Il destino come scelta

Il destino come scelta – Psicologia esoterica

La filosofia ermetica – Se paragoniamo la realtà a un cerchio, la scienza divide il cerchio, partendo dalla periferia, in molti segmenti, in discipline specifiche (medicina, fisica, chimica, biologia, ecc.). Studiando tutti questi campi specifici, si spera di poterci incontrare una volta al centro del cerchio. Questa mèta però purtroppo diviene sempre più irraggiungibile e lontana, dato che l’estrema specializzazione rende sempre più difficile la comprensione interdisciplinare. Il lavoro esoterico non comincia alla periferia, ma al centro del cerchio. L’esoterismo indaga le leggi universali, e una volta che le abbiamo conosciute, non dobbiamo fare altro che proiettarle sui diversi segmenti del cerchio, sulle diverse sezioni speciali.

Un simile sapere è superiore a quello dello specialista, in quanto ha riferimento con tutti gli altri campi ed è in grado di collocare adeguatamente nell’ambito della realtà ogni campo specialistico. Il pensiero esoterico segue un principio di base, la cui formulazione linguistica risale al padre dell’esoterismo, che grazie a lui viene chiamato anche « filosofia ermetica »: Ermete Trismegisto. Questo « Ermete tre volte grande » era sacerdote e iniziato in Egitto e la sua esatta biografia si perde nel buio della storia. Egli scrisse la quintessenza di ogni sapienza in quindici tesi su una tavola di smeraldo verde orientale. La tavola, che da molto tempo è andata perduta, è passata alla storia col nome di « Tabula Smaragdina ». Il testo di questa tavola di smeraldo è il seguente.

La Tabula Smaragdina di Ermete Trismegisto

1. Vero è senza menzogna, sicuro e più certo di qualunque altra cosa.
2. Ciò che è in basso, è uguale a ciò che è in alto; e ciò che è in alto, è uguale a ciò che è in basso, per compiere le opere meravigliose dell’unica cosa.
3. Ε tutte le cose sono uguali in quanto create dall’unico DIO, nel pensiero dell’unica cosa. Quindi tutte le cose sono nate da quest’unica cosa, per imitazione.
4. Il padre di questa cosa è il sole, la madre la luna.
5. La nutrice di questa cosa è la terra.
6. Il vento l’ha portata nel suo ventre.
7. In quest’unica cosa si troverà il padre di ogni perfezione del mondo.
8. La forza di quest’unica cosa è perfettamente raccolta quando sulla terra va dispersa.
9. Tu devi dividere la terra dal fuoco, il sottile sullo spesso, dolcemente, e con grande sapienza.
10. Sale dalla terra verso il cielo, e di nuovo discende sulla terra, e riceve la forza delle cose superiori e inferiori.
11. Tu quindi avrai la magnificenza di tutto il mondo. Perciò ogni incomprensione fuggirà via da te. Quest’unica cosa è la forza più forte di tutte le forze, perché supererà tutte le cose sottili e penetrerà tutte le cose solide.
12. In questo modo si crea il mondo.
13. Per questo ci saranno meravigliose imitazioni, che sono qui descritte.
14. Io quindi sono chiamato Ermete Trismegisto, io che possiedo le tre parti della saggezza di tutto il mondo.
15. A quello che ho detto dell’opera dei soli non manca nulla, è perfetta.

So bene che questo testo all’inizio non dice niente all’uomo moderno. Questo però non dipende dal testo, ma dalla nostra capacità di comprensione. In queste quindici tesi è riassunto tutto il sapere che sia mai stato accessibile all’uomo. Il testo descrive la creazione di questo universo e contemporaneamente quella della pietra alchemica dei sapienti. Per colui che comprende interamente questo testo, qualunque biblioteca diviene superflua, perché egli possiede tutta la sapienza, « cui non manca nulla, è perfetta ». Queste affermazioni potranno apparire esaltazioni fantastiche ed essere per certuni motivo sufficiente per abbandonare definitivamente il proprio interesse per l’esoterismo. Chi però si prende la pena di penetrare sempre più in profondità, attraverso i suoi studi, nel linguaggio e nel simbolismo ermetici, sarà un giorno in grado di sperimentare e vivere personalmente l’importanza di questo testo.

La legge di analogia: come in alto, così in basso. A noi per il momento interessa soltanto la tesi 2: « Ciò che è in basso, è uguale a ciò che è in alto; e ciò che è in alto, è uguale a ciò che è in basso, per compiere le meraviglie dell’unica cosa ». Queste parole, che spesso vengono abbreviate in « come in alto, così in basso » (o « come sopra, così sotto »), sono la chiave della filosofia ermetica. Esse vogliono far capire che ovunque nell’universo, sopra e sotto, « in cielo e in terra », nel macrocosmo come nel microcosmo, a ogni livello di manifestazione, regnano le medesime leggi………………… ( breve estratto dal libro Il destino come scelta di Thorwald Dethlefsen)

Thorwald Dethlefsen dà una risposta nuova alle antichissime domande che da sempre l’uomo si pone sul significato della vita e del destino. E questa risposta si basa su antiche dottrine segrete, sulle quali egli ha costruito la sua psicologia esoterica. Queste conoscenze segrete circa il compito e il destino ultimo dell’uomo possono cambiare totalmente la nostra vita.

Nel quadro delle scienza moderne non c’è posto per le dottrine segrete e l’occultismo. Sebbene la scienza abbia preso le mosse dalle dottrine segrete (l’alchimia ha dato l’origine alla chimica e l’astrologia all’astronomia) gli odierni scienziati dedicano al massimo un po’ di attenzione ai fenomeni paranormali, tentando di interpretarli in termini scientifici: tutto ciò che resta al di fuori delle leggi scientifiche non viene da loro in alcun modo considerato.

Thorwald Dethlefsen con quest’opera provoca la scienza moderna, fornendo, sulla base delle antiche dottrine segrete, una immagine esoterica del mondo. La sua psicologia esoterica, nella quale egli introduce gradualmente il lettore, consente a tutti di capire meglio la propria vita e specialmente di vedere il significato della malattia della morte.

L’Autore esamina anche i problemi di base dell’astrologia, dell’omeopatia e della reincarnazione, ed afferma che confrontandosi con queste antiche, basilari conoscenze, l’uomo moderno potrà prendere in mano responsabilmente e consapevolmente le redini dei proprio destino.

Dedico questo libro a tutti coloro che sono alla ricerca della luce.

Il destino come scelta Psicologia esoterica – Il destino è più che un caso, è l’amico più stretto dell’uomo: si può imparare a conoscerlo e capirlo. La psicologia esoterica di Dethlefsen consente a tutti di comprendere meglio la propria vita e specialmente il significato della malattia e della morte. Utilizzando conoscenze tradizionali, come l’astrologia, l’omeopatia e la reincarnazione, l’uomo moderno può prendere in mano le redini del proprio destino.

Il destino come scelta
Psicologia esoterica

Voto medio su 11 recensioni: Da non perdere

PER SAPERNE ANCORA DI PIU’

Facebook Comments
Macrolibrarsi.it presenta Argital: Cosmetici naturali senza conservanti Macrolibrarsi.it presenta Officina Naturae: Detergenti ecologici e cosmetici naturali

I commenti sono chiusi.