Il Potere guaritore delle affermazioni

Il Potere guaritore delle affermazioni

Vi ho già parlato delle affermazioni in lungo ed in largo; oggi cerchiamo di fare un passo in avanti per comprendere meglio fino a che punto possiamo arrivare con questo tipo di pratica.

Paramahansa Yogananda insisteva moltissimo sull’utilità delle affermazioni positive; ora capirete almeno alcuni dei perché.

affermazioni-il-potere-guaritore-delle-affermazioni

Livello cosiddetto “da mente cosciente a subconscia”

Quando desideriamo ardentemente cambiare qualcosa nella nostra vita; ad esempio quando abbiamo bisogno di denaro, salute, buone circostanze, ecc. e ci sforziamo di affermare quella determinata cosa o situazione che desideriamo ottenere, se affermiamo con convinzione nel modo corretto, la Mente Universale porrà in esistenza nelle nostre vite circostanze corrispondenti al nostro stato mentale prevalente. Da ciò si evince che non è l’affermazione in se stessa ad attirare le cose, ma il lavoro della stessa consiste nel far entrare quel determinato concetto (oggetto della stessa affermazione) nel subconscio, affinché la Mente Universale possa rifletterlo, dandogli una forma nel mondo fisico.

Una prima regola fondamentale sulle affermazioni è che bisogna sforzarsi di crederci. Mi spiego meglio, facendo un esempio pratico:

Se ho problemi di salute, affermo una volta al giorno di essere sano come un pesce e continuo, però, a pensare che mi sarà impossibile guarire, il mio stato mentale striderà contro l’affermazione, contrastandone l’efficacia. Il concetto importante è l’accettazione, ossia bisogna credere con fede al contenuto dell’affermazione che stiamo praticando. Qualcuno di voi a questo punto starà pensando: “Non è facile”.

Infatti, non lo è per niente all’inizio, ma lo diventa attraverso la pratica costante. Io ho ottenuto risultati tangibili con le affermazioni, praticandole in modo intenso e ripetuto. Sono arrivato al punto di ripeterle per più di un’ora ogni giorno (sempre la stessa affermazione) per mesi.

Più si ha la tendenza ad avere una mente analitica e dubbiosa (che ha bisogno, quindi, di riscontri continui), più la pratica delle affermazioni, per essere efficace, deve essere intensa e ripetuta. Il sig. Davis suggerisce di praticare le affermazioni in modo calmo e lucido, cercando di evitare gli impeti emotivi. Potete riuscire a rimanere calmi e distaccati anche praticando in modo intenso; tenetelo a mente.

Questo sistema di fare le affermazioni (da mente cosciente a subconscia) ha, in ogni caso, un punto debole: cerchiamo di condizionare la nostra mente subconscia, partendo da un input che proviene dalla mente cosciente. Se avete letto “The Secret” di Rhonda Byrne, il sistema di pratica di affermazioni e visualizzazioni descritto dai vari autori che hanno contribuito alla realizzazione di quel libro è prevalentemente di questo tipo.

L’imperfezione di base, come scrive il sig. Davis nel suo articolo “che cosa dire sulle affermazioni” che ho pubblicato di recente sul mio sito web1, è che molto spesso la nostra mente cosciente non ha la minima idea di che cosa è meglio per noi. Non necessariamente ciò che desideriamo ardentemente è in grado di migliorare le nostre vite.

Tutti desideriamo tanto denaro, salute perfetta, lunga vita interessante e piena di soddisfazioni, una bella moglie fedele (o un bel marito per le signore), ecc. Sono tutti desideri leciti. A nessuno piace soffrire.

Possiamo avere tutte queste cose partendo anche da un punto di vista diverso e più elevato, ossia lasciando che siano le azioni impersonali della Grazia di Dio a dirigere le nostre vite.

Analizziamo nel profondo questo concetto: se leggete già da un po’ il materiale che vi ho messo a disposizione sul mio sito e se seguite il percorso spirituale del kriya yoga, dovreste aver compreso che lo scopo principale della vita per ogni persona è di realizzare (conoscere con il supporto dell’esperienza) la propria vera natura.

Sappiamo che la pratica delle affermazioni, se fatta correttamente, attira nelle nostre vite l’oggetto delle affermazioni stesse; perché quindi non utilizzarle per la nostra crescita spirituale?

Livello superiore: abbandonarsi alla Grazia di Dio

Partiamo da un primo assioma fondamentale: Non esiste differenza tra la vita materiale e quella spirituale.

