Le 101 regole segrete per per migliorare la tua vita

Le 101 regole segrete per per migliorare la tua vita. 

Ho scritto queste regole per te mio caro lettore con l’ intento di poter migliorare la tua vita dal punto di vista fisico, materiale, intellettuale e spirituale. Sicuramente troverai giovamento nella tua vita dall’ applicare queste regole. E ci si può senz’altro anche divertire mentre le applichiamo. Buon lavoro !!

1 – Ricorda i nomi. Cerca di ricordare il più possibile i nomi delle persone che incontri, ma sopratutto tratta gli altri con compassione e gentilezza. Se ricordi il nome degli altri li farai sentire importanti e apprezzati (come del resto meritano).

2 – Aumenta la tua creatività. Qualche volta è bene tornare bambini. Ci permette di vedere le cose da un punto di vista più giocoso e libero. Fare domande del tipo perchè no? Oppure ..e se..? ci porta ad aprire nuovi orizzonti creativi. Sogna ad occhi aperti, non temere di sbagliare ! Anzi per stimolarti confrontati con persone che sono diverse da te. E infine, se vuoi, usa le mappe mentali per farti venire nuove idee e schematizzare quello a cui stai pensando. Funziona !

3 – Lascia una eredità significativa. Insegna ai tuoi figli ad affrontare le cose con una mentalità positiva. Cerca di essere un modello positivo per i bambini della tua famiglia. Fai donazioni a qualche ente benefico; magari a qualche ente che si occupa della formazione dei giovani. Se puoi insegna ai più piccoli quello che hai imparato dalla vita, sviluppa le tue qualità di insegnante anche nel lavoro. Aiuta i tuoi giovani colleghi a fare carriera. Iscriviti all’ associazione donatori di organi. Lavora per la protezione dell’ ambiente.

4  – Accetta le tue imperfezioni. Essere il migliore è un atteggiamento vincente. E va benissimo. Ciò che è errato è aspettarsi che noi stessi e gli altri fossimo irreprensibili. L’ essere umano non è perfetto e cercare sempre la perfezione porta a stress e frustrazione. La vita e il nostro conoscere limitato ci portano a sbagliare anche non volendo. Quello che possiamo imparare è accettare di essere poco meno che perfetti. La verità è nel giusto mezzo: prova a chiedere ad altri perfezionisti quali delusioni e soddisfazioni hanno ottenuto a causa del loro comportamento.

5 – Aumenta l’ autostima altrui. A volte incontriamo persone piene di bravura ma che non hanno successo a causa della bassa stima di sé. Puoi allora dare energia a queste persone. Si possono aiutare a stabilire dei traguardi specifici in ambito professionale; fagli notare i loro successi e le loro vittorie passate, metti per iscritto questo se necessario. Mostra a loro quanto sia importante il lavoro individuale dal punto di vista dell’ aiuto agli altri. Dai a loro l’ importanza che meritano. Ringraziali calorosamente e con gratitudine (meglio se in pubblico) per quello che fanno.

Posso vivere due mesi di un bel complimento Mark Twain

6 – Amplia il tuo vocabolario. Se dobbiamo dare una immagine professionale e affidabile di noi stessi è opportuno avere un vocabolario piuttosto ampio. Le parole sono degli attrezzi, come in ogni mestiere più attrezzi hai e meglio ti puoi destreggiare attraverso i problemi che incontrerai. Perciò per allargare il tuo vocabolario dai ampio spazio alla lettura. Leggi libri spesso, leggi i giornali, fai le parole crociate, procurati un vocabolario dei sinonimi e dei contrari. Puoi giocare a scarabeo ( è divertente!). Poniti l’ obiettivo di imparare una parola nuova al giorno, ascolta dei grandi oratori e cerca di imitarli.

7 – Accetta le critiche. Sembra proprio che le critiche siano come gli spinaci per i bambini: fanno bene ma non riusciamo proprio a mandarle giù. Quando ricevi delle critiche immagina di essere un capolavoro in costruzione: prendi le critiche espresse solo come impulso al miglioramento. Teniamo conto che l’ orgoglio è un’ arma a doppio taglio; a volte non ci permette di recepire delle indicazioni utili perchè sembrano non piacerci. Opponiamoci a critiche verso la nostra persona facendo presente che preferiremmo discutere dei comportamenti e non dell’ individuo. Ognuno di noi è valido do per sé. Dopo essere stato criticato esprimi come ti senti e fai presente i punti in cui sei in disaccordo e rileva eventuali imprecisioni in maniera ferma. Trova un modo per far sapere che intraprenderai delle azioni correttive per migliorare gli aspetti su cui ti sono state mosse le critiche.

8 – Migliora la tua memoria.  Perchè migliorare la nostra memoria ? Io direi che possiamo così senz’ altro vivere meglio. Applicando le moderne indicazioni della mnemotecnica (una parolaccia per indicare la scienza che studia le tecniche di miglioramento e aumento della memoria) possiamo stimolare la nostra creatività, migliorare la nostra autostima, adottare un approccio più intelligente alla vita, stimolare la curiosità, e per ultimo anche divertirci !! Ora ti insegnerò una tecnica per memorizzare un elenco di cose (fino a 10). Si chiama rima con il numero. Si tratta di abbinare a ogni numero da uno a dieci una cosa corrispondente alla sua rima. Ad ogni immagine poi si abbineranno gli oggetti da ricordare.

Supponiamo di avere 10 cose della lista della spesa da ricordare: 1 il dentifricio, 2 le pere, 3 la pasta, 4 i biscotti 5 un libro, 6 i pomodori, 7 il latte, 8 il burro, 9 i grissini, 10 le banane. Avremo la seguente tabella:

Numero  – Oggetto in rima – Cosa da ricordare

1 – orso bruno  – dentifricio
2 – bue – le pere
3 – re – pasta
4 – gatto – biscotti
5 – lingue – libro
6 – nei – pomodori
7 – fette (biscottate) – latte
8 – risotto – burro
9  – giove – grissini
10 – piatto di ceci – banane

La procedura di applicazione della tecnica è questa:

1) impara a memoria la lista degli oggetti in rima.

2) associa nella tua mente agli oggetti in rima gli oggetti da ricordare (uno alla volta). Ad esempio puoi immaginare un orso bruno tutto sporco di dentifricio, poi un bue che porta un grosso carico di pere, un re che si mangia una gigantesca pastasciutta…e così via . Più gli abbinamenti che riuscirai a fare saranno divertenti meglio riuscirai a ricordare. Prova.

9 – Migliora la tua cultura.  Spegni la TV. Vai a teatro, in biblioteca, ad un concerto, a delle conferenze. Fai tuo l’ obiettivo di conoscere bene un determinato argomento. Trascorri del tempo con delle persone colte. Non avere paura a porre domande se incontri una discussione di cui l’ argomento ti è sconosciuto. Leggi biografie, periodici di un buon livello qualitativo, quotidiani e libri di saggistica. Iscriviti a corsi, lezioni e seminari.

10 – Amate, servite, ricordate.  Dedicati a un servizio di volontariato, coltiva l’amore, la gentilezza e la generosità; fai in modo che il mondo sia un posto migliore dove vivere. Renditi consapevole che siamo qui per amare, servire e ricordare…di amare. Ogni essere che incontri nella tua vita è presente per ricordarti lo scopo della tua vita.

(L’ elemento fondamentale della natura umana è il desiderio di essere apprezzati – William James)

11 – Loda chi lo merita. Se vedi qualcuno che fa azioni belle e positive non tirarti indietro nel lodarlo e dare riconoscimento. Loda con sincerità sopratutto. Sorridi con il cuore e con la voce. Esprimi il tuo apprezzamento in pubblico solo se non metti in imbarazzo la persona che riceve le lodi e se altre persone non hanno modo di risentirsi.

12 – Ascolta CD motivazionali. Penso proprio che un buon modo per utilizzare il tempo sia ascoltare CD motivazionali e di miglioramento personale. Esiste già un ampio catalogo di opere in versione audio (anche classici della letteratura) che possono essere ascoltati mentre andiamo al lavoro e facciamo i nostri spostamenti in macchina.

13 – Trova il luogo da dove provieni. Uno degli atteggiamenti nei confronti della vita è quello che adottiamo quando: “Se raggiungerò quell’obiettivo sarò felice” Invece lo stato dell’ essere originario è la felicità. Guarda i bambini: sono felici tutto il tempo. Quindi goditi il più possibile l’ essere felice adesso e non aspettare la realizzazione di qualche traguardo in là nel tempo. La felicità è adesso.

