimento

    

   

PER SAPERNE ANCORA DI PIU’

  • Non Siamo Qui Per Caso – Sono sempre più certo che la vita di ogni essere umano oltre alla sua fine, abbia anche un suo fine. Non è un gioco di parole e tantomeno una trascurabile sottigliezza. Il fine rappresenta lo scopo dell’essere qui, non per caso, e del far parte di un disegno universale, del sentirsi una pedina in mano a forze superiori…>> continua a leggere
  • Sincronicità e storie d’amore: c’è un nesso? – Gli eventi nella nostra vita sono casuali? La sincronicità in amore. Siamo portati a credere che gli eventi accadano per caso perché mai nessuno ci ha detto o spiegato che potrebbe esserci un significato dietro ciò che viviamo…. >> continua a leggere
  • I Quattro Principi della Spiritualità. L’India ci insegna: I Quattro Principi della Spiritualità. Il Primo Principio afferma: Chiunque sia colui che incontri, è quello giusto. Ciò significa che nessuno entra nella nostra vita per puro caso. Tutti quelli che ci circondano, tutti quelli con cui interagiamo… >> continua a leggere
  • Questa vita è importante, la scintilla divina che è in noi va realizzata – «C’è una quantità di persone che non sono ancora nate. Sembra che siano qui e che camminano ma, di fatto, non sono ancora nate perché si trovano al di là di un muro di vetro, sono ancora nell’utero. Sono nel mondo soltanto provvisoriamente e presto ritorneranno al pleroma da cui hanno avuto inizio… >> continua a leggere

Crediti immagine Fresh Paint

Facebook Comments
Ogni donazione ci sostiene nel nostro impegno di condivisione della conoscenza! Grazie! SOSTIENI TU SEI LUCE!

I commenti sono chiusi.