Dio tutto è ciò che esiste in ogni livello e dimensione; tutto ciò che facciamo nella vita di tutti i giorni ha un effetto sulla nostra coscienza e si riflette sulla nostra evoluzione. Tutta la vita è una pratica spirituale, anche se la maggior parte delle persone non lo sa o non se ne rende conto. Alcuni, per esempio, si comportano in modo pio nella vita di tutti i giorni, ma fanno le peggiori cose possibili sul lavoro, comportandosi in maniera discutibile con clienti e colleghi, oppure vendendo servizi e prodotti inutili, creando bisogni fittizi nelle persone.

Non a caso Roy Eugene Davis consigliò anni fa (in un articolo) alle persone che fanno lavori di vendita, di selezionare con cura i prodotti e/o servizi da vendere. Per una persona che si professa studente della verità è una questione di etica. Chi segue un sentiero spirituale non dovrebbe, per esempio, lavorare in un’azienda che produce mine anti-uomo.

E’ stato affermato che se si trova Dio come prima cosa, tutto il resto sarà dato in aggiunta. Paramahansa Yogananda disse che Dio si rivela al devoto che cerca il donatore e non si accontenta più solamente di ricevere i doni (una sua preghiera citava: “Padre, insegnami che sei il potere dietro la ricchezza e il valore dietro ogni cosa: trovando Te per primo, troverò ogni altra cosa in Te”.

La morale di questi insegnamenti, applicata a questo specifico tema che sto trattando, è una sola: utilizziamo le affermazioni come veicolo per accelerare la nostra evoluzione. Facendolo, otterremo anche tutto il resto, senza perdere di vista l’obiettivo principale della vita.

Evolvendoci a livello spirituale e realizzando la nostra vera natura, avremo anche una vita ordinata e soddisfacente. Avere una vita soddisfacente e ordinata, a sua volta, è sintomo di crescita spirituale.

Le affermazioni sono una forma di preghiera. Vengono, infatti, definite anche “preghiere affermative”.

Affermate, quindi, con convinzione:

Scopri ↣ Ho-Oponopono Occidentale SCUSA, GRAZIE, TI AMO ❤
SCOPRI I NOSTRI OROLOGI PER PREZZO

La Grazia di Dio risolve tutte le mie situazioni ed io mi abbandono felice in ogni istante al suo operato, sicuro di attirare nella vita solo ciò che è per il mio bene supremo.

La mia mente è chiara, e libera da conflitti e vincoli. Sono felice, allegro ed equanime nel presente, con realizzazione spirituale illimitata e fede in Dio incrollabile ed assoluta.

Comprendiamo analiticamente il significato dell’affermazione:

La Grazia di Dio risolve tutte le mie situazioni ed io mi abbandono felice in ogni istante al suo operato: mi rendo parte attiva nell’assecondare l’operato della Grazia di Dio nella mia vita, muovendomi in armonia con esso.

Sicuro di attirare nella vita solo ciò che è per il mio bene supremo: modello il mio stato mentale, affinché io possa attirare il meglio nella vita.

La mia mente è chiara, e libera da conflitti e vincoli: Sono i conflitti emotivi e gli attaccamenti ad impedirci di realizzare velocemente la nostra vera natura, condizionando la nostra mente.

Sono felice, allegro ed equanime nel presente, con realizzazione spirituale illimitata e fede in Dio incrollabile ed assoluta.

Tutti desideriamo essere felici ed un tono elevato dell’umore aiuta a vivere in maniera più serena. Essere equanime significa amare tutto e tutti (attenzione: non significa avere indifferenza verso tutto e tutti), riconoscendone la natura divina innata. L’equanimità è un sentimento divino, non semplicemente umano.

E’ un esempio estremo, ma si può applicare ad infiniti livelli.

Secondo le necessità, una simile affermazione può dover essere praticata per periodi lunghissimi, anche per un’ora o più al giorno. Potete utilizzare tutti i tempi morti, ad esempio quando siete in macchina (evitate di farlo in simili occasioni se pensate che vi possa distrarre durante la guida).

Utilizzare le affermazioni per risolvere i problemi della vita.

La Grazia di Dio opera in migliaia di modi differenti. Recentemente il sig. Davis ha pubblicato su “Studies in Truth” un articolo tratto da una serie di scritti di uno dei massimi esponenti del New Thought del secolo scorso, Emmet Fox (1886 – 1951), dal titolo “La chiave d’oro”. Vi metterò a disposizione a breve la traduzione intera dell’articolo sulle pagine del mio sito, perché l’argomento trattato è utilissimo per chiunque.