14 – Cogli l’ attimo. Sì è giusto pianificare e prevedere le cose nella vita ma è meglio imparare a stare nel presente. Se pensi al passato possono emergere sensi di colpa per cose fatte o non fatte, se stai nel futuro la preoccupazione ti potrebbe prendere con tutto il suo carico negativo. Affronta le cose solo quando ci sarà bisogno. Impara dunque a stare nel presente assaporando l’ unicità del momento. Lì risiede la serenità.

15 – Fate di ogni giorno una cosa fantastica. La vita non è domani o i giorni successivi. La vita è oggi. I migliori risultati a lungo termine si ottengono concentrandosi sulle cose da fare oggi e nel farle al meglio. Se ti alleni per una partita di calcio dai il massimo anche se è un allenamento; non aspettare la partita. Fai in modo che la tua giornata sia sempre memorabile per quello che hai fatto e come lo hai fatto! La vita è adesso.

16 – Mettete il cervello fuori dagli schemi. Prova a risolvere questo rompicapo:

rompicapo...

Disegna quattro linee rette che tocchino i nove punti senza ripassarci sopra e senza staccare la matita o la penna dal foglio.

Non è facile vero? Quello che volevo farti vedere è l’ uso del pensiero “laterale” (si dice così). Spesso per risolvere i nostri problemi ci attacchiamo ai soliti schemi di ragionamento. Però i problemi rimangono irrisolti se non adottiamo un approccio diverso. Il mio invito è allora pensate fuori dagli schemi, adotta punti di vista differenti sulle cose. Ti arricchirai personalmente e risolverai più spesso i tuoi problemi. No rigidità ! Flessibilità.

17 – Riempi la tua casa di fiori freschi. Una delle migliori cose che puoi fare è riempire la tua casa di fiori freschi. Il profumo, la musica e i colori donano buon umore e favoriscono il buon andamento della tua giornata.

18 – Fai parlare l’ anima. Una buona tecnica di miglioramento personale è l’ uso di affermazioni su di sé. Ad esempio “la mia vita migliora di giorno in giorno”. Queste affermazioni si possono usare durante il giorno ripetendosele tra sé e sé molte volte.

Un altro buon metodo è la conversazione positiva con sé stessi. Puoi parlare a te stesso al posto di ascoltare la radio e la tv. Puoi dirti “Va bene quello che stai facendo” oppure “hai fatto un buon lavoro” o ancora “mi sento bene mentre faccio questo”.

Insieme a questo dialogo interiore positivo usa anche domandarti: “che cosa c’ è di buono nella mia vita ?” “Che cosa c’ è di buono ora?” “che cosa c’ è ancora da fare?” Rispondendo a queste domande la tua energia crescerà, vedrai con i tuoi occhi le buone cose che hai realizzato.

19 – Guarda verso il sole. Se guardi verso il sole l’ ombra cadrà dietro le tue spalle. E’ un modo di approcciarsi alla vita. Usa il pensiero positivo nelle situazioni e nelle relazioni con gli altri. Non dare spazio all’ ombra delle preoccupazioni o alle cose che non vanno. Guarda alle buone soluzioni. La vita ti sorride. Il sole ti permette di guardare con chiarezza, di costruire e relazionarti al meglio. E’ un archetipo benevolo presente fin dagli albori dell’ umanità, simbolo di benevolenza e amore.

20 – Leggi questa storia. Due contadini, padre e figlio alla sera avevano appena finito di lavorare nel loro campo. Si incamminarono con il loro asino verso casa. Il padre disse al figlio: “monta in groppa all’ asino figlio mio, sarai stanco !” Per strada incontrarono un passante che commentò : “Che figlio ingrato ! Fa camminare il suo vecchio padre! ” Allora i due invertirono le parti: il padre sull’ asino, il figlio a piedi. Incontrarono un altro viandante che commentò: “Che padre snaturato ! Fa camminare e faticare il proprio figlio!”

Sentito questo i due si misero a cavalcare entrambi l’ asino. Un altro viandante incrociandoli commentò anche lui: “Che persone prive di sentimento ! Come fanno soffrire quella povera bestia ! A questo punto scesero entrambi dall’ asino e camminarono trascinandoselo dietro. Un quarto viandante vedendoli esclamò: “Che ridicoli ! Hanno un asino e non lo utilizzano!

Sconfortati da tutto ciò i due, padre e figlio, si caricarono l’ asino sulle spalle. Un altro uomo che vide questa cosa stupefatto disse: ” Che razza di imbecilli ! Portano loro l’ asino al posto di farsi portare !” Questa bella storiella ci fa riflettere sul fatto che spesso i nostri comportamenti possono essere diretti dal giudizio altrui. In effetti non è molto saggio dare retta agli altri con i loro giudizi in special modo se sono persone lontane da noi e dal nostro modo di essere.

E’ importante invece scegliere quello che per noi va bene momento per momento, indipendentemente dagli altri, ascoltando il nostro cuore. Non è detto che non avremo mai dubbi: allora avremo certamente bisogno di ascoltare qualcun altro. Il criterio di scelta però è questo : per un parere o un giudizio appoggiamoci a persone che ci vogliono bene e ci stimano altrimenti avremo dei ritorni e delle comunicazioni distorte, non adatte a quello che noi siamo e vogliamo veramente. Ascoltiamo il nostro cuore.

21 – Fai una lista. Le liste possono essere di diversi tipi. Sembrano inutili ma invece hanno la capacità di rendere reali le cose. Mi va di suggerirti di fare una lista sulle tue capacità e caratteristiche positive; scrivila e portatela con te durante il giorno. Ti ricorderà costantemente il tuo valore. Un altra lista che puoi fare è quella dei tuoi obiettivi personali. Mettere per iscritto i tuoi obiettivi ti permette di concretizzarli più facilmente.

22 – Meglio l’azione che la preoccupazione. La preoccupazione non è altro un sentimento di disagio generato da pensieri sul futuro. Restare preoccupati su qualcosa di eventuale che molto probabilmente non accadrà mai non va bene.

Chiediti: che cosa posso fare adesso sul problema che ho davanti? E poi…agire; fai qualcosa, qualsiasi cosa. Focalizzati sull’ azione e non sul pensiero.

L’ esempio è questo: se ho litigato con mio figlio e sono preoccupato per questo, la mia domanda è: Che cosa posso fare adesso?

Le risposte possono essere diverse.

1) posso andare da lui e dirgli che sono dispiaciuto

2) potrei invitarlo a cena per chiarire le cose

3) posso telefonargli e invitarlo ad andare al cinema assieme…e così via. Le nostre paure spesso sono irrazionali e restare in angoscia ingigantisce i problemi per nulla. Se affronti realmente i problemi scoprirai che il 99% delle volte sono solo dei pensieri che creano difficoltà; in realtà poi le cose scorrono in maniera diversa da come le hai immaginate. La vita è spesso più semplice di quello che credi.

23 – Diventa il problema. Quante volte piangiamo perchè le cose sono andare storte! La colpa naturalmente è sempre degli altri. Siamo abituatissimi a vedere le pagliuzze nell’ occhio del vicino mentre non siamo capaci di vedere le nostre travi. Mentalità da vittima : sono state le circostanze…gli altri mi hanno messo in una cattiva condizione. Impara invece a mettere fine a tutto questo. Quello che ci capita è opera nostra. Prova per una volta a capire che sei tu il problema. Se sei tu ad essere un problema con i tuoi atteggiamenti allora puoi prendere di nuovo il controllo della tua vita. La soluzione dei problemi passa attraverso il fatto che sei tu il problema. Cambia punto di vista sulle cose.

24 – Vivi la vita al massimo. Per poter vivere la vita al massimo è necessario cogliere il momento presente, stare nell’ adesso. Oltre che questo è necessario lasciar andare il controllo su tutto e tutti. E’ come andare in macchina: se tieni troppo stretto il volante perderai sicuramente il controllo del veicolo. Abbi poi uno scopo, cerca di sapere cosa vuoi nella vita. Se non hai uno scopo sei come una barca senza timone, in balia delle correnti della vita. Rilassati e pratica il senso dell’ umorismo il più possibile.

25 – Di “no” allo stress. No al perfezionismo, crea solo stress. Accetta che a volte la vita non è come vuoi tu. Mentre corriamo per fare tantissime cose è necessario rimanere distaccati e tranquilli interiormente. Non è ciò che ci succede nel mondo a causare i disastri ma ciò che noi pensiamo del mondo. Le condizioni esterne possono essere delle peggiori ma quello che fa la differenza è la nostra interiorità , quello che abbiamo dentro di noi.

Non c’ è niente di costante, tranne il cambiamento. Buddha

26 – Cerca nuovi orizzonti.  Eraclito, un famoso filosofo greco diceva che non ci si può bagnare due volte sullo stesso fiume. Questo significa che la vita stessa è in continuo cambiamento. Se noi ci opponiamo questa ci travolgerà. Le crisi non sono altro che la vita in movimento. Accetta i cambiamenti come delle vere e proprie opportunità che ti vengono offerte per cambiare orizzonte cambiare modo di vedere. Correre dei rischi è l’ elemento centrale di una vita vissuta. Affronta quindi l’ ignoto con coraggio e azione (vedi regola 22). Nell’ andare verso nuovi orizzonti pensa che altri sono stati dove sei diretto tu: molto spesso inoltre non hai nulla da perdere. Anzi, aumenterai la tua esperienza.

A.Jodorowskj, un saggio del nostro tempo, dice che è meglio sempre fare che non fare proprio perchè non ci saranno rimpianti e rimarrà l’ esperienza. Sappi che comunque puoi sempre farcela, devi solo avere una buona immagine di te stesso e tutto andrà liscio, ne trarrai beneficio. Mentre affronti i nuovi orizzonti concentrati sul processo che stai portando avanti e cambia quello che non funziona. Trova un altra maniera per riuscire. Devi essere come gli squali nel mare che se stanno fermi muoiono.

27 – Ferma l’ orologio. Con questa regola sono provocatorio !! Poco sopra ho detto che devi essere come gli squali perchè se stanno fermi muoiono. Qui invece dico: Fermati dal tuo continuo agitarti per lavorare. Non fare assolutamente nulla. Siediti ed esisti ! Prova per cinque minuti ogni giornata per almeno una settimana. Inizialmente può essere difficile ma velocemente, la cosa si trasformerà in qualcosa di piacevole. Abituati a fermare le lancette dell’ orologio. Questa non è una attività passiva, anzi ! E’ un invito a prendere consapevolezza dei pensieri del corpo e delle emozioni che ci sono nel momento in cui ci fermiamo. E’ una attività benefica e salutare ben lontana da essere distesi semplicemente su un divano con la testa svagata chissà dove.

28 – Perdonati. Per liberare il tuo potenziale lascia andare i sensi di colpa. Qualsiasi cosa tu abbia fatto dì piu’ volte al giorno “Io mi perdono”. Questa frase è da usare con tono imperioso e deciso. Usala con forte convinzione. Smetti di minare la tua autostima con pensieri del tipo: “non sono abbastanza bravo…non sono così intelligente…non sono così magro…ho fatto questo…” Ora è il momento di rompere questi schemi.

29 – Fai un bel massaggio. Regalati un bel massaggio. Ti libera dallo stress, è piacevole depura e tonifica il corpo. Prova con quelli ayurvedici ! Sono per il corpo e l’ anima. Il massaggio è normalmente preceduto da un test o da un colloquio per determinare la costituzione specifica della persona. La finalità è quella di capire gli eventuali squilibri nella persona e di ripristinarne l’armonia da cui se ne trae un equilibrio interno ed l’esterno. Aiuta a ristabilire l’equilibrio psicologico e fisico e aumenta le difese immunitarie. E’ un buon metodo per curare stress, insonnia, ansia, depressione e le affezioni del sistema scheletrico e muscolare.

30 – Valorizza il tuo ambiente. L’ ambiente dove viviamo è importante, è opportuno che casa nostra sia un bel posto dove essere accolti. Cerca di evitare la confusione, le grida, i rumori molesti, la radio e la tv a volume troppo alto. Tieni il più possibile in ordine la tua casa non trascurare i lavori da fare. Fai in modo che i quadri e l’ arredamento ti rimandino, se li osservi consapevolmente, una sensazione di bellezza e armonia.

31 – Dare vita alla realtà. Chi è che crea la realtà ? Noi stessi naturalmente ! E allora…che immagine di te stesso hai ? Come questa va a plasmare la tua vita ? Se l’ immagine di te stesso non è buona è ora di cambiarla ! I pensieri che contengono autocritica creano bassa autostima e questo non va bene. Se migliori l’ immagine di te stesso crei una nuova realtà più piacevole e positiva. Ora ti darò alcune affermazioni da leggere e ripetere durante la giornata. Questa tecnica riprogramma il tuo subconscio nella maniera a te più favorevole.

  • Io sono una persona forte
  • Io sono una persona intelligente
  • Io sono bello e mi piace il mio corpo
  • Io ho fiducia in me stesso
  • Io realizzo il successo in tutto quello che faccio

Immagina vivamente che queste frasi siano vere per te. Buon lavoro!

Siamo ciò che pensiamo. Tutto ciò che siamo è prodotto dalla nostra mente Buddha

32 – Sii stesso. Se nei tuoi rapporti sociali sei ansioso l’ unica cosa da fare è essere te stesso. Le persone si accorgono se stiamo cercando di dare un’ immagine diversa da quello che noi siamo. Gli altri sentono le bugie. Dì il vero a te stesso e così verrai a sapere cose che hanno bisogno di essere espresse e che sono dentro di te. Esprimi queste cose.

33 – Basta fare la vittima. Non sei mai una vittima. Puoi sempre scegliere. Le possibilità della vita e le varianti sono sempre tante. Quando ti senti vittimizzato, incompreso e sfruttato sappi che è possibile cambiare. Fatti queste domande: • Chi è che mi tratta male ? • Perchè permetto a lui/lei/loro di fare di me una vittima ? • Cosa posso immaginare di fare per cambiare le cose? Fatti valere; dì i tuoi “NO” Teni conto che potresti aver bisogno del tutto di lasciare quella persona e situazione. Tu hai hai la possibilità di non essere più vittima !

34 – Sorridi. Ero nell’autobus e di fronte a me c’ era una ragazza. Ad un certo punto lei mi ha sorriso. Quanta bellezza !! Il sorriso ci riporta il buon umore. E’ contagioso. Non costa nulla. Se puoi sorridi il più possibile. Anche se sei giù di morale prova a sorridere lo stesso . Ti garantisco che funziona. Sorridendo l’ umore cambia. Sorridi spesso e la vita ti sorriderà

35 – Il vantaggio di chi sta fuori. A volte ci troviamo ad affrontare problemi e situazioni apparentemente insolubili. La causa è che quando ci avviciniamo troppo a un problema spesso non riusciamo a vederne la soluzione, non la vediamo con chiarezza. La soluzione sta nel chiedere a qualcuno che non sia coinvolto direttamente un parere al riguardo. (E lasciamo stare l’orgoglio).

36 – Concediti la felicità. Depressione e malcontento colpiscono prima o poi il 70% della popolazione. Come mai visto che questo è il periodo storico più ricco di opportunità in assoluto? Soldi, donne, successo, fama , droghe e rock &roll ma questo non basta. E allora? La verità è che puoi essere naturalmente felice. Io sono qui adesso e sono felice di scrivere queste cose per te. La felicità è una condizione della mente che puoi invocare. Un modo per richiamare la felicità è essere felici per quello che abbiamo, in poche parole essere grati. Coltivare la gratitudine spesso, porta a percepire la felicità.

37 – Scopri i tuoi valori. Tutti (o quasi) cerchiamo il successo nella vita. Ma questo cosa significa? Per alcuni significa una cosa per altri qualcosa d’ altro . La fama, l’ appagamento,, la sicurezza, la tranquillità sono tutti obiettivi perseguibili.

Ora fai un elenco dei tuoi valori. Ad esempio:

  • onestà
  • intelligenza
  • fascino
  • pazienza
  • positività
  • perdono
  • integrità

Ecco il segreto è integrare i nostri valori nella nostra vita privata e professionale. Vedremo poi che così la vita sarà veramente una vita di valore.

38 – Causa ed effetto. Esiste una legge : la legge di causa ed effetto. Tutto avviene generato da un perchè. Ogni effetto è generato da uno o più motivi, che tu ne sia a conoscenza o meno. Non esiste il fato. Se decidi un obiettivo e poi fai come quelli che lo hanno raggiunto, sappi che potrai ottenere tutto dalla vita.

39 – Usa la mente. Tutto ciò che avviene è nella mente. Quello che tu pensi diventa la tua realtà. Il pensiero crea e noi diventiamo ciò che pensiamo la maggior parte del tempo. Pensa a quello che vuoi e tralascia quello che non vuoi

40 – Equivalenza mentale. La realtà e il mondo che sono attorno a te sono la concretizzazione di ciò che è dentro di te. Lo scopo principale della tua vita deve essere creare nella tua mente l’ immagine esatta di quello che vorresti vivere. Usa l’ immaginazione per vedere la tua vita ideale sotto ogni aspetto, Sii perseverante finchè non si manifesta intorno a te

41 – Attenzione al tempo. Cercare di definire il tempo è come cercare di imbottigliare un mare. Comunque si possono fare delle riflessioni per poterne capire di più la natura. Il tempo è un bene prezioso. Solo dentro di noi è presente la realtà del tempo. A seconda di come è il nostro stato di coscienza abbiamo anche la percezione del tempo. Dieci minuti possono essere un’ eternità, due ore un lampo.

L’esistenza del tempo è solo nel presente anche se noi possiamo concepire il passato, il presente, il futuro. Il fluire del tempo è un flusso continuo di momenti chiamati “adesso” Ogni momento ha con sé il suo passato e va a definire ciò che sarà il futuro.

Il nostro destino è fatto dal modo in cui trascorriamo il presente. Quando viviamo nel momento presente siamo immersi nell’ eternità nel tempo che va oltre il tempo. Diventiamo vittime della vita quando subiamo il tempo e ci mettiamo in condizione di reagire alle forze caotiche della vita Quando ci immergiamo dentro la nostra pace interiore, nella serenità e nella tranquillità il tempo ci diventa amico e aiutante. Nessuna somma di denaro ci può restituire il tempo perso. Se abbiamo utilizzato male il tempo presente non lamentiamoci poi se la nostra vità è stata un fallimento.

42 –  La scelta. Scegliamo continuamente tanto che posso affermare che la nostra vita è data dalla somma totale fatta con le scelte che abbiamo fatto fino a quest’ istante. Tu hai libertà di scelta e quindi hai il pieno controllo della tua vita. Lo so, che è provocatoria la mia affermazione ma ti invito a guardare approfonditamente la tua vita. Guarda il tuo ambiente, la famiglia da cui provieni, il lavoro che svolgi, i pensieri che hai ogni giorno. Hai il potere delle scelta su tutte queste cose.

43 – Attrazione e denaro. Pian piano se accumuli del denaro risparmiando riuscirai ad attrarre sempre più soldi nella tua vita. L’atteggiamento deve essere però positivo; non ci deve essere una sensazione di “sacrificio” altrimenti al posto del denaro attrarrai ulteriori “ sacrifici”. Ogni buon manuale su come ottenere ricchezza sottolinea come fondamentale la legge del risparmio.

44 – Leggi “I su e giù della vita”. Il libro in questione è scritto da Spencer Johnson,MD ed è un bel libro, semplice e immediato. A chi piace leggere la lettura è veloce e si legge in un paio di giorni. E’ un libro che ti consiglio perchè parla di come va la vita e del modo migliore per affrontarla. Ti permette di acquisire un punto di vista diverso su quello che succede nella vita e ti aiuta a diventare più sereno. Un buon libro per chi inizia un percorso di automiglioramento.

45 – Arricchire gli altri. Se vogliamo la ricchezza per noi dobbiamo dare il nostro contributo alla ricchezza degli altri. Se cerchiamo solo la nostra ricchezza resteremo solo con un pugno di mosche. La legge è questa : “rendi ricchi gli altri e arricchirai te stesso.” Da un altro punto di vista viene prima il “dare” e poi il “ricevere”.

46 – Imprenditorialità. La via più sicura verso la ricchezza è realizzare una propria attività di successo. Lavorando come dipendente al servizio di altre persone difficilmente arricchirai. Lavorando per terzi per avere buoni introiti dovrai scalare la piramide gerarchica, ma le resistenze e la fatica saranno molte e i risultati non sempre all’ altezza delle aspettative. Guarda razionalmente la cosa. Ai vertici delle piramidi aziendali ci sono di solito, circa il 3% delle persone impiegate in quelle aziende. E’ una probabilità bassa di riuscire. Invece avviando un’ attività imprenditoriale è possibile riuscire più facilmente badando bene di mettere in campo le tue passioni e i tuoi talenti.

L’ uomo deve salvare sè stesso con i propri sforzi, nessuno può fare per lui quello che egli deve fare per sé stesso. Buddha

47 – Perseveranza. Se insisti con adeguata regolarità nel ricercare la ricchezza la troverai. La sua conquista passa attraverso ostacoli di diversa natura ma il segreto è quello di imparare qualcosa di positivo da ogni stop, da ogni delusione.

48 – Consapevolezza dei desideri. Ci sono vari maestri spirituali i quali di volta in volta ci parlano di come sia importante il desiderio nella nostra vita o al contrario, di come sia dannoso il desiderio nella nostra vita. Il desiderio è in realtà un processo della mente sano che viene dalla nostra fonte primaria ed interiore. Quindi è giusto dare spazio ai nostri desideri e realizzarli. Ma… il pericolo è questo: se ci lasciamo trascinare da loro non vivremo più bene la nostra vita. Applichiamo il giusto mezzo. Infine ricordiamoci che un giorno dobbiamo lasciare questa terra ed insieme ad essa tutto ciò che di materiale attraverso, i desideri, abbiamo creato.

49 – Aspettativa. Per attrarre la fortuna nella vita impara ad avere pensieri positivi. Aspettati cose belle. Quando al mattino ti alzi porta subito i pensieri sul fatto che ci accadranno cose belle nella giornata. Non smettere mai di aspettarti cose meravigliose dall’ Universo. Ripeti questa frase dentro te stesso durante la giornata: “Oggi mi accadrà qualcosa di stupendo!”

50 – Energia. Metti entusiasmo nella tua vita. Più energia ci metti più l’ Universo risponderà positivamente. Tanto più grandi l’ energia e l’ entusiasmo saranno presenti in te tanto maggiori saranno le possibilità di riconoscere le occasioni fortunate che ti vengono presentate.

51 – Rapporti sociali. I tuoi rapporti sociali rappresentano la tua fortuna. Più persone conosci che hanno una buona opinione di te più sarà ampia la tua fortuna. Le porte del successo nella vita sono aperte da coloro che ti vogliono bene. Con i rapporti sociali si crea la ricchezza. La ricchezza non è una questione di soldi . La parola ricchezza esprime tutto fuorchè la quantità di soldi. Le relazioni che sono “ricche” ti portano al successo, al miglioramento di te stesso e all’ agiatezza.

52 – Crescita. Ci sono 3 cose che facciamo nella vita : crescere, ristagnare, peggiorare. Cosa stai facendo adesso ? La cosa migliore è certamente crescere. Ogni giorno cerca di crescere un po’ di più. La tua formazione deve essere continua, migliorati continuamente.

53 – Empatia. L’ empatia è la capacità di mettersi nei panni degli altri. Gli psichiatri e gli psicologi usano questo termine per indicare il sentimento che proviamo quando sentiamo l’ emozione dell’ altro e la sua causa. Se lo fai spesso imparerai a scorgere tanti punti di vista diversi dal tuo; questo provoca una crescita (vedi sopra) e vedrai possibilità che magari non avresti mai considerato. Guarda di cosa hanno bisogno e desiderano le persone, pensa a come fare per accontentarle.

54 – Genera abbondanza. Usa il potere delle affermazioni. Afferma: “Nella mia vita c’ è prosperità e abbondanza !” Se guardi bene i pensieri pessimistici non ti portano proprio alla ricchezza ma anzi bloccano le risorse e i talenti che hai. Ripeti spesso quella frase anche se al momento non ci credi. Il subconscio farà poi il suo lavoro. Se ricerchi l’abbondanza e la prosperità aspettati di vederla dappertutto. Nell’ universo tutto è abbondante. Apri un pomodoro e guarda quanti semi ha. La vita è abbondanza.

55 – Usa tutta la vita per imparare. Non finiamo di imparare quando finiamo la scuola. Perseguire la conoscenza e la formazione continua diventa per noi uno stile di vita. Raggiungerai potenziali umani elevati se manterrai questo pensiero. Acquisisci la mentalità della scoperta continua, vai fiducioso verso il nuovo. Diventare esperto in qualcosa attiva le tue resistenze ma l’ impegno e l’ esperienza ti faranno crescere. Frequenta dei corsi, ritorna a scuola, teniti attivo dal punto di vista intellettuale. Sviluppa al massimo grado i tuoi punti di forza

56 – Cammina per stare meglio. Quanti di noi non praticano esercizio fisico ? Tantissimi ! Eppure tutti gli studi al riguardo affermano che basterebbe camminare un quarto d’ ora per 2 volte al giorno per prevenire malattie cardiovascolari e regolare la pressione. Camminare per 2 volte al giorno ti può fare perdere fino a 8 chili di grasso in un anno. Camminare poi ti tonifica i muscoli delle gambe e i glutei, aumenta la tua forza fisica e ti ridona il controllo del tuo corpo.

57 – Trai vantaggio dai problemi. Se la vita ti porta dei problemi la cosa utile da fare è porsi questa domanda :” Come posso utilizzare al meglio questa cosa ?” Trasforma in qualcosa di più grande quello che appare, ci porta a nuovi impegni a nuove situazioni nella vita.

A tale proposito volevo farti leggere questa storiella:

“A un contadino cinese scappa l’ unica giumenta in suo possesso. Tutti vicini di casa sono d’ accordo nel dire “che sfortuna !” Il contadino invece rimane imperturbabile e dice “sarà un bene o sarà un male?” Il giorno dopo la giumenta torna a casa insieme a un magnifico stallone. Tutti dicono allora al contadino che è stato fortunato.

Imperterrito lui dice “non so…sarà un bene o sarà un male ?” Il figlio del contadino volendo domare lo stallone selvaggio cade da cavallo e si rompe una spalla. I vicini di casa ancora dicono “ che sfortuna…” Il contadino rimane sulle sue ripetendo “ non so…sarà un bene o sarà un male ?” Il giorno dopo vengono i messi dell’ imperatore per reclutare i giovani abili alle armi e portarli in guerra. Il figlio del contadino con la spalla rotta non venne portato via. Allora…è un bene o un male?”

Ti faccio un esempio di vita reale : Julio Iglesias era uno dei più bravi portieri di calcio in Spagna . Ha avuto un incidente e non ha più potuto giocare. Di conseguenza a questo si è messo a cantare con i risultati e il successo che sono sotto gli occhi di tutti. Se avesse continuato a fare il portiere..

58  – Trova un bravo coach. Quanto può essere importante un bravo coach ! Ti ricordo che i grandi campioni non disdegnano di rivolgersi a dei bravi coach. Non perchè il coach è più bravo di loro ma perchè il coach è in grado di prendere le distanze e osservare in modo obiettivo . Accettare di farsi seguire da un coach ci fa crescere e responsabili maggiormente del nostro cambiamento. I coach ti aiutano a superare le tue paure e ti portano a livelli che prima non avresti mai neppure immaginato !

59 – Lezioni di volo. Chi sono i nostri eroi ? Abbiamo bisogno degli eroi perchè ci guidano verso le migliori parti di noi stessi. Gli eroi non sono solo quelli guerrieri ma anche quelli intellettuali (Galileo,Leonardo) spirituali ( i santi, i grandi maestri religiosi, un papa) letterari (Dante, Calvino, Tolstoj,Verga) psicologi (Jung, Fromm) sportivi ( Valentino Rossi, Baggio, Buffon) e tanti altri. Prova a scegliere un personaggio di quelli che ammiri e prova ad imitarlo, prova a diventare come lui anche se non è più vivente. Ecco magari non diventerai così grande ma sicuramente seguendo questo modellamento arriverai a risultati sicuramente sopra la media delle persone comuni. Fermati ad apprezzare questo percorso. I modelli ci fanno volare ! Personalmente come modello seguo A. Jodorowsky che è un genio dei nostri tempi. Mi ha insegnato molto e apprezzo molto il suo approccio eclettico alla vita.

60 – Scopri capacità nascoste. A volte abbiamo dei talenti che rimangono nascosti e sconosciuti. Cosa puoi fare per farli uscire allo scoperto ? Fai cose nuove, prova a cercare un nuovo impiego e un nuovo indirizzo alla tua carriera. Prendi un foglio: Sopra fai un’ intestazione con scritto: “Cosa mi piace fare ?” Scrivi quello che ti viene in mente. Porta con te il foglio per una settimana e ogni volta che ti viene un’ idea annotala.

Leggi quello che risulta dopo i 7 giorni. Domandati cosa facevi tempo addietro e ora non fai più. Osserva quello che le persone ti dicono al tuo riguardo relativamente al fatto che sei bravo e fai bene. Nota quelle cose per cui ricevi complimenti. Domanda ai tuoi amici che cosa loro ti vedrebbero fare bene. Trova il modo di ampliare le capacità che esprimi nel volontariato e negli hobby.

61 – Controlla la rabbia. Se ti arrabbi troppo spesso consulta un buon psicologo. Arrabbiarsi a volte può essere positivo, ma se avviene troppo spesso assume la natura di tratto caratteriale sgradevole. Prova a diventare consapevole dell’ emozione di rabbia che cresce. Di solito parte dalla pancia. Usa la tua parte razionale per controllare l’ emotività. Adotta un punto diverso di vista quando incontri persone o situazioni che ti fanno arrabbiare. Sappi che c’ è una ragione anche negli altri, un intento positivo nascosto da portare alla luce. Se gli altri in qualche modo ti feriscono sappi che anche loro stanno soffrendo per qualche motivo. Chiediti : “sono soddisfatto dei miei scatti d’ ira ?”

62 – Crea una famiglia unita. La famiglia è il mattone fondante l’ intera società. Questa società tende però molto a disgregarla. Cerca allora di non fare solo “figli unici”, permettiti di individuare e sostenere uno spirito di squadra dentro l’ intera famiglia. I membri di una famiglia sana devono poter proteggersi, aiutarsi, appoggiarsi reciprocamente. Se assisti a una disputa familiare resta neutro e cerca di non parteggiare per nessuno. Offriti invece come mediatore. Le decisioni vedi di prenderle comunitariamente. Ascolta anche il parere dei più piccoli. Ogni membro della famiglia deve essere rispettato. Programma occasioni di divertimento per l’ intera famiglia, possibilmente non lasciare i bambini con le baby sitter.

Fai il più possibile le vacanze insieme. Fai frequentare ai figli anche i parenti più lontani,nonne, zii e cugini, fai in modo che ci siano spesso momenti di frequentazione fra loro.

63 – Cerca il sacro nell’ ordinario. Praticate la ricerca spirituale tenendo conto che non c’ è niente là fuori da raggiungere. E’ tutto dentro di noi. Non aspettiamo un evento futuro per essere spirituali : lo siamo già ora. Siamo al 100% spirito (e anche corpo ;-)) ). La spiritualità è la consapevolezza della nostra natura spirituale e della cosa che la vita è un’ esperienza spirituale e sacra. In questo sono compresi gli alti e i bassi che la vita ci porta. La sacralità della vita è in ogni momento ; possiamo avere esperienze illuminanti e spirituali anche stando imbottigliati nel traffico o lavando i piatti, in banca o in coda ala posta. Dio è ovunque e non ci abbandona mai.

L’ordinarietà della vita è un viaggio nel sacro ogni giorno indipendentemente da chi siamo, cosa facciamo e con chi siamo. Smettiamo di aspettare Dio chissà quando o nel momento in cui tutto sarà perfetto…Dio è già qua. Pensate durante la giornata che tutto è spirituale intorno a voi e in natura. Cercate Dio nel quotidiano anche se non vedete cose belle. Domandatevi :”dov’è Dio in questo?” Non occorre essere mistici per vivere esperienze spirituali. La nostra esperienza è già qualcosa di spirituale.

64 – Il sacro include anche te. Se hai visto e sei stato in luoghi di incomparabile bellezza certamente non ti sarà sfuggita la sensazione di contatto con il divino, con Dio. Quello sguardo che hai dato è qualcosa di sacro e di spirituale. Se fai caso, eri lì presente quindi questo comprendeva anche te , la tua presenza ! Non sei disgiunto da quello che osservi. Anche tu eri bello e sacro, un tutt’uno con l’ ambiente. Ora provocatoriamente ti invito a immaginare in un luogo che non ti piace o comunque un luogo che apparentemente non ha spiritualità , un luogo apparentemente non bello. In virtù del fatto che tu stesso sei sacro e spirituale anche quel luogo diventa spirituale. Sei l’emanazione vivente di Dio.

65 – Mettiti nei panni degli altri. Cerca di sviluppare la compassione. Essa implica due cose: intenzione e l’ azione. Con l’ intenzione ti apri alla realtà degli altri, con l’ azione decidi di fare qualcosa al riguardo. L’ atto dell’ “accorgersi” degli altri è un grande atto di consapevolezza. Puoi sviluppare la compassione partendo con il regalare un sorriso alle persone che incontri per la strada. Non ha importanza di cosa fai ma come lo fai. Fai con grande amore. Sviluppare la compassione mette l’ accento su un’ altro grande sentimento che è quello della gratitudine. La gratitudine è la base del nostro rapporto con Dio.

66 – Fai una cosa gentile. Fai qualcosa di carino per gli altri ma non farlo sapere a nessuno. Ad esempio: paga il caffè al prossimo cliente del bar in cui sei stato, paga il pedaggio autostradale all’ automobilista che c’ è dietro di te, fai una donazione anonima, abbandona un bel libro in un posto affollato, e così via. Sintonizzati sulla sensazione di calore che arriva che viene dall’aspetto del dare consapevole senza ricevere nulla in cambio.

67 – Immagina che tutti sono intelligenti tranne te. Questo è un buon esercizio di umiltà, difficile per noi da eseguire. Il punto è che invece è un buon esercizio di automiglioramento dato che tutte le persone hanno qualcosa da insegnarci. Se permetti questo vedrai che l’ automobilista sconsiderato ti insegna la pazienza, il ragazzo vestito in maniera che non ti piace ti insegna la flessibilità di vedute, quello che la pensa diversamente da te ti insegna la tolleranza e l’ accettazione degli altri. Se sei su un ufficio postale ( il riferimento è casuale non ho nulla contro i lavoratori delle poste) e ti irrita la lentezza dell’ impiegato che hai di fronte, prova a pensare che forse questo ti insegna ad essere compassionevole. Puoi dirti :”guarda quanto può essere duro lavorare senza soddisfazioni”. Chiediti che cosa ti stanno insegnando le persone che ti circondano.

68 – Chiediti che importanza avrà fra un anno. Agli avvenimenti negativi che ti capitano prova ad applicare il giochetto della distorsione temporale. Fai finta che non ti accadano adesso ma tra un anno. Come cambia la tua prospettiva. Con questo giochetto impari a vedere le situazioni per quelle che sono e a dare meno importanza ad avvenimenti in apparenza importanti ma poi in realtà futili. Oppure altro gioco temporale: prova ad immaginarti il problema che ti affligge come già passato, vediti già nel giorno dopo…come sarà ??

69 – La vita non è giusta. Liberati dall’ idea che la vita sia in sé giusta. Liberarti di questo ti permette di liberarti da una sorta di vittimismo dalle domande tipo “perchè a me si e agli a altri no” e viceversa. Pensiamo che qualcosa sia ingiusto e che un giorno invece si metterà a posta. Accetta invece quello che è. Fai del tuo meglio con quello che sei e che ti è stato messo a disposizione. Quando ammetti che la vita è ingiusta, vedrai che l’ atteggiamento giusto per affrontarla non è la commiserazione ma invece la compassione. Cerca allora di provare compassione per te stesso e gli altri. E’ giusto così darsi da fare per migliorare ciò che ci circonda.

70 – Scrivi una lettera con il cuore. Se ti piace scrivere questa regola è fatta per te. Il suggerimento è scrivere una lettera col cuore a persone della tua vita. Quante persone conosci ? Scrivi almeno una volta alla settimana una lettera (o più se preferisci) piena di gratitudine e riconoscenza per le cose e i momenti che hanno condiviso con te. E’ un esercizio che riempie la vita

71 – Immagina di vedere il tuo funerale. In genere questa regola ci mette un po’ in soggezione e ci turba. Parlare della morte non è una cosa gradevole. Però aiuta a capire ciò che conta nella vita. Quali sono le tue priorità ? Se ti dovessi vedere morto che cosa vorresti poter dire della tua vita ? Che cosa racconteresti ? Scopriamo delle volte di esserci occupati di sciocchezze o di esserci arrabbiati per nulla. Oppure di avere passato poco tempo con le persone che amavamo. Questa tecnica ti fa vedere che persona desideri realmente essere e ti permette di allinearti con i valori principali della tua esistenza.

72 – Gratitudine. Diamo tutto per scontato e non ci ricordiamo quanto siamo fortunati. Ci dimentichiamo di essere consapevoli di ciò che c’ è di bello nella nostra vita. L’ invito è a fare attenzione ed essere grati all’ Universo o a Dio , se preferisci, per le cose belle che ci circondano. Essere grati significa ringraziare. Preghiamo Dio la maggior parte delle volte per farci avere qualcosa. Io invece propongo il contatto con Dio per ringraziarLo: per la splendida casa che abbiamo, gli ottimi amici, i figli, i libri, i fiori, i quadri, il computer…quello che tu vuoi. Ringrazia Dio, ti si riempirà il cuore di gioia.

73 – Le domande del mattino. Nel libro di A. Robbins “ Come migliorare il proprio stato mentale, fisico e finanziario” si trova una bellissima tecnica tesa a fari provare più felicità, eccitazione, orgoglio, gratitudine, gioia e amore. La tecnica si chiama: “Le domande del mattino” E’ una tecnica di focalizzazione da fare al mattino appena svegli, o sotto la doccia o mentre andate al lavoro. Serve per metterti in una giusta disposizione d’ animo. Ti invito caldamente a provarla.  Sono 7 domande da farti tutte assieme.

Le domande sono:

  • Che cosa nella mia vita oggi mi fa più felice?
  • Che cosa nella mia vita mi eccita oggi ?
  • Che cosa nella mia vita mi rende fiero oggi ?
  • Che cosa nella mia vita mi rende grato oggi ?
  • Che cosa nella mia vita mi rallegra di più oggi ?
  • In che cosa sono impegnato oggi nella mia vita ?
  • Chi? Chi mi ama ?

74 – Meditazione. Meditare fa bene, se è ti è possibile medita almeno 15 minuti al giorno.

Ecco come si fa :

1 – Siediti con la schiena eretta. Inala profondamente due o tre volte. Rilassati. Dirigi la tua attenzione sulla fronte e nella parte alta del cervello. Se, di solito, preghi per invocare la consapevolezza della presenza di Dio, fallo in questo momento.

2 – Continua a stare seduto in tranquillità, aspettando ed osservando la tua mente diventare calma.

3 – Se la tua attenzione cade o se i pensieri persistono, utilizza una tecnica meditativa per focalizzare la tua attenzione. Puoi ripetere mentalmente una parola scelta come. “Dio” o “pace” o “ Om” fino a quando i pensieri si arrestano. A quel punto lascia perdere il mantra e continua a stare seduto nel silenzio.

4 – Quando la tua consapevolezza è chiara, dimora in quello stato di coscienza per un po’. 5 – Sforzati di mantenere il tuo calmo e chiaro stato di consapevolezza dopo la meditazione.

(tratto da “La semplicità dell’ illuminazione spirituale “di Roy Eugene Davis)

75 – Vecchi e giovani. Quando sei irritato con qualcuno puoi usare questa tecnica per riportarti a uno stato di serenità interiore. Immagina la persona che ti ha fatto irritare come un bambino di 3 anni. Guarda gli occhi e come è fisicamente. Un bambino commette errori ed è normale per tutti essere stati bambini, compresi noi stessi. Un’ altra tecnica è immaginare la persona irritante come se fosse un vecchietto che sta per morire: guarda il suo aspetto fisico e immagina che avrà la saggezza e il ricordo degli errori del passato. Pensa che ognuno di noi (sia da vivo che da morto ) avrà un giorno cento anni. Il nostro obiettivo è in fondo è essere più cordiali e sereni con gli altri

76 – Silenzio. Siamo invasi dal rumore. Televisione accesa, telefono che squilla, radio a tutto volume, impianto stereo in funzione, rumori dai vicini che falciano il prato…

Ecco siamo bombardati da suoni durante la giornata e questo spesso mina la nostra quiete. Magari non ce ne accorgiamo ma siamo pesantemente disturbati da una miriade di fonti di rumore. Lo stress così si accumula. E’ perciò importante ricavarsi dei momenti di silenzio tutti per noi. Il silenzio rigenera e porta chiarezza. Riduce lo stress. Fare meditazione in un luogo tranquillo per un quarto d’ ora al giorno, passeggiare in un parco, fare un bagno rilassante con la porta chiusa, o comunque trovare un modo per stare da soli è un bel regalo che potresti fare a te stesso. Cerca ogni giorno le oasi di tranquillità: ne guadagnerà molto la tua serenità di animo.

77 – Scegli oggi stesso tre persone a cui dire quanto le ami. Pensi sempre di essere eterno ma non è così. Da quanto tempo non dici a persone importanti della tua vita che gli vuoi bene ? Cosa aspetti ? Vai a dire subito a chi vuoi bene quanto li ami; telefona o vai di persona . Sentirsi dire “Ti voglio bene” è la cosa più bella del mondo e piace a chiunque. Se sei timido in alternativa puoi scrivere una bella lettera.

78 – Ogni giorno pensa a qualcuno da ringraziare. Nella vita incontriamo tante persone. Pensa a quelle significative…genitori, insegnanti, maestri spirituali, eppoi anche persone più ordinarie che magari ti hanno aiutato con qualche loro gentilezza. Dedica a loro all’ inizio della giornata qualche istante di ringraziamento. La gratitudine riempie la vita e ti fa sentire la pace con te stesso e il mondo intero.