Ecco alcuni estratti dell’articolo:

La preghiera scientifica vi permetterà di uscire da qualsiasi difficoltà e di fare in modo che chiunque possa uscirne. E’ la chiave d’oro per l’armonia e la felicità. Per chi non ha familiarità con il potere più grande che esiste, questa può apparire un’affermazione avventata, ma è sufficiente solo tentare in modo corretto, per avere la prova – senza ombra di dubbio – che è vera. Non serve credere a qualcuno sulla parola; semplicemente “provate”. (…) I principianti spesso ottengono dall’inizio risultati incredibili, poiché tutto ciò che serve è avere una mente aperta e fede sufficiente per voler tentare l’esperimento. Il metodo di funzionamento è la semplicità in se stessa. Tutto ciò che bisogna fare è:

Smettere di pensare alle difficoltà, qualunque esse siano, e pensare, invece, a Dio. Questa è la regola completa e, se lo farete, il problema scomparirà, qualunque esso sia.

Non è importante quale sia il problema. Può essere grande o piccolo e può riguardare salute, finanze, processi, litigi, incidenti o qualsiasi altra cosa concepibile. Qualsiasi cosa sia, smettete di pensarci e pensate, invece, a Dio (…).

Ho sperimentato quanto dice Fox e funziona realmente. Nello specifico, non appena l’oggetto del problema che stavo vivendo ritornava nei miei pensieri, lo sostituivo con l’affermazione breve: “La Grazia di Dio risolve tutte le mie situazioni… e risolve anche questo problema”.

Il risultato è stato incredibile; quasi immediatamente gran parte del peso e dell’ansia che mi accompagnavano si sono come “alleggeriti” per un apparente miracolo.

Con una pratica di questo tipo, si lascia che Dio risolva il problema e si dirige la propria attenzione sul suo potere risolutore, anziché concentrarsi sul problema stesso. E’ un sistema vincente e si può utilizzare anche per aiutare il prossimo; leggendo l’intero articolo, comprenderete come.

Punti importanti da ricordare:

Ricordiamo, per finire, i punti salienti riguardanti la pratica efficace delle affermazioni:

  1. Utilizzatele tutti i giorni, anche con insistenza. E’ una pratica che si tende a non fare con regolarità e questo è un comportamento controproducente. Sono incredibilmente utili.
  2. Utilizzatele per crescere spiritualmente e non solo per ottenere cose. Risvegliandovi a livello spirituale come prima cosa, otterrete tutto il resto.
  3. Non coinvolgete altre persone specifiche nelle vostre affermazioni. E’ una forma di manipolazione magica, anche se involontaria. Ogni persona ha la sua vita e voi non avete il diritto di influenzarla.

Con i migliori auguri di una rapida guarigione (se ne avete bisogno) e di una crescita spirituale importante e immediata. Il Potere guaritore delle affermazioni . Di Furio Sclano Tratto da: kriyayoga

ARTICOLI CORRELATI

  • Affermazioni Scientifiche di Guarigione + Meditazioni Metafisiche – Il supremo potere della guarigione è dentro di te! Oltre 100 affermazioni e meditazioni per sperimentare nella nostra vita quanta forza abbia la mente di modificare il nostro stato interiore e la nostra realtà, quanto Potere di Autoguarigione attenda solo di essere riconosciuto e quanta luce sia pronta a dischiudersi alla nostra coscienza, portando armonia nel nostro vivere e agire quotidiano….
  • Affermazioni per l’autoguarigione  Le affermazioni per il benessere oggi si fanno in quattro….Affermazioni per elevare l’Anima, per aprire il Cuore, per vivere con più Energia, per vivere con Successo. Con il loro aiuto potrai divenire sempre più padrone della tua vita, assumendo il controllo dei tuoi pensieri; superare i tuoi blocchi psicologici più fastidiosi; stabilire nuove e utili abitudini, che ti porteranno al successo in ogni impresa; imparare a vivere la vita come un’arte, non come qualcosa che semplicemente “succede”.
  • Il Potere della Parola – La parola come strumento per vincere al gioco della vita. Possiamo raggiungere qualunque obiettivo partendo dalle parole, imparando a sfruttarne la potenza evocatrice per far sì che si avverino i nostri desideri.

APPROFONDIMENTI

Crediti immagine Fresh Paint

Facebook Comments
Ogni donazione ci sostiene nel nostro impegno di condivisione della conoscenza! Grazie per il tuo gesto d'amore.

I commenti sono chiusi.