79 – Immagina che il bicchiere sia già rotto. Questa tecnica ti mette nelle condizioni di apprezzare ciò che c’ è nella tua vita. Se stai leggendo questo e-book sul computer immagina per un momento che quest’ ultimo si rompa. Ahi ahi !! E’ un immaginare spiacevole ma… è immaginazione. In realtà il tuo computer funziona e nota ora quanto bello è avere a disposizione questo strumento! Prova a fare così con altre cose.

Ti faccio pensare a questo per introdurti al concetto di transitorietà del reale. Nulla è permanente. Il principio primo dell’ Universo è l’ impermanenza. Le cose si rompono, le stagioni passano, una pianta cresce, fiorisce e poi muore e così via. Impara ad apprezzare ciò che c’ è ora !

80 – fai un’ adozione a distanza. Con pochi euro al mese possiamo aiutare dei bambini disagiati che vivono in altre aree del mondo a vivere meglio. Noi qui siamo ricchi e non ce ne rendiamo conto. Pochi euro per un bambino in Brasile, Nicaragua, Africa fanno la differenza. Vestiti dignitosi, una istruzione migliore, cibo costante possono essere il risultato del tuo impegno verso un bambino in stato di necessità. Per esperienza personale ti garantisco che è una soddisfazione unica seguire e veder crescere un bambino più sano e felice grazie al tuo aiuto.

81 – Conta fino a 10. Una buona regola quando ci si arrabbia è di contare fino a 10 prima di sfogarsi. Contare fino a 10 permette di distaccarsi momentaneamente dal fatto che provoca la rabbia. Generalmente quando facciamo così riusciamo a recuperare in meglio la nostra emotività. Se al contare fino a 10 riusciamo anche ad abbinare il respiro la tecnica migliora regalandoci un vero e proprio esercizio di meditazione. La sua funzione è proprio il distacco da ciò che turba in modo tale da recuperare la serenità e l’ obiettività prima possibile.

82 – Nell’ occhio del ciclone. Ti ricordi le foto via satellite o i video riguardanti un ciclone ? Se hai presente il ciclone è fatto a spirale: nei bracci della spirale c’ è il caos e la forza distruttiva del ciclone. Al centro, nel cosiddetto occhio, tutto è calmo. Bene, l’ invito è di farti esercitare a stare nell’ occhio del ciclone, o meglio quando ti capita nella tua vita di vivere momenti turbolenti cerca di restare calmo e centrato.

Prova ad immaginare di dover andare a una riunione di lavoro che sai che sarà turbolenta. Ecco è il momento di dirti che lì puoi far pratica nel restare calmo. L’ impegno è dimostrare a te stesso di saper essere l’ unica persona in quel luogo a restare pacato. Usa il tuo respiro per rimanere centrato in te stesso. Lascia gli altri avere ragione. Mettendo questo approccio nei più svariati ambienti in cui vivi pian piano ti accorgerai di essere in grado di affrontare con successo sofferenze, conflitti e dolori. Il segreto qui è esercitarsi.

83 – Flessibilità e tolleranza. Sì è vero… per ottenere le cose è necessario un certo grado di perseveranza e concentrazione. Questo però può portare all’ inconveniente di generare molto stress. E non solo. Gli altri possono essere infastiditi dalla nostra rigidità nel modo di raggiungere gli obiettivi perchè non teniamo conto delle loro esigenze. Io ad esempio mi impegno a scrivere regolarmente ogni giorno ma questo cozza a volte contro le esigenze familiari contingenti e gli imprevisti. Allora quello che posso fare è domandarmi: “Che cosa è più importante per me ?” Di solito capisco che dedicare attenzione a mio figlio in quel particolare momento è la cosa più importante da fare. Cerco così di essere più flessibile preferendo la serenità rispetto a un comportamento rigido che a lungo andare non mi renderebbe felice.

Una considerazione: la vita va in maniera imprevedibile. E’ meglio assecondarla piuttosto che remare contro. Posso sempre cambiare i miei progetti. Anche tu puoi farlo.

84 – Ignora i pensieri negativi. Ci passano per la mente tantissimi pensieri. (almeno 50.000 in un giorno). Questi pensieri possono essere positivi e costruttivi oppure di tipo negativo e giudicante. Impara assere consapevole dei tuoi pensieri. Se vuoi vivere sereni concentrati su quelli positivi. In genere i pensieri negativi sono centrati sul passato e parlano di quello che potresti aver fatto meglio, di quello per cui sei sei in colpa etc. Se impari a sentire le emozioni corrispondenti avrai la chiave per monitorare al meglio i pensieri. Quando ti accorgi di sentire disagio quello che puoi fare è lasciar andare il pensiero che genera la cattiva sensazione e passare a pensieri migliori.

85 – Dormi di meno. E’ accertato che bastano 6 ore di sonno per vivere comunque in salute. Prova ad alzarti prima e a dormire di meno per almeno 21 giorni in modo che la cosa diventi una abitudine. Pensa al vantaggio di godere dalle 30 alle 60 ore in più al mese da dedicare alle tue attività preferite.

86 – Non chiedetevi… J. Kennedy diceva “Non chiedete cosa l’ America può fare per voi ma voi cosa potete fare per l’ America..”. Parafrasando credo che sia bello chiedersi :“Non chiedere cosa il mondo può fare per te ma tu cosa puoi fare per il mondo…”

Fai dell’ altruismo l’ obiettivo della tua vita. E’ una cosa molto bella e dà buone soddisfazioni. E’ anche un obiettivo spirituale. In punto di morte quello che conta è quello che abbiamo fatto per gli altri. Cerchiamo di lasciare al mondo una buona eredità.

87 – L’ elastico. Una tecnica un po’ brutale per acquisire pensieri positivi è quella dell’ elastico. Praticamente funziona attraverso il condizionamento della nostra mente verso il rifiuto di cose spiacevoli. Consiste nel legarsi un elastico al polso e ogni volta che un pensiero negativo passa per la testa lo si tende e lo si rilascia. Si associa così il dolore ai pensieri negativi, con la conseguenza che sarà più facile per noi avere pensieri buoni e costruttivi. Costringi la mente a pensare cose positive.

88 – Appunti. Prendi l’ abitudine di portare con te un piccolo blocco per appunti o di piccoli cartoncini con una matita. Questo perchè durante il trascorrere della tua giornata (come avrai notato) ti possono venire delle belle idee. Avendo un piccolo quaderno con te potrai così scrivere subito l’ idea che ti è venuta. Se non scrivi subito, l’ ispirazione potrebbe andarsene e con lei la bella idea che hai avuto. Quando puoi ricopia le belle idee su un quaderno apposito.

89 – Intenzioni. Quando fai qualcosa fallo per gli intenti a cui porta; pensa sopratutto a chi sarà utile e perchè ti piace. Focalizzati il meno possibile sugli introiti o la fama che ti potrà dare. Limita il tuo ego quando fai qualcosa.

90 – Umorismo. Coltiva il più possibile l’ umorismo. Se ti viene naturale tanto meglio. Se invece ti senti a disagio per chè “affrontiamo la vita da persone serie” coltivalo lo stesso perchè l’ umorismo fa bene alla tua mente. Crea nuove sinapsi, nuovi collegamenti, stimola il benessere psico fisico. E poi a ben guardare ci sono persone serissime (e anche con incarichi istituzionali e pubblici) che non disdegnano per niente ricorrere all’ umorismo. Basta che non sia scontato e becero. Di solito il senso dell’ umorismo spiccato è associato all’ intelligenza. L’ umorismo, il buonumore ti rendono la vita migliore. Dal punto di vista spirituale l’ umorismo è considerato una caratteristica associata agli angeli.

91 – Scopri che cosa sono i Chakra. I Chakra rappresentano nella filosofia e nella religione indiana i centri di energia dell’ uomo. Quello che qui ti può interessare però è la visione dell’ uomo che ne esce. Infatti i Chakra rappresentano 7 aspetti dell’ essere umano. Sono una mappa per capire. Quando qualcosa nella vita non va, può essere ricondotto a uno squilibrio di uno o più Chakra.

Essi si riferiscono a macro aree dell’ essere che ora ti descriverò:

  • corpo fisico, forza fisica
  • emozioni, creatività
  • autostima, potere, essere capaci, volontà
  • amore
  • comunicazione
  • intuizione, preveggenza, pensiero
  • spiritualità

Con questa griglia puoi avere una visione diversa di te stesso. Faccio un esempio: nella nostra società è importante avere successo. Si va ad agire sulle capacità fisiche e sul potere della volontà ma si trascura del tutto la spiritualità e il pensiero su di sé. Il risultato è che vediamo molte persone ricche materialmente ma povere spiritualmente, e come conseguenza, ne deriva l’ infelicità. Sviluppare la propria spiritualità ci fa stare meglio.

92 – Persone costruttive. Per stare bene è opportuno frequentare persone che fanno stare bene. Potrai ottenere il meglio dalla vita stando insieme a loro. Frequenta persone che come te cercano un miglioramento della loro vita. Aiutatevi a vicenda. Stai con persone che abbiano qualcosa da insegnarti e sopratutto ti rispettino. Evita le persone lamentose, critiche e poco stimolanti.

93 – Desiderio. Per attrarre nella nostra vita quello che vogliamo dobbiamo avere un forte desiderio. Un blando desiderio non serve. Devi “sentire” quello che desideri e non rimanere solo a livello mentale. Inoltre è opportuno interrogarti sulle azioni che fai : “le azioni che faccio sono coerenti con il mio desiderio?”

94 – Tieni un diario o un blog. Tenere un diario aiuta a fare chiarezza in sé stessi. Permette di mettere per iscritto buone idee. Ti fa stare bene perchè si instaura un rapporto con il proprio io interiore, ti crea degli spazi di salutare silenzio. Tenere un diario ti fa vedere la tua evoluzione. Tenere e aprire un blog è qualcosa di simile solo che ti permette di condividere con altri i tuoi pensieri e i tuoi vissuti. E’ qualcosa di più tecnologico e richiede una certa passione per la tecnica e l’ informatica. Ti darà molte soddisfazioni. Prova.

95 Sii… – Sii retto, tollerante, tenace, umile e magnanimo. Coltiva l’ integrità

96 – Respirare bene. Per qualcuno respirare bene significa vivere bene. Una corretta respirazione ti fa stare meglio sia fisicamente che mentalmente. Metti consapevolezza nella respirazione più volte al giorno. Respirare male vuol dire respirare solo con la parte superiore del tronco, la gabbia toracica. Respirare così fa entrare poca aria, accellera la frequenza di respiro, crea tensione. Respira invece con l’ addome il più possibile. Ossigenare di più il sangue e fa stare meglio. Si riduce la frequenza respiratoria e ti rasserena la mente. Il respiro è in stretto rapporto con la nostra fonte di energia vitale. Respirare a fondo e lentamente ti calma , affronti così meglio le sfide della vita.

97 – Leggi “ Cabaret mistico” di A. Jodorowsky. Un buon libro da leggere, divertente ma profondo è Cabaret mistico di A. Jodorowsky. Nel libro l’ autore affronta svariati temi spirituali con l’ausilio di aneddoti simpatici e barzellette. Con un gran numero di esempi Jodorowsky offre osservazioni riguardo alle cause che impediscono la nostra felicità e il nostro sviluppo verso una piena consapevolezza, aiuta il lettore a curare il rapporto con se stesso, con gli altri, con la vita e con l’ ambiente. Come “La danza della realtà” e “Psicomagia”, Cabaret mistico è un libro essenziale per coloro che sono interessati allo sviluppo e del proprio essere e della coscienza. Porta alla ricerca della propria “verità vera”, a includere la felicità nella vostra vita, e a vivere senza la paura della vecchiaia e della morte.

Coniugare insegnamento e umorismo è assolutamente una cosa molto bella. Vengono espressi concetti importanti ma discussi in forma leggera. Ottimo libro per la crescita spirituale. Jodorowsky è come al solito un grande artista, ed è tuttora uno dei grandi maestri dell’ umanità

98 – Ascolta musica rilassante. Compra dei Cd con musica rilassante e ascoltatela concedendoti dei bei momenti di riposo, in completo relax. Ci sono vari tipi di CD al riguardo in commercio. Puoi ordinarli via internet sul sito del “giardino dei libri” oppure puoi andare in un negozio di musica e farti consigliare lì al meglio. Prendi l’ abitudine di ascoltare musica da meditazione, musica per reiki e da rilassamento. Ne resterai entusiasta per la carica di energia positiva che ti trasmetteranno.

99 – Leggi “Puoi guarire la tua vita” di Louise Hay. E’ un buon libro per iniziare un cammino di cambiamento di te stesso dal punto di vista sia mentale che spirituale. I temi trattati sono, le credenze su noi stessi , la rimozione dei nostri limiti interiori, il pensiero positivo, la possibilità di migliorare negli affetti e nella vita di tutti i giorni. Leggi e metti in pratica quello che più ti piace e senti a te rispondente. Con questo libro ti viene spiegato come introdurre “il pensiero positivo” nella tua vita. E’ qualcosa di importante da imparare perchè porta a dei buoni cambiamenti ed a una crescita interiore.

100 – Andare in guerra. C’ è chi è preso da una sfida sportiva, chi ha una malattia terminale, chi è in guerra. Che cosa hanno in comune queste persone ? Queste persone danno il meglio di sé spinte da una situazione esterna a loro. Le performance e l’ efficienza, sono sotto stimolo per produrre qualcosa di grande

La bella notizia è che non devi aspettare qualche evento al di fuori di te per dare il meglio di te stesso. E’ una questione di atteggiamento mentale. Come esercizio pensa se anche tu se fossi preda di una malattia terminale che cosa faresti. Credo che le tue energie si focalizzerebbero enormemente su poche cose ma intense in modo da lasciare qualcosa di importante di te stesso al mondo.

101 – Applica queste regole adesso !!. Ho scritto queste regole per te mio caro lettore con l’intento di poter migliorare la tua vita dal punto di vista fisico, materiale, intellettuale e spirituale. Sicuramente troverai giovamento nella tua vita dall’ applicare queste regole. E ci si può senz’altro anche divertire mentre le applichiamo. Buon lavoro !!

Spero che questo mini e- book ti sia piaciuto. Seguimi sul blog www.laviadellasaggezza.net e invita a altri amici a seguire il sito. Con l’ augurio per te di avere tanta felicità ti saluto. Fabio Piccinini

SCARICA SUBITO – Le 101 regole segrete per per migliorare la tua vita.

 Tasto destro “Salva con nome”

APPROFONDIMENTI

  • Come raggiungere un obiettivo. L’importanza del presente – Ti sei mai chiesto cosa significa vivere nel presente? Cosa vuol dire davvero pensare solo ed esclusivamente al momento presente? È tanto indispensabile quanto difficile. Perché?  Perché siamo abituati a dover pensare sempre a quello che verrà dopo, a quello che ci servirà nel futuro, vivendo in previsione di un domani che non sappiamo mai se si realizzerà. E succede che si perde il contatto con la realtà presente … >> continua a leggere

ARTICOLI CORRELATI

  • Smettila di Incasinarti! – Come rendersi la vita meno complicata ed essere più felici.
  • La Strada Maestra per la Meditazione e la Crescita Spirituale – Con tecniche adatte a tutti i livelli di pratica.
  • Come Migliorare il Proprio Stato Mentale, Fisico, Finanziario – Manuale di psicologia del cambiamento.
  • Cabaret Mistico – Un libro spettacolo in cui l’autore svolge una “terapia pubblica collettiva”: ci aiuta a sviluppare una Coscienza compiuta, a instaurare una più giusta relazione con noi stessi, con gli altri e con tutto ciò che ci circonda.
  • Puoi Guarire la tua Vita – Pensare in positivo per ritrovare il benessere fisico e la serenità interiore.
  • I Su e Giù della Vita – Trasforma i periodi di crisi in un vantaggio. I su e giù della vita racconta la storia di un giovane che abita in una valle, dove trascina una vita infelice, fino al giorno in cui conosce un vecchio che vive in cima a una montagna. Quell’incontro cambierà la sua esistenza per sempre.
  • Scegli la tua Vita! – Indignarsi non basta più! – Il nuovo grande successo di Jacques Attali. Prendere in mano la propria vita è possibile, smettere di lamentarsi e ridefinire i propri spazzi vitali.
  • Dacci un Taglio – Cambia lo status quo. O diventalo …… è finito il tempo di procrastinare, di rimandare, di aspettare. Adesso bisogna cogliere l’attimo, il momento è ora! Un libro pieno di consigli, test, esercizi da fare e da rifare.

SE TI PIACE L’ARGOMENTO LEGGI ANCHE

Crediti immagine Fresh Paint

Credit Img Cavez (Massimo Cavezzali)

Facebook Comments
Ogni donazione ci sostiene nel nostro impegno di condivisione della conoscenza! Grazie per il tuo gesto d'amore.

Precedente Cosa sono le NDE o esperienze di pre-morte ? Successivo Manipolare l' uomo il sogno dei poteri